Fiat Panda Sport Hybrid: look sportivo, cuore ibrido

19-Apr-2022  
  • Fiat Panda Sport Hybrid foto
  • Fiat Panda Sport Hybrid posteriore
  • Fiat Panda Sport Hybrid cerchi lega
  • Fiat Panda Sport Hybrid immagine
  • Fiat Panda Sport Hybrid immagine posteriore
  • Fiat Panda Sport Hybrid badge
  • Fiat Panda Sport Hybrid profilo
  • Fiat Panda Sport Hybrid sedili
  • Fiat Panda Sport Hybrid interni
  • Fiat Panda Sport Hybrid

La Fiat Panda Sport Hybrid ha uno stile che ricorda, seppure da lontano, quello della vecchia Panda 100 HP. Sotto il cofano, però, nasconde un piccolo 1.0 3 cilindri aspirato con sistema ibrido 12 Volt.

COME SI PRESENTA

In Italia la Fiat Panda non ha certo bisogno di presentazioni. È l’auto che vende di più in assoluto: quasi il triplo della seconda classificata, la “gemella” diversa (molto, molto diversa) Fiat 500.

Per chi non la conoscesse, la Panda è un’icona nata nel 1980 dalla matita di Giorgetto Giugiaro, e negli anni si è evoluta trasformandosi in un’arrotondata, simpatica e versatile mini-monovolume.

Una citycar spaziosa e super pratica, dallo stile giocoso, declinata in diverse varianti da scegliere.

La Panda, insieme alla Suzuki ignis, è l’unica citycar disponibile anche con la trazione 4x4. La versione Cross con stile da crossover, però, è disponibile anche ibrida, proprio come la Panda Sport oggetto della nostra prova, che invece ha un look da piccola sportiva, specie con questa tinta Grigio Opaco e il pacchetto "Pandemonio" con pinze freni rosse.

La versione Hybrid cambia tantissimo rispetto alla precedente Panda senza elettrificazione perché ha abbandonato il 4 cilindri da 1,2 litri aspirato in favore di un 3 cilindri da 1,0 litri, sempre aspirato, di (quasi) pari potenza: 70 Cv vs 69 Cv. In più si è aggiunto un piccolo sistema a 12,5 Volt che recupera energia nelle fasi di rallentamento e la utilizza in quelle di spunto al fine di ridurre i consumi.

COME VA LA PANDA SPORT IBRIDA

Il nuovo 3 cilindri avrà anche una coppia inferiore rispetto al precedente 1.2 4 cilindri, ora disponibile sulla Panda Sport GPL, eppure è più godibile e più vivace ai bassi regimi. È abbinato a un cambio manuale a 6 marce, dunque anche in autostrada si viaggia meglio, a un regime inferiore con meno rumore e consumi più bassi.

In caso di indecisione tra le due, la ibrida percorre 25,6 km/l nel ciclo WLTP contro i 13,2 della GPL. Dunque, considerando il prezzo del gas in genere inferiore della metà rispetto a quello della benzina, i costi di percorrenza sono piuttosto simili tra le due versioni; e con la GPL bisogna anche ammortizzare i 750 euro in più del prezzo di listino, a cui si aggiungono alcune decine di euro per la sostituzione del filtro del GPL al tagliando.

Nell’uso reale si percorrono facilmente tra i 16 e i 18 km/l in autostrada, e questo significa che il 3 cilindri è efficiente anche quando il sistema mild-hybrid da 12,5 Volt non partecipa. Ottimi risultati in extraurbano, dove si superano facilmente i 20 km/l (oltre 25 km/l con una guida attenta), e circa 15 km/l in città.

Il piccolo 3 cilindri non è esente da vibrazioni, ma risponde bene ai bassi regimi, e in fondo il suo sound mette allegria, così come lo sterzo, leggerissimo premendo il pulsante “City”.

Il rollio tipico della Panda qui è smorzato dalla gommatura generosa della Sport da 195/45 su cerchi da 16 pollici, ma non ci si deve aspettare un assetto piatto (e scomodo sulle buche) com’era quello della Panda 100 HP: a dispetto della denominazione, sulla Panda Sport il comfort non viene sacrificato in nome della sportività.

POSSIBILE ALTERNATIVE

All’interno della gamma ci sono delle alternative interessanti, tra cui la versione GPL, che però, considerati i consumi più elevati, non si distacca molto dalla Panda Hybrid in termini di costi di percorrenza. E poi ci sono gli allestimenti City Cross e Cross dall’aspetto suvvizzato, e la Panda 4x4 Wild per chi la vuole utilizzare davvero anche fuori dall’asfalto.

Il segmento delle citycar si sta impoverendo negli ultimi anni, ma tra quelle sul mercato la Suzuki Ignis ibrida è la più affine per stile e praticità.

A CHI SI RIVOLGE

La Fiat Panda è una perfetta cittadina, maneggevole, spaziosa, con un buon bagagliaio, e uno sterzo talmente leggero da rendere le manovre semplicissime. La versione Hybrid, pur con un contributo della parte elettrica ridotta a 12,5 Volt, è omologata come ibrida, dunque si muove senza limitazioni in molte zone ZTL. I consumi sono molto bassi in tutte le condizioni d’uso, anche in autostrada.

IL PREZZO DELLA FIAT PANDA SPORT HYBRID

Il prezzo di listino della Panda Sport Hybrid è di 16.350 euro, mentre la Panda Sport GPL costa 17.100 euro. È possibile mettersi in garage una Panda Hybrid con una cifra a partire da 14.700 euro nell’allestimento City Life.

PUNTI DI FORZA

  • Spazio e versatilità
  • Comfort
  • Consumi contenuti
  • Cambio a 6 marce
  • Sterzo leggerissimo in manovra

PUNTI DI DEBOLEZZA

  • Omologazione a 5 posti in sovrapprezzo
  • Dotazione di sicurezza attiva non completa

Autore: Michele Neri
The Driver

Scheda tecnica
FIAT Panda Sport 1.0 FireFly 70cv S&S Hybrid Sport

Prestazioni

0-100 14.7 s
Velocità 155 km/h

Consumi

Consumo combinato 25.6 km/l
Consumo extraurbano 28.6 km/l
Consumo urbano 21.3 km/l
Co2 89 g/km

Motore

Alimentazione mild hybrid
Tipo di motore n.d.
Cilindrata 999 cm3
KW / Cavalli 51 kW / 70 CV
Cilindri 3
Coppia max 92 Nm @ 3500 RPM

Trasmissione

Trazione anteriore
Cambio manuale
Numero marce 6

Dimensioni

lunghezza 365,3 cm
Larghezza 164,3 cm
Altezza 155,1 cm
Peso a vuoto 980 kg
Passo 230,0 cm
Porte 5
Posti 4
Serbatoio 38 l
Bagagliaio 225 / 870 l

Prezzo

prezzo 16.350 €