Nuova Kia Niro: design, disponibilità e prezzi della seconda generazione in arrivo

23-Mag-2022  
  • Kia Niro seconda generazione
  • Kia Niro seconda generazione profilo
  • Kia Niro seconda generazione cockpit
  • Kia Niro seconda generazione posteriore
  • Kia Niro seconda generazione interni
  • Kia Niro seconda generazione sedili
  • Kia Niro seconda generazione ricarica

A quasi dieci anni di distanza da quel 2013 in cui il primo concept debuttava al Salone di Francoforte, è giunto il momento della seconda serie di "Kia Niro" targata 2022, ancora più caratterizzata da soluzioni tecniche e costruttive in grado di abbracciare i concetti di elettrificazione e sostenibilità ambientale.

INDICE
Seconda generazione
Nuova piattaforma, nuovo design
Interni e sistemi di guida
Motori e prestazioni
Colorazioni, allestimenti e prezzi

Principi che avevano già ispirato la prima generazione, arrivata poi sul mercato all’inizio del 2016, con la scelta di tre powertrain oggi completamente rivisitati nella nuova generazione comprendente un propulsore full EV 100% elettrico e due trazioni elettrificate nelle versioni “HEV” e “PHEV” del nuovo crossover di segmento C del marchio sudcoreano.

La “Kia Niro” classe 2022 nasce da una totale riprogettazione dell’idea di partenza, basata sullo sviluppo della collaudata piattaforma “K” che giunge oggi alla sua terza generazione e che comprende nella sua evoluzione una struttura multi-carico in grado di generare nuove proporzioni per un migliore sfruttamento dello spazio a bordo e di assorbire più efficacemente gli urti in caso di collisioni frontali.

Meccanica

Il rinnovamento del pianale consente, inoltre, diverse possibilità di collocazione della batteria che nel caso delle ibride “HEV” e “PHEV” acquisisce una posizione posteriore, mentre nella all electric “BEV” è posta sotto il pavimento nella zona centrale dell’auto, abbassandone il baricentro a vantaggio di prestazioni più performanti. La nuova “Kia Niro” è lunga 4,42 metri, larga 1,83 e, insieme ad un’altezza di 1,57 metri, mostra un passo e un bagagliaio decisamente generosi per la categoria, rispettivamente di 2.720 mm e 451 litri.  

Ma ad essere migliorata è complessivamente la geometria degli assali anteriore e posteriore della nuova berlina Kia, dotata di sospensioni a schema MacPherson nell’avantreno e di quattro bracci multilink nella parte retrostante, capaci di migliorarne in maniera sensibile rispetto al passato la stabilità, la maneggevolezza e il comfort di marcia. Oltre ad uno sterzo ricalibrato e più preciso, la seconda generazione “Niro” beneficia anche di una imbottitura della struttura che limita al minimo il rumore e le vibrazioni provenienti dal motore e dalla strada.

Ad un’evoluzione in termini di sicurezza del telaio ha in più contribuito l’aumento del circa 22% di acciaio per stampaggio a caldo ad alta resistenza alla trazione. Una modifica che, abbinata alla contemporanea riduzione di oltre 20 kg del peso dell’auto ed all’aumento di circa l’1% della sua rigidità torsionale, ha determinato una maggiore efficienza e un’accresciuta manovrabilità in curva di quello che resta in termini di vendite il terzo best seller della Casa di Seul.

Stile

Totalmente rivoluzionato il design, contraddistinto adesso dall’imponente “tiger face” e dalle luci diurne angolari “Heartbeat”, stilisticamente originali. Un look capace di trasmettere una sensazione di solidità anche grazie alla nuova piastra protettiva e dal suo rivestimento, alleggeriti dall’ampia griglia anteriore in tinta bicolore e con rivestimento laterale grigio acciaio sulla versione “BEV” che, in aggiunta, monta anche cerchi in lega dedicati da 17 pollici.

La linea della vettura si distingue per semplicità e naturalezza delle traiettorie e focalizza lo sguardo sul montante posteriore a contrasto “Aero C-Pillar”, concepito per raggiungere accrescere il livello di aerodinamicità della “Niro” che non supera oggi lo 0,29 (Cx). Distintivi da un punto di vista estetico anche i gruppi ottici al LED posteriori a forma di boomerang. Mentre la piastra paramotore e l’ampio diffusore risultano omogenei con gli elementi della carrozzeria presenti nel frontale.

I nuovi interni sono realizzati in materiale riciclato dall’effetto premium e disegnati seguendo linee morbide ed essenziali, con un cockpit e la strumentazione del guidatore dall’ingombro ridotto e head up display per migliorare i livelli di attenzione durante la guida. A questa novità si abbinano anche il nuovo e ampio, pacchetto di sistemi di sicurezza ed assistenza, con ADAS “DriveWise”, “Forward Collision-Avoidance Assist" (FCA) per la segnalazione anche acustica del rischio di collisione e nelle situazioni di emergenza comprensivo anche di frenata automatica, telecamera frontale, sistemi di navigazione e di controllo della velocità (ISLA), “Lane Keeping and Following Assist”, “Safe Exit Assist" (SEA) di supporto nell’uscita dall’auto senza il rischio di impatti con eventuali auto in arrivo e la innovativa funzione “Junction Crossing”, presente sulla versione 100% elettrica, che avverte il conducente del sopraggiungere di veicoli dalla direzione opposta o lateralmente.

A livello motoristico, il rinnovato crossover compatto di Kia propone due propulsori a basse emissioni, basati sul 1,6 litri GDI a benzina “Smartstream” con 105 CV erogati per via endotermica oltre ai 44,5 CV (32 KW) o 84 CV (62 KW) sviluppati dal motore elettrico in base alla tipologia di doppia alimentazione: l’ibrido elettrico della “Niro HEV” dalla potenza complessiva di 141 CV e il plug-in hybrid della variante “PHEV” da 183 CV totali.

A questi modelli si aggiunge poi la versione all electric “BEV”, dalle prestazioni briose grazie ai 204 CV (150 KW) di potenza erogati dal motore elettrico, capace di sviluppare una coppia di 255 Nm e di scattare da 0 a 100 km/h in soli 7,8 secondi, pur raggiungendo una velocità massima abbastanza contenuta di 167 km/h dichiarati dal brand coreano. La “Niro EV” è equipaggiata con batteria agli ioni di litio da 64,8 kWh in grado di garantire secondo il produttore un’autonomia nel ciclo combinato WLTP di 460 km e a cui servono appena 43 minuti per ricaricarsi dal 10 all'80%, con il supporto dello specifico caricabatterie rapido CC.

La nuova “Kia Niro 2022”, ordinabile già a partire da giugno, è disponibile in nove tonalità di colori esterni: Cityscape Green, Clear White, Snow White Pearl, Aurora Black Pearl, Mineral Blue, Interstellar Grey, Orange Delight, Runway Red e Steel Grey, a cui si aggiunge la possibilità di ulteriori personalizzazioni in base alla diversa scelta di colorazione per il montante C a contrasto.

Tre sono, infine, gli allestimenti previsti per la versione elettrica ibrida “HEV” e per la 100% elettrica “BEV”: “Business”, “Style” ed “Evolution”. L’allestimento di base, disponibile solo sulla versione “HEV” dispone di serie di cerchi in lega diamantati da 16 pollici, luci diurne a LED e passaruote laterali opachi a contrasto all’esterno e di navigatore touchscreen da 10,25 pollici, climatizzatore automatico e pannello “Multi Mode” per la gestione a sfioramento anche del clima e dell’infotainment, dentro l’abitacolo. Per questo allestimento i prezzi partono da 30.500 euro.

L’allestimento “Style”, disponibile sia per la plug-in “PHEV” che per la 100% elettrica “EV” si arricchisce di finiture più raffinate ed è dotato di vetri posteriori oscurati, cerchi in lega diamantati da 18 pollici e passaruota in nero lucido. Gli interni sono ingentiliti da sedili in misto pelle-tessuto “Mood lamps” e dalla leva del cambio di tipo “Shift by Wire”. Le funzionalità di sicurezza sono, inoltre, implementate dal sistema “Smart Cruise Control” e dal dispositivo “Highway Drive Assist” che adatta automaticamente l’andatura dell’auto ai limiti di velocità. In questo caso, i prezzi partono invece da 32.500 euro per la versione ibrida plug-in e da 42.700 euro per il modello ad alimentazione esclusivamente a batteria.

Infine l’allestimento top di gamma “Evolution”, anch’esso previsto soltanto per “PHEV” e “BEV” e contraddistinto da proiettori anteriori Dual LED e passaruota super lucidi “High Glossy Black”. Su questa versione i sedili risultano pure riscaldabili e quello del guidatore è anche regolabile elettricamente, mentre il portellone posteriore è ad apertura intelligente. Sul piano della sicurezza, in più ci sono il sistema anticollisione “Blind-spot Collision Avoidance Assist” (BCA) e il “Safe Exit Assist”.

Nella dotazione di serie della “Kia Niro EV Evolution”, al vertice della linea, sono inoltre compresi la pompa di calore e un cavo di ricarica di Tipo 2, oltre ad un anno di abbonamento gratuito al sistema di assistenza alla ricarica “Kia Charge Plus”. Per questa ultima versione full electric di allestimento “Evolution” i prezzi di partenza salgono a partire dai 47.500 euro. La "Niro" edizione 2022 sarà ordinabile già da giugno e in arrivo nelle concessionarie a partire dal prossimo autunno.

Autore: Redazione
The Driver