Opel lancia la sfida al mercato sulla nuova sicurezza alla guida

09-Mar-2022  
  • Opel punta tutto sulla sicurezza

Quante volte vi è capitato, nel solo ultimo anno, di lambire o sfiorare quasi la tavola di uno dei tantissimi monopattini elettrici che scivolano, anche a velocità sostenuta, lungo le strade delle nostre città ? Avete contato i casi in cui non siete riusciti a scorgere il telaio appena illuminato di un rider che sfreccia davanti ai fari anteriori della vostra auto ?

INDICE
Quali i nuovi rischi sulla strada ?
Le scelte di Opel
Sistemi di sicurezza e una visuale piu' ampia
Tecnologia su tutta la gamma

Oggi, situazioni e rischi del genere sono, purtroppo, sempre più una costante alla guida delle nostre vetture. E i motivi alla base sono tra i più disparati: dalla crescita vertiginosa dell’home delivery (anche causa pandemia) e delle consegne su mezzi leggeri privi di corsie dedicate, alla nascita di nuove soluzioni di trasporto che hanno moltiplicato le chance di spostarsi per brevi o medi tragitti, di pari passo con quelle di trovarsi dinanzi a pericoli imprevedibili e insidie urbane ogni giorno più frequenti.

L’emergere di scenari del genere ha imposto nuove priorità anche ai costruttori automobilistici, prospettando loro sfide inedite sul fronte della sicurezza e della protezione di guidatori e passeggeri. Tra i marchi più attenti figura, certamente, Opel che ha spinto con decisione, negli ultimi anni, sul pedale dell’innovazione dei sistemi di supporto e assistenza alla guida, dotando tutti i modelli più recenti della casa di Rüsselsheim di dispositivi di ultima generazione in grado di monitorare in qualsiasi circostanza le condizioni di sicurezza dei veicoli e i livelli di attenzione di chi è al volante.

Si va dai sistemi di frenata automatica d’emergenza, basati sulla rilevazione di pericoli ignorati dal conducente grazie a telecamere frontali e presenti ormai su tutti i modelli del produttore tedesco, all’utilizzo di sensori a ultrasuoni montati su paraurti anteriori e posteriori per l’osservazione dell’angolo cieco laterale della vettura. E a beneficiare di una migliore visibilità, su numerosi modelli Opel è possibile contare anche su una telecamera posteriore panoramica del pacchetto “Parking Pack” che fornisce una visuale a 180° nelle manovre in retromarcia.

Un modello di progettazione e, insieme, una innovativa icona tecnologica del brand del Fulmine sono divenuti anche i gruppi ottici “Intelli-Lux LED” a 168 pixel, capaci di illuminare senza abbagliare anche gli angoli più bui, sia in città come nei percorsi autostradali. Un vero caso di scuola tra i produttori non soltanto europei, che in alcuni modelli come sul SUV “Opel Grandland” ha raggiunto standard di efficienza ancora superiori, grazie al sistema “Night Vision”, concepito sul supporto di una telecamera ad infrarossi posizionata al centro della calandra e con cui è possibile rilevare il calore di persone e animali fino ad una distanza frontale di 100 metri, anche in condizioni di buio assoluto.

Ma come ogni innovazione che si rispetti e che possa concretamente definirsi tale, a fare la differenza è il livello di estensione delle nuove tecnologie su tutta la gamma del costruttore, come è avvenuto per Opel che ha esteso questa tipologia di fari anche alle vetture a più ampia diffusione come l’intramontabile “Corsa”. E non si può certo dire che sulla sicurezza in casa del “Blitz” non abbiano aperto gli occhi.

Autore: Redazione
The Driver