Dal 9 gennaio 2014 entra in vigore la riforma che cambia la procedura per il rinnovo della patente. Ne avevamo già parlato a maggio, quando la materia doveva ancora essere analizzata dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni e dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. La novità più importante? A seguito del rinnovo non sarà più inviato a casa il bollino, bensì una nuova patente in formato carta di credito con foto aggiornata.


Costo rinnovo patente

Chi si appresta a rinnovare la propria patente di guida può stare tranquillo: il costo del rinnovo con l’entrata in vigore del decreto del Ministero dei trasporti rimane lo stesso di prima, anche se vi sono lievi differenza nelle modalità. Ecco i costi da sostenere:  9 euro di diritti di Motorizzazione e 16 euro di imposta di bollo da pagare tramite bollettino postale – prima si pagava la marca da bollo di uguale valore –, ai quali si aggiungono 6,80 euro di spese postali per il recapito della nuova patente tramite “Posta Assicurata” e il costo della visita medica che varia in base all’Asl (comunque compresa tra i 20 e i 50 euro per patenti A e B), oltre al costo delle fototessere che dovranno essere presenti ad ogni rinnovo. Insomma, il costo del rinnovo della patente è di 25 euro esclusi visita medica, invio postale e fototessere.


Procedura rinnovo patente

La richiesta di rinnovo può essere effettuata al massimo quattro mesi prima della data di scadenza della propria patente. La procedura prevede la visita medica, con la quale il medico dell’Asl certifica l’idoneità al rinnovo e – attraverso il Portale dell’Automobilista – invia il resoconto al CED della Motorizzazione. Una procedura veloce, che dovrebbe portare a ricevere la nuova patente in tempi brevi. In attesa di ricevere la nuova patente rinnovata per posta all’indirizzo desiderato – che non per forza deve corrispondere a quello di residenza ovvero del domicilio – è possibile circolare con il documento provvisorio stampato dal medico, che avrà una durata di 60 giorni.


Ogni quanto si rinnova la patente

Con l’entrata in vigore del decreto, la durata della patente di guida rimane la stessa. Varia quindi in base alla tipo:

  • Patente A e B: rinnovo ogni 10 anni fino ai 50 anni di età, rinnovo ogni 5 anni in età compresa tra 50 e 70      anni, rinnovo ogni 3 anni tra 70 e 80 anni e rinnovo ogni 2 anni superati gli 80 anni di età.

  • Patente C: rinnovo ogni 5 anni fino ai 65 anni di età e rinnovo ogni 2 anni superati i 65 anni di età.

  • Patente D: rinnovo ogni 5 anni fino ai 60 anni di età e rinnovo ogni anno dopo i 60 anni di età.

La scadenza della patente di guida, dopo il suo rinnovo, coinciderà con quella del proprio compleanno.

Per tutte le novità e la guida completa sul rinnovo patente: Modalità e costi per il rinnovo della patente di guida