Toyota Aygo, la nuova X

20-Giu-2018  

È già disponibile in tutte le concessionarie Toyota la nuova Toyota Aygo. La city car nata nel 2005 e continuamente aggiornata parte da listino a un prezzo di 11.850 euro. Nuovi colori, interni sempre più curati e un frontale a ‘X’ tridimensionale straordinario.

‘X’ CAR

Nel 2014 Toyota mette mano alla Aygo disegnando un nuovo frontale con linee che formano una X. Negli anni questa firma della vettura è rimasta, e oggi è stata trasformata in un elemento tridimensionale più potente e ancor più unico. La V superiore è delineata dai gruppi ottici e dalle nuove luci diurne integrate. Il logo è il punto di incrocio. Da lì si estendono verso gli angoli bassi 2 fasce che racchiudono la griglia anteriore e i fendinebbia. Un dettaglio sono gli inserti sotto i gruppi ottici, che possono essere in nero, nero lucido oppure argentati. Anche di profilo la Aygo non passa inosservata: le luci diurne tendono a proseguire oltre gli estremi del frontale. Le nuove lenti esterne inserite nei gruppi ottici assecondano questo movimento che, attraverso le cornici dei vetri e l’ultimo montante, va a unirsi ai fari posteriori. Una percorso che ispira dinamicità e fluidità. Anche al posteriore i gruppi ottici ospitano luci diurne a LED, la cui forma a zig zag è un’altra firma inconfondibile della nuova Aygo. I paraurti sono invece più larghi e bassi del modello antecedente.

CITY CAR VESTITA DA PREMIUM

Novità come detto per i colori: la nuova Aygo presenta 8 tinte differenti, tra le quali il nuovo Magenta Splash Metallizzato e il Rich Blue Metallizzato. Nuovi anche i coprimozzo abbinati a cerchi da 15’’. Sempre dal punto di vista estetico, nell’abitacolo della vettura le inedite grafiche danno un effetto tridimensionale anche al nuovo quadro strumenti. I colori Quartz Grey e Piano Black colorano gli interni e, insieme ai tessuti dei sedili, conferisce un gusto premium all'auto.

IL PROPULSORE IN CIFRE

Alla guida le 2 caratteristiche principali sono agilità ed efficienza. La nuova Toyota Aygo monta un motore VVT-i da 998 cc, 3 cilindri, 12 valvole DOHC conforme agli standard Euro 6.2. È stato rivisto per trovare il giusto bilanciamento tra consumi e potenza a livello di coppia anche a regimi più bassi per la guida in città. Così la city car nipponica sviluppa 53 kW (72 CV) a 6.000 giri/min. e 93 Nm di coppia a 4.400 giri/min. La nuova Aygo permette un’accelerazione 0-100 km/h in 13,8 secondi e una velocità massima di 160 km/h. Come consumi la versione standard viaggia a 24,4 km/l, che si traducono in emissioni di CO2 pari a 93 g/km.

L’INFOTAINMENT E IL ‘SAFETY SENSE’

Di serie troviamo il Toyota Safety Sense, introdotto nel 2017, il quale unisce diverse tecnologie di sicurezza. Ad esempio il Sistema Pre-Crash e il Lane Departure Alert. Il comfort è migliorato con l’utilizzo di nuovi materiali fonoassorbenti per isolare i rumori del motore e quelli provenienti dal fondo stradale. Non manca poi un’adeguata piattaforma per connettere la vettura sia a smartphone Apple che Android. Sarà sufficiente collegare il cavo USB e poi usare lo schermo touch del sistema multimediale. Il riconoscimento vocale è una delle novità introdotte nella nuova generazione della Aygo.

ALLESTIMENTI PER UN’AMPIA CLIENTELA

Gli allestimenti sono il valore aggiunto della nuova Aygo. Con essi Toyota cercherà di intercettare i gusti di una vasta scala di automobilisti. Si riconosceranno in base al colore della carrozzeria, ai cerchi in lega, agli interni o al disegno del paraurti anteriore. Quello base, che parte dagli 11.850 euro, è l’ x-cool. Poi si sale all’x-play, già molto completo. Curiosità: Toyota ha approntato anche la versione x-fun studiata per i neopatentati, con cerchi in lega da 15’’ e ruotino di scorta che permette alla vettura di stare nel limite dei 55 kW/tonnellata. Ma il top di gamma di Aygo lo si raggiungerà solo con gli allestimenti x-cite, x-trend e x-clusiv. Dal punto di vista del finanziamento, la soluzione Pay Per Drive permette la possibilità di cambiare o saltare le rate anche durante il periodo di finanziamento e di restituire l’auto in qualsiasi momento senza pagare la maxi rata finale.

Autore: Francesco Bagini

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy