STP® tra storia, motorsport e leadership di mercato

17-Lug-2018  
  • STP® tra storia, motorsport e leadership di mercato

Tutto ebbe inizio la bellezza di 64 anni fa, nel 1954, quando tre uomini di nome Charles Dwight (Doc) Liggett, Jim Hill e Robert DeHart confezionarono un prodotto per evitare la diluizione dell’olio motore alle alte temperature e alle alte pressioni. Si chiamava STP® Oil Treatment, ed era il primo di una lunga serie di successi del brand numero uno al mondo nel settore degli additivi per auto.

GLI ANNI ’50 E ’60

La società venne fondata con un capitale iniziale di 3.000 dollari. L’additivo STP® Oil Treatment, il primo della società STP®, veniva confezionato nell’officina dietro casa per poi essere venduto direttamente dal bagagliaio della macchina dei tre soci.

La strada per il successo era quella delle corse automobilistiche e nautiche, ambiente dove il marchio STP® si fece conoscere e apprezzare per la qualità del suo prodotto. Nel 1960 nacque il primo additivo Trattamento Benzina, mentre l’anno successivo il marchio venne acquistato dalla Studebaker-Packard Corporation, una casa automobilistica americana.

Nel 1963 STP® divenne sponsor della sua quadra corse della IndyCar con Mario Andretti come pilota, vincitore della 500 Miglia di Indianapolis nel 1969. Il brand era sempre più conosciuto, e la sua distribuzione sempre più capillare: i prodotti si potevano acquistare in oltre 200 mila distributori di benzina in tutti gli USA.

Nel 1966, dopo 12 anni dalla fondazione della società, il fatturato superava i 43 milioni di dollari e alla fine degli anni Sessanta STP® venne quotata nella borsa americana.

GLI ANNI ’70

Nel 1972 nacque una partnership longeva che è tuttora in corso: quella tra STP® e Richard Petty, leggendario pilota di NASCAR che, in trent’anni di carriera, ha ottenuto 200 vittorie nella categoria. È stato sette volte campione nelle serie NASCAR, tre volte nella Grand National e quattro volte nella Winston Cup e nella Daytona 500.

L’anno successivo alla partnership, il fatturato della società superava i 54 milioni di dollari, e la redditività era oltre il milione. Gli additivi STP® venivano distribuiti in 100 paesi nel mondo.

Verso la fine degli anni ’70, STP® introdusse nuovi oli motore e contenitori inediti più pratici. La società venne poi acquisita da Esmark, Inc. con sede a Chicago.

GLI INIZI DEGLI ANNI ’80

Gli investimenti in ricerca e sviluppo portarono alla realizzazione di nuovi prodotti. Il brand STP® passò prima alla Beatrice Companies, che acquisì la Esmark, poi alla Union Carbide Corporation. Infine, nel 1985, la Home and Automotive Division di Union Carbide diventò First Brands Inc. mediante un’acquisizione attraverso indebitamento.

A partire dal 1982, i prodotti STP® vennero importati anche in Italia e da allora sono tutt’ora distribuiti ufficialmente da Tavola S.p.a.

DAGLI ANNI ’90 A OGGI

Gli anni Novanta rappresentarono un periodo importante per quanto riguarda la capillarità della distribuzione: in quel decennio, infatti, STP® stabilì la sua presenza in quasi tutto il mondo attraverso una rete di filiali di vendita.

Nel 1999, la First Brands Inc. venne acquisita dalla Clorox Company, mentre nel 2010 la stessa Clorox cedette i marchi Armor All® e STP® ad Avista Capital Partners, che rinominò la società Armored AutoGroup e stabilì la sede a Danbury, CT. Infine, nel 2015 STP® fu al centro di una nuova acquisizione da parte della Spectrum Brands Holdings, Inc., una società globale specializzata nei prodotti di consumo, che è l’attuale proprietaria del marchio.

Oggi STP® è la società leader mondiale nel settore degli additivi per auto, con una quota di mercato superiore al 40% e con milioni di pezzi venduti ogni anno in tutto il mondo.

Autore: Redazione
Fiat 500 elettrica