La Mercedes classe E All-Terrain – risposta della Stella all'Audi A6 allroad – è una variante della classe E station wagon 4Matic a trazione integrale che strizza l'occhio al mondo delle SUV.
 

MERCEDES CLASSE E ALL-TERRAIN: COM'È?

Più alta da terra di 2,9 cm rispetto alla S.W. da cui deriva (1,4 dovuti agli pneumatici con i fianchi più alti che offrono più comfort sule superfici sconnesse e 1,5 grazie alle eccezionali sospensioni pneumatiche Air Body Control di serie), può vantare un programma di marcia All-Terrain che ottimizza la guida in fuoristrada: assetto che si solleva di 2 cm fino ad una velocità di 35 km/h, modifiche alle soglie di intervento di ESP, controllo di imbardata e regolazione antislittamento ASR e informazioni specifiche sul display come l'angolo di sterzata, la posizione della sospensione pneumatica, l'angolo di pendenza e inclinazione, la posizione di acceleratore e freno e la bussola.


LOOK DA SUV

La Mercedes classe E All-Terrain ricorda le SUV anche nel look: rivestimenti neri per i passaruota e i sottoporta, mascherina a due lamelle con stella centrale integrata, rivestimento galvanizzato color cromo argentato nel look protezione antiincastro e paraurti suddivisi in tre parti, verniciati in tinta con la vettura nella zona superiore e con la sezione inferiore realizzata in materiale sintetico. Dentro spiccano invece la pedaliera sportiva in acciaio legato con inserti in gomma antisdrucciolo e i tappetini con la scritta All-Terrain.
 

COMFORT DA DIECI E LODE

Nel nostro primo contatto abbiamo potuto guidare la Mercedes classe E All-Terrain con il motore “base” 220d: un 2.0 turbodiesel ricco di cavalli (194) e con una coppia di 400 Nm in grado di offrire una buona spinta ai bassi regimi. Notevole il contributo offerto dal cambio automatico: un convertitore di coppia a 9 rapporti estremamente fluido nei passaggi marcia perfetto per chi cerca il massimo comfort.

Tutto nella station wagon “quasi SUV” di Stoccarda contribuisce a rendere rilassante ogni viaggio: dal propulsore silenzioso all'ottimo lavoro di insonorizzazione effettuato sull'abitacolo passando per uno sterzo leggero quando serve e per sospensioni morbide come cuscini quando si opta per la modalità di guida Comfort.
 

PREZZO (E CONTENUTI) DA “PREMIUM”

Il tutto ad un prezzo in linea con quanto offerto dalle rivali: la Mercedes E 220d All-Terrain Business Sport protagonista del nostro primo contatto costa 65.195 euro e ha una dotazione di serie che comprende – tra le altre cose – l'autoradio Bluetooth iPhone iPod SD USB, il cambio automatico, i cerchi in lega da 19”, il climatizzatore automatico bizona, il cruise control, il Dynamic Select (sistema che permette di selezionare diversi setup per la dinamica di marcia agendo su motore, sterzo, cambio e sospensioni), i fari a LED, il navigatore, il pacchetto comfort per i sedili anteriori (regolazione elettrica in altezza, inclinazione seduta, inclinazione schienale e supporto lombare a 4 vie elettro-pneumatico), il portellone ad apertura e chiusura elettrica, i retrovisori esterni ripiegabili elettricamente, i retrovisori interni ed esterni autoanabbaglianti, i sedili riscaldabili e i sensori di parcheggio con telecamera posteriore.


LA PROVA CONSUMI: BUONI, MA NON DA RECORD

I consumi sono interessanti ma non da record: la Casa di Stoccarda dichiara percorrenze pari a 19,2 km/l e solo adottando uno stile di guida tranquillo si riesce a stare sopra quota 15. Va detto, però, che durante una gara di consumi disputata al volante della grande familiare teutonica a trazione integrale siamo riusciti a percorrere 88 km con soli 3,7 litri di gasolio adottando una serie di accorgimenti “eco” come ad esempio un trattamento delicato riservato al pedale dell'acceleratore.


IMMENSA FUORI (E ANCHE NEL BAGAGLIAIO)

Per quanto riguarda il resto la Mercedes classe E All-Terrain è identica alla classe E S.W. da cui deriva. Una familiare molto ingombrante che sfiora i cinque metri di lunghezza ma che in cambio regala un bagagliaio gigantesco (640 litri che diventano 1.820 quando si abbattono i sedili posteriori).

L'unica nota leggermente stonata su un'auto progettata per puntare a raggiungere la perfezione riguarda il divano posteriore, troppo stretto per accogliere davvero comodamente tre passeggeri.


IL NUOVO 2.0 DIESEL: UN PO' DI TECNICA

Il nuovo motore 2.0 turbodiesel quattro cilindri Mercedes da 194 CV – denominato OM 654) ha debuttato ufficialmente sotto il cofano della classe E nella primavera del 2016 e presenta alcune interessanti innovazioni tecniche: la camera di combustione a gradini (che riduce i tempi di combustione e le emissioni di particolato grazie al funzionamento possibile anche in presenza di un elevato eccesso d'aria), le superfici di scorrrimento dei cilindri rivestite con la tecnologia Nanoslide (che migliora i consumi ai bassi e ai medi regimi) e – soprattutto – la combinazione di basamento in alluminio e pistoni in acciaio.

Quest'ultima soluzione – a prima vista insolita (l'acciaio si dilata meno sotto l'azione del calore rispetto all'alluminio) – assicura invece numerosi vantaggi come il gioco crescente tra i pistoni e il basamento (che riduce gli attriti), la possibilità di creare pistoni più compatti, più leggeri e più resistenti e un rendimento termodinamico superiore dovuto all'incremento delle temperature dei componenti.