Si amplia la gamma della nuova monovolume Fiat che ha già raggiunto un notevole successo di vendita - è stata la media più venduta in Italia nel mese di gennaio - con la versione top di Gamma 500L 1.6 Multijet II 105 cv che si va ad affiancare, in termini di potenza, alla 500L 0.9 TwinAir Turbo 105 cv presente in gamma. Già ordinabile presso la rete vendita Fiat, arriverà negli showroom nella seconda metà di marzo.


Cambio a 6 rapporti e consumo contenuto

Non solo potenza in più, la nuova 500L 1.6 Multijet II 105 cv è dotata anche del cambio manuale a 6 rapporti, prima disponibile solo per la versione a benzina 0.9 TwinAir Turbo. Il nuovo 1.6 Multijet II è un propulsore efficiente e brillante, l’ultima evoluzione della tecnologia Multijet di seconda generazione, che vanta prestazioni interessanti e costi di gestioni contenuti grazie anche al piano di manutenzione che prevede tagliandi ogni 2 anni o 35.000 km. Il consumo medio dichiarato per la Fiat 500L 1.6 Multijet II 105 cv è di 4,5 l/100 km, con emissioni pari a 117 g/km.


Autostrada o città?

Dotate della medesima potenza ed entrambe ricche di coppia già a partire dai bassi regimi, le due versioni da 105 cv si rivolgono ad un utilizzo differente. La 500L 1.6 Multijet II 105 cv sarà la prediletta dai grandi viaggiatori, mentre la 500L 0.9 TwinAir Turbo 105 cv si rivela perfetta soprattutto in ambito urbano, per le caratteristiche intrinseche dei motori a benzina i quali impiegano meno tempo a raggiungere la temperatura d’esercizio e a funzionare al massimo dell’efficienza. Parca nei consumi e con emissioni inquinanti contenute, la 500L 0.9 TwinAir Turbo rientra nei parametri degli standard europei 2020.


Un successo in tutta Europa

Sul mercato da circa 5 mesi, la Fiat 500L ha raccolto oltre 38.000 ordini in Europa, diventando la prima auto della famiglia grazie all’ampio spazio interno e alla dotazione ricca da segmento C abbinati a dimensioni e prezzi da vettura del segmento B. Una perfetta “auto anti-crisi”, come sostiene la Casa torinese, che ha inventato le nuove regole del segmento. I suoi clienti infatti sono eterogenei e, nel 57% dei casi, erano in possesso di vetture di altri marchi prima di passare a Fiat, che con la 500L è riuscita a soddisfare anche il segmento degli empty nester, le famiglie che di solito prendono in considerazione vetture di segmenti superiori per la loro funzionalità, e proprio per lo stesso motivo hanno acquistato la 500L.