Disco orario: cos’è, a cosa serve e quando si usa

13-Ott-2021  

Il disco orario è un dispositivo utilizzato sui veicoli per segnalare l'ora di inizio di una sosta nelle zone in cui questa è limitata in termini di tempo.
L’utilizzo del disco orario è indispensabile in quelle zone in cui la sosta è normata, perché evita di incorrere in sanzioni.

INDICE
Com’è fatto?
Dove va esposto 
Normativa 
Sanzioni per mancato utilizzo 
Cosa fare nel caso in cui non si abbia il disco orario
Costo 
Disco orario automatico o digitale
Quale disco orario comprare

Il disco orario è costituito solitamente da un cartoncino di colore blu (può essere anche in plastica) in cui è presente la dicitura “ora di arrivo”, al di sotto della quale è presente una freccia che indica l’orario di arrivo, con numeri che vanno solitamente dalle 8.00 alle 20.00.

Per inserire l’ora di arrivo è sufficiente ruotare i numeri fino all’orario che coincide con l’inizio della sosta.

Dopo avere inserito l’orario di inizio sosta il disco orario va posizionato sul cruscotto della propria auto, in modo che sia ben visibile agli ausiliari al controllo della sosta.

Il disco orario è normato dall’ articolo 147 del Codice della Strada che dice  Nei luoghi ove la sosta è permessa per un tempo limitato è fatto obbligo ai conducenti di segnalare, in modo chiaramente visibile, l'orario in cui la sosta ha avuto inizio. Ove esiste il dispositivo di controllo della durata della sosta è fatto obbligo di porlo in funzione.

Il mancato utilizzo del disco orario in zone soggette a restrizioni temporali di sosta comporta una multa di 42 euro (29,20 euro se la multa viene pagata entro 5 giorni).

Se invece si lascia la vettura in sosta per un tempo superiore indicato dal disco orario la multa sarà di 26 euro (18,20 euro se la si paga entro 5 giorni).

Nel caso in cui il conducente sia sprovvisto di disco orari è possibile indicare l’orario di inizio sosta scrivendolo su un foglio di carta che deve poi essere posizionato, ben visibile, nel cruscotto dell’auto.

Un disco orario si può comprare anche online (a volte viene già fornito dai dalle case auto, nella dotazione di un veicolo), e il costo varia tra i 2 e i 6 euro.

È legale l’utilizzo di un disco orario automatico o digitale, a patto che essi non vengano utilizzati per truffare gli ausiliari del traffico e che siano messi in una posizione ben visibile sul cruscotto del veicolo.

Il disco orario automatico presenta un meccanismo a pila che fa muovere la lancetta e lo rende in tutto e per tutto simile ad un classico orologio.
Attraverso poi una piccola leva è possibile interrompere la corsa della lancetta, così da segnalare l’inizio dell’orario della sosta.

Il disco orario digitale, invece, è la versione più moderna dei dischi orari analogici in quanto sfrutta un piccolo display digitale per indicare l’ora da cui far cominciare l’inizio del parcheggio.

Di seguito vi riportiamo alcuni modelli di disco orario che possono essere acquistati online.

Vi suggeriremo disco orari classici, detti disco orario europeo, disco orario automatici e disco orari digitali.
Come vedrete, a volete, insieme a disco orari, vengono proposti dei kit che comprendono raschetti per il ghiaccio, portadocumenti, etc

Disco orario europeo
Disco orario europeo
Vedi offerta su Amazon
Disco orario automatico con kit di prodotti
Disco orario automatico con kit di prodotti
Vedi offerta su Amazon
Disco orario digitale
Disco orario digitale
Vedi offerta su Amazon

 

Autore: Dario Rabozzi
Fiat 500 elettrica