Il 1° maggio aprono i battenti di Expo Milano 2015, l’attesissima esposizione il cui tema è "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita". Non solo cibo, quindi, ma anche il concetto di sostenibilità, estendibile a qualunque prodotto. Il Gruppo FCA, per l’occasione, metterà a disposizione una flotta composta da alcune auto ad alimentazione alternativa e alcune di rappresentanza.

"L'unione dei due gruppi ha permesso di creare il settimo costruttore mondiale di automobili, che considera la sostenibilità come migliore strada per garantire valore e dignità ai risultati conseguiti" ha affermato Sergio Marchionne, Amministratore Delegato di FCA. Fiat, negli ultimi anni, ha creduto e investito nelle alimentazioni alternative: è una delle poche Case automobilistiche a offrire nella gamma varianti a GPL e a Metano della stessa auto, come si può evincere dal listino di alcune su vetture, come la Panda, la Punto e la 500L.

FCA, dati alla mano, è il primo produttore di veicoli con impianto GPL e metano di fabbrica, con oltre 650.000 unità vendute dal 1997 a oggi. La gamma prevede ben 12 modelli a metano, un record che ha consentito al Gruppo di conquistare il titolo di Premio Auto Europa. Proprio il metano, infatti, è oggi il carburante più economico ed ecologico oggi disponibile su larga scala, che può diventare una fonte rinnovabile grazie allo sviluppo del biometano. Un’auto a metano, nell’ottica “well-to-whell”, può arrivare a emissioni di CO2 pari a quelle di un’auto elettrica.

La flotta di 105 vetture presente a Expo Milano 2015 è composta da 71 500L Natural Power con alimentazione bifuel benzina/metano (funzionanti anche a biometano), 10 500e a trazione elettrica - attualmente in vendita negli USA -, 10 500L Living e 4 500L Trekking. Una parte della flotta sarà a disposizione dello staff di Expo 2015, l’altra alle delegazioni dei Paesi espositori. Per servizi di rappresentanza, il Gruppo FCA offrirà anche 6 Jeep Grand Cherokee, 2 Lancia Voyager e 2 Maserati Quattroporte.