La patente per il 125, meglio conosciuta come patente A1, è conseguibile a partire dall’età di 16 anni e permette di guidare motocicli leggeri ed altri motoveicoli: tricicli e quadricicli di peso non superiore ai 550 kg (400 kg se adibiti al trasporto di persone).

Come indica il nome stesso, la patente per il 125 abilita alla guida di motocicli con cilindrata massima di 125 cc e con una potenza non superiore agli 11 Kw. 
 

QUIZ DI TEORIA PER L’ESAME TEORICO PER IL 125

Per conseguire la patente per il 125 è necessario svolgere due prove, un esame teorico ed un esame pratico. L’esame teorico consiste nel sostenere una prova a quiz con le stesse domande e modalità previste per la patente B dell’automobile. 

È possibile esercitarsi ai quiz della patente per prepararsi all’esame teorico. Ogni scheda dell’esame è composta da 40 domande singole a cui bisognerà rispondere vero o falso.
 

L’ESAME PRATICO PER IL 125

L’esame pratico per conseguire la patente di guida per il 125 dovrà essere effettuato con un motociclo di cilindrata compresa tra 120 cc e 125 cc, con potenza non superiore agli 11 Kw, un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW per kg e velocità massima di almeno 90 km/h. Se si svolge l’esame pratico con un motociclo con cambio automatico (come tutti gli scooter), la patente per il 125 avrà la limitazione di guida ai soli veicoli con il cambio automatico. Si consiglia dunque di svolgere la prova d’esame con un motociclo con cambio manuale.

La durata dell’esame pratico non può essere inferiore ai 25 minuti. Prevede un percorso su strada chiusa al traffico per verificare le capacità di guida e una prova su strada per valutare la conoscenza delle norme di circolazione. Il percorso prevede uno slalom tra cinque coni disposti alla distanza di quattro metri l’uno dall’altro, un passaggio stretto, la prova dell’otto e la prova di frenata.

Per quanto riguarda invece la prova su strada, il candidato viene munito di auricolare e riceve istruzioni dall’esaminatore sulle attività da svolgere. L’esaminatore si trova su un’auto che segue o precede il candidato e valuta la conoscenza delle norme di circolazione quali il rispetto della distanza di sicurezza, l’ utilizzo degli indicatori di direzione, il rispetto dei limiti di velocità e delle precedenze.

Di seguito un video esemplificativo che illustra le modalità di svolgimento della prova di pratica per ottenere la patente per il 125.


IL FOGLIO ROSA PER GUIDARE IL 125

Il foglio rosa per la guida del 125 viene rilasciato solamente dopo aver superato l’esame di teoria. Il motociclo guidabile con il foglio rosa deve rispettare le limitazioni in termini di cilindrata e di potenza previste dalla patente A1 per la guida del 125.

Con il foglio rosa si possono percorrere solo luoghi poco trafficati: la valutazione non deve essere fatta in base al tipo di strada (urbana o extraurbana che sia) ma alle condizioni di traffico in quel determinato momento.
 

QUANTO COSTA LA PATENTE PER IL 125

La patente per il 125 ha un costo che varia se si opta per il fai-da-te (ovvero attraverso la motorizzazione), oppure se ci si rivolge a una scuolaguida. Nel caso della scuolaguida, trattandosi di libero mercato, il prezzo per la patente del 125 può essere compreso tra i 300 e i 600 euro. In ogni caso vale la pena fare più di un preventivo facendosi specificare i costi relativi all’iscrizione, alla visita medica, alle guide, alla prenotazione dell’esame teorico, al rilascio del foglio rosa e all’iscrizione dell’esame pratico.

Se si sceglie la via della motorizzazione, i costi per conseguire la patente del 125 sono più bassi. Ci sono due versamenti relativi a due bollettini, uno di 16,00 euro sul cc 4028 e uno di 24,00 euro sul cc 9001. Il certificato medico può essere fatto all’ASL; il suo costo varia in base alla regione a cui va aggiunto il costo di una marca da bollo di 16,00 euro. Infine, per l’iscrizione all’esame di guida, va fatto un altro versamento di 16,00 euro.