Gruppo BMW: oltre 200 modelli anticipano le norme '19

08-Ago-2018  
  • BMW e ambiente: oltre 200 modelli anticipano le norme 2019

BMW Group, come i migliori della classe, si porta avanti in materia di emissioni e inquinamento ambientale. Dal 1° settembre 2019 entrerà in vigore infatti un nuovo standard, l’Euro 6d-TEMP, e un nuovo test, il WLTP. Il marchio dell’elica offre oltre 200 modelli che già rispettano le nuove discipline.

IN ANTICIPO SUI TEMPI

La gamma BMW e MINI viene oggi sottoposta al nuovo test WLTP (Worldwide harmonized Light vehicles Test Porcedure) e oltre 200 modelli soddisfano le norme Euro 6d-TEMP sulle emissioni. Tra i ‘200’ ci sono veicoli a benzina, diesel, BMW i, BMW iPerformance e BMW M. Pieter Nota, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG, responsabile delle vendite e del marchio BMW, ha affermato: “Siamo ora in grado di offrire ai nostri clienti in Europa una vasta gamma di modelli che non solo hanno una immatricolazione di tipo WLTP ma che soddisfano già lo standard di emissioni Euro 6d-TEMP".

2 CATALIZZATORI

BMW sta dotando tutti i modelli benzina e ibridi plug-in, ordinabili in Europa, di un filtro antiparticolato di serie, mentre per i diesel c’è un sistema di trattamento delle emissioni che comprende un catalizzatore ad accumulo di NOx e un catalizzatorie SCR. Questa tabella di marcia anticipata ha permesso al Costruttore tedesco di mantenere gli obiettivi di vendita e i tempi medi di consegna.

MINI COME BMW

Il marchio MINI propone, dallo scorso luglio, le varianti a benzina per il mercato europeo della MINI 3 porte, della MINI 5 porte e della MINI Cabrio nonché della MINI Clubman e della MINI Countryman con un filtro antiparticolato per il controllo delle emissioni. Anch’esse soddisfano i requisiti degli standard Euro 6d-TEMP. I modelli con motore diesel di MINI Clubman e di MINI Countryman rispettano invece il parametro Euro 6d-TEMP dallo scorso marzo; il loro sistema di controllo delle emissioni è composto da un filtro antiparticolato, un catalizzatore ad accumulo di NOx e da un catalizzatore SCR.

IL BONUS

Per coronare questi sforzi tecnici, il BMW Group è intervenuto sul mercato per incentivare la mobilità sostenibile. Il brand tedesco ha promosso una campagna di rinnovo della flotta a livello europeo che avrà un impatto positivo sulle risorse, sul clima e sull'ambiente. Fino al 30 settembre 2018 i proprietari di veicoli diesel Euro 4 o inferiori, potranno godere di un bonus ambientale di 2.000 euro a fronte dell’acquisto di una nuova BMW i, o un modello ibrido plug-in o un veicolo Euro 6 del BMW Group.

Autore: Francesco Bagini
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy