WLTP, come funziona il ciclo di omologazione sui consumi

09-Mag-2020  
  • WLTP auto 2020

Il nuovo ciclo di omologazione sui consumi WLTP è una delle più importanti novità in campo automobilistico introdotte negli ultimi anni.

Di seguito troverete tutto quello che c’è da sapere su questa procedura che ha permesso ai consumatori di avere dati più realistici relativi alle percorrenze delle vetture.

Che cos’è il WLTP?

Il WLTP (acronimo di Worldwide-Harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure) è una procedura di prova standardizzata e ripetibile per valutare i consumi e le emissioni di CO2 e di sostanze inquinanti.

Quando è entrato in vigore il WLTP?

Il WLTP è entrato ufficialmente in vigore l’1 settembre 2017, dall’1 settembre 2018 ha sostituito gradualmente il vecchio standard NEDC (meno affidabile) ed entro dicembre 2020 tutte le nazioni che adottato la legislazione UE per l’omologazione dei veicoli dovranno indicare su tutte le vetture i valori WLTP.

Come funziona nel dettaglio il ciclo di omologazione WLTP?

Nel ciclo di omologazione WLTP le auto devono percorrere più strada a una velocità media più alta rispetto alla vecchia procedura NEDC. La velocità massima, ad esempio, passa da 120 a 131,3 km/h mentre quella media sale a 46,5 km/h (prima erano 34 chilometri orari) e la durata del test è più lunga (da 20 a 30 minuti). Questo porta le vetture analizzate a percorrere un totale di 23,25 km anziché 11.

Il test WLTP è composto da quattro fasi (nelle prove NEDC erano solo due) in funzione della velocità massima - Bassa/Low (fino a 56,5 km/h), Media/Medium (fino a 76,6 km/h), Alta/High (fino a 97,4 km/h) e Extra-alta/Extra-high (fino a 131,3 km/h) – e tiene anche conto di tutti gli optional presenti a bordo che influenzano l’aerodinamica, la resistenza al rotolamento e la massa del veicolo.

Cos’è la prova RDE?

La prova RDE – che non sostituisce la prova di laboratorio WLTP ma la integra – verifica che le auto mantengano basse emissioni anche nelle condizioni di guida reali su strada e misura esclusivamente i gas di scarico e il particolato. Condizioni che includono altitudini e temperature differenti, un carico utile aggiuntivo, la guida in salita e in discesa, strade urbane (bassa velocità), strade rurali (velocità media) e autostrade (alta velocità).

Autore: Marco Coletto