Auto inglesi: marche e modelli in commercio

06-Giu-2019  

Le Case automobilistiche inglesi presenti in Italia sono dieci: Aston Martin, Bentley, Caterham, Jaguar, Land Rover, Lotus, McLaren, Mini, Morgan e Rolls-Royce.

Di seguito troverete una guida completa a tutte le marche e i modelli provenienti dal Regno Unito e venduti nel nostro Paese: non solo un elenco ma un'analisi di ogni singolo brand e modello.

Aston Martin: la storia

L'azienda che oggi conosciamo come Aston Martin nasce nel 1913 come “Bamford & Martin” e prende il nome attuale nel 1926 dopo numerose vicissitudini di carattere economico.

La svolta arriva nel 1947 con l'acquisto della società da parte di David Brown: risalgono agli anni '50 le prime vittorie sportive importanti (una su tutte, la 24 Ore di Le Mans del 1959) mentre nel decennio successivo debuttano sportive mitiche come la DB5 (1963, diventata famosa come “auto di James Bond").

Dopo un lungo periodo di crisi l'Aston Martin torna a brillare all'inizio degli anni '90 grazie alla nuova proprietà Ford. Dal 2012 il marchio british appartiene al fondo di private equity Investindustrial dell'italiano Andrea Bonomi e nel 2013 ha siglato un accordo con Mercedes-AMG per la fornitura di motori.

Aston Martin: i modelli in listino

Aston Martin Rapide S

La Aston Martin Rapide S – nata nel 2013 – non è altro che un restyling della Rapide del 2009. Un'ammiraglia a trazione posteriore dotata di un motore 5.9 V12 a benzina da 559 CV. Il prezzo? 204.697 euro.

Aston Martin Vantage

La Aston Martin Vantage – nata nel 2017 – è una supercar a trazione posteriore dotata di un motore 4.0 V8 biturbo benzina da 510 CV che costa 158.772 euro.

Aston Martin DBS Superleggera

L'Aston Martin DBS Superleggera è una variante sportiva della DB11 nata nel 2018. Prezzo di 284.528 euro, trazione posteriore e un motore 5.2 V12 biturbo benzina da 725 CV.

Aston Martin DB11

L'Aston Martin DB11 è una supercar a trazione posteriore disponibile in due varianti di carrozzeria – coupé e Volante (cabriolet) – nata nel 2016. La gamma motori comprende due unità biturbo benzina - un 4.0 V8 da 510 CV e un 5.2 V12 da 639 CV – mentre i prezzi partono da 190.263 euro.

Bentley: la storia

Bentley viene fondata nel 1919 e inizia subito a farsi notare nel panorama automotive grazie a cinque vittorie alla 24 Ore di Le Mans (1924, 1927, 1928, 1929, 1930). Nel 1931 viene acquistata dalla Rolls-Royce e per quarant'anni realizza vetture di lusso molto (troppo) simili nell'estetica e nei contenuti a quelle dei “cugini”.

La Bentley ritrova una propria identità (più sportiva) negli anni '80 e nel 1998 entra nel Gruppo Volkswagen. Per il rilancio definitivo bisogna aspettare il 2003 con il debutto della Continental GT e con la sesta vittoria a Le Mans. Oggi la Casa inglese è specializzata nella produzione di ammiraglie, sportive e – dal 2016 – SUV di lusso.

Bentley: i modelli in listino

Bentley Flying Spur

La seconda generazione della Bentley Flying Spur è un'ammiraglia a trazione integrale nata nel 2013 con una gamma motori composta da quattro unità biturbo benzina: due 4.0 V8 da 507 e 528 CV e due 6.0 W12 da 625 e 635 CV. Prezzi da 192.300 euro.

Bentley Mulsanne

La seconda generazione della Bentley Mulsanne è un'ammiraglia a trazione posteriore nata nel 2011 e sottoposta a un restyling nel 2016. Prezzi da 308.500 e due motori 6.750 V8 biturbo benzina da 513 e 537 CV.

Bentley Continental GT

La terza generazione della Bentley Continental GT è una supercar a trazione integrale nata nel 2017 e dotata di un motore 6.0 W12 biturbo benzina da 635 CV. Il prezzo? 207.300 euro.

Bentley Bentayga

La Bentley Bentayga è una SUV a trazione integrale nata nel 2016. La gamma motori comprende due unità biturbo - un 6.0 W12 a benzina da 607 CV e un 4.0 V8 diesel da 435 CV – mentre i prezzi partono da 182.500 euro.

Caterham: la storia

La Caterham nasce nel 1973 grazie a Graham Nearn, un concessionario Lotus che decide di continuare a produrre su licenza la mitica Seven della Casa di Hethel.

La Caterham Seven è da 46 anni l'unico modello realizzato dalla Casa britannica (che negli anni '90 tentò senza successo di diversificare l'offerta con una spider più moderna chiamata 21): una scoperta leggerissima e potente rivolta a chi ama divertirsi in pista.

Caterham: i modelli in listino

Caterham Seven

La Caterham Seven è l'ultima evoluzione della spider britannica nata nel 1973 e a sua volta derivata dalla Lotus Seven del 1959. Prezzi da 30.947 euro e una gamma motori composta da quattro unità a benzina: 660 cc turbo da 80 CV, 1.6 da 136 CV e 2.0 da 175 e 240 CV.

Jaguar: la storia

La Casa inglese che oggi conosciamo come Jaguar vede la luce nel 1922 come Swallow Sidecars: l'azienda – inizialmente specializzata nella produzione di moto e dagli anni '30 attiva anche nella costruzione di automobili – cambia nome in Jaguar durante la Seconda Guerra Mondiale (SS era troppo simile all'unità paramilitare nazista).

Il successo di pubblico arriva nel 1948 con la XK120 (l'auto di serie più veloce in quegli anni) mentre per le vittorie sportive importanti bisogna aspettare il decennio successivo: cinque trionfi alla 24 Ore di Le Mans (1951, 1953, 1955, 1956, 1957) e primo posto al Rally di Monte Carlo del 1956.

Negli anni '60 le Jaguar sono tra le auto più desiderate del mondo: merito della mitica E-Type del 1961 e della rivoluzionaria ammiraglia XJ del 1968. La Casa inglese “vive di rendita” per tutti gli anni '70 e '80 e arricchisce il proprio palmarès sportivo grazie ad altri due successi a Le Mans rimediati nel 1988 e nel 1990. In mezzo – nel 1989 – l'acquisto da parte di Ford.

Dopo circa 20 anni in mani americane (un periodo caratterizzato da alti e bassi) nel 2008 Jaguar viene acquistata dagli indiani di Tata insieme a Land Rover. Oggi il marchio inglese punta su berline, sportive e SUV di lusso e su modelli ecologici: nel 2019 l'elettrica I-Pace ha conquistato il prestigioso riconoscimento di Auto dell'Anno.

Jaguar: i modelli in listino

Jaguar XE

La Jaguar XE è una berlina disponibile a trazione posteriore o integrale nata nel 2014 e sottoposta a un restyling nel 2019. Prezzi da 45.035 euro e una gamma motori composta da tre unità 2.0 sovralimentate: due a benzina da 250 e 300 CV e una diesel da 180 CV.

Jaguar XF

La seconda generazione della Jaguar XF è un'ammiraglia disponibile a trazione posteriore o integrale nata nel 2015. La gamma motori è composta da sei unità sovralimentate – due 2.0 a benzina da 250 e 300 CV e quattro diesel (2.0 da 163, 179 e 241 CV e 3.0 V6 da 300 CV) – mentre i prezzi partono da 47.710 euro.

Jaguar XF Sportbrake

La seconda generazione della Jaguar XF Sportbrake è la variante station wagon della XF: nata nel 2017 e disponibile a trazione posteriore o integrale (prezzi da 50.210 euro), ha una gamma motori composta da sei unità sovralimentate (due 2.0 a benzina da 250 e 300 CV e quattro diesel: 2.0 da 163, 179 e 241 CV e 3.0 V6 da 300 CV).

Jaguar XJ

La quarta generazione della Jaguar XJ – nata nel 2009 e sottoposta a un restyling nel 2015 – è un'ammiraglia a trazione posteriore dotata di un motore 3.0 V6 biturbodiesel da 300 CV. I prezzi? Da 89.180 euro.

Jaguar F-Type

La Jaguar F-Type è una supercar disponibile a trazione posteriore o integrale nata nel 2013 e sottoposta a un restyling nel 2017. Cinque motori, tutti sovralimentati, in gamma (2.0 da 300 CV 3.0 V6 da 340 e 380 CV e 5.0 V8 da 551 e 575 CV) e prezzi che partono da 63.890 euro.

Jaguar F-Type Convertibile

La Jaguar F-Type Convertibile è la variante spider della F-Type. Trazione posteriore o integrale, prezzi da 71.070 euro e una gamma motori composta da cinque unità sovralimentate: 2.0 da 300 CV, 3.0 V6 da 340 e 380 CV e 5.0 V8 da 551 e 575 CV.

Jaguar E-Pace

La Jaguar E-Pace – nata nel 2017 – è una SUV disponibile a trazione anteriore o integrale realizzata sullo stesso pianale della Land Rover Range Rover Evoque. La gamma motori è composta da sei unità 2.0 sovralimentate - tre a benzina da 200, 249 e 300 CV e tre diesel da 150, 179 e 241 CV – e i prezzi partono da 37.450 euro.

Jaguar F-Pace

La Jaguar F-Pace è una SUV nata nel 2015 realizzata sullo stesso pianale della Land Rover Range Rover Velar. Disponibile a trazione posteriore o integrale con prezzi da 48.750 euro, ha una gamma motori composta da sette unità sovralimentate: tre a benzina (2.0 da 250 e 300 CV e 5.0 V8 da 551 CV) e quattro diesel (2.0 da 163, 180 e 241 CV e 3.0 V6 da 300 CV).

Jaguar I-Pace

La Jaguar I-Pace è una SUV elettrica a trazione integrale dotata di un motore in grado di generare 400 CV. I prezzi? Da 82.460 euro.

Land Rover: la storia

La Land Rover è nata nel 1948 e da allora ha sempre prodotto solo fuoristrada e SUV: la prima 4x4 della Casa britannica – la Series I – viene svelata dopo la Seconda Guerra Mondiale e resta in commercio grazie a numerose evoluzioni (Series II, Series III, etc...) fino al 1985.

Nel 1970 nasce la Range Rover – la prima SUV “premium” di sempre, una vera fuoristrada in grado di cavarsela ottimamente anche su asfalto - mentre risale al 1983 il lancio della Defender (erede della Series costruita fino al 2016).

Dopo numerosi cambi di padrone (BMW dal 1994 al 2000 e Ford tra il 2000 e il 2008) Land Rover viene acquistata dagli indiani di Tata ed espande la propria gamma con Sport Utility trendy (ma anche efficaci in off-road).

Land Rover: i modelli in listino

Land Rover Discovery Sport

La Land Rover Discovery Sport è una SUV nata nel 2014 disponibile a trazione anteriore o integrale. Prezzi da 36.800 euro e una gamma motori composta da cinque unità 2.0 sovralimentate: due benzina Si4 da 241 e 290 CV e tre diesel da 150, 179 e 241 CV.

Land Rover Discovery

La terza generazione della Land Rover Discovery è una SUV a trazione integrale nata nel 2016 realizzata sullo stesso pianale della Range Rover Sport e della Range Rover. La gamma motori comprende tre unità sovralimentate - un 2.0 Si4 a benzina da 300 CV e due diesel (2.0 SD4 da 241 CV e 3.0 SDV6 da 306 CV – e i prezzi partono da 58.900 euro.

Land Rover Range Rover Evoque

La seconda generazione della Land Rover Range Rover Evoque è una SUV a trazione integrale nata nel 2018 realizzata sullo stesso pianale della Jaguar E-Pace. Prezzi da 45.300 euro e una gamma motori 2.0 turbo mild hybrid formata da sei unità: tre a benzina da 200, 249 e 300 CV e tre diesel da 150, 180 e 241 CV.

Land Rover Range Rover Evoque Convertibile

La Land Rover Range Rover Evoque Convertibile è la variante cabriolet della prima generazione della Range Rover Evoque: trazione integrale, motore 2.0 turbodiesel TD4 da 179 CV e prezzi da 58.930 euro.

Land Rover Range Rover Velar

La Land Rover Range Rover Velar è una SUV a trazione integrale nata nel 2017 realizzata sullo stesso pianale della Jaguar F-Pace. Prezzi da 59.500 euro e una gamma motori formata da sette unità sovralimentate: tre a benzina (2.0 Si4 da 250 e 300 CV e 5.0 V8 da 549 CV) e quattro diesel (2.0 da 179 e 241 CV e 3.0 V6 da 275 e 300 CV).

Land Rover Range Rover Sport

La seconda generazione della Land Rover Range Rover Sport è una SUV a trazione integrale nata nel 2013 realizzata sullo stesso pianale della Discovery e della Range Rover. La gamma motori è composta da sette unità sovralimentate – tre a benzina (2.0 Si4 da 300 CV e 5.0 V8 Supercharged da 525 e 575 CV), un 2.0 Si4 PHEV ibrido plug-in benzina da 404 CV e tre diesel (due 3.0 SDV6 da 249 e 306 CV e un 4.4 SDV8 da 340 CV).

Land Rover Range Rover Coupé

La Land Rover Range Rover Coupé è la variante a tre porte della Range Rover: una SUV a trazione integrale dotata di un motore 5.0 V8 Supercharged sovralimentato a benzina da 566 CV. Il prezzo? 299.700 euro.

Land Rover Range Rover

La quarta generazione della Land Rover Range Rover è una SUV a trazione integrale nata nel 2012 e sottoposta a un restyling nel 2017. Realizzata sullo stesso pianale della Discovery e della Range Rover Sport e in vendita con prezzi che partono a 106.700 euro, ha una gamma motori composta da cinque unità sovralimentate: due 5.0 V8 Supercharged a benzina da 525 e 566 CV, un 2.0 Si4 PHEV ibrido plug-in benzina da 404 CV e due diesel (3.0 SDV6 da 249 CV e 4.4 SDV8 da 340 CV).

Lotus: la storia

La Lotus vede la luce nel 1952: specializzata nella produzione di auto sportive e leggere, conquista il pubblico e la critica con la scoperta Seven del 1957.

Tra gli anni '60 e '70 la Casa di Hethel diventa un colosso del motorsport: 13 Mondiali F1 – 6 Piloti (1963, 1965, 1968, 1970, 1972, 1978) e 7 Costruttori (1963, 1965, 1968, 1970, 1972, 1973, 1978) – e una 500 Miglia di Indianapolis (1965). Senza però trascurare i modelli di serie. I più interessanti? La Elan del 1962 e la Esprit del 1976.

La scomparsa, nel 1982, del fondatore della Lotus Colin Chapman porta al declino del marchio inglese, ceduto nel 1986 alla General Motors. La svolta arriva con l'arrivo dell'imprenditore italiano Romano Artioli nel 1993 e con il lancio della Elise nel 1996. Nello stesso anno la Casa britannica passa nelle mani della malese Proton mentre dal 2017 il 51% della società appartiene ai cinesi di Geely.

Lotus: i modelli in listino

Lotus Elise

La terza generazione della Lotus Elise - nata nel 2011 – è una spider a trazione posteriore con una gamma motori composta da quattro unità a benzina: 1.6 da 136 CV e tre 1.8 sovralimentati da 220, 246 e 250 CV. I prezzi partono da 45.170 euro.

Lotus Exige

La terza generazione della Lotus Exige è una supercar a trazione posteriore nata nel 2011 disponibile in due varianti di carrozzeria (Coupé e Roadster). Prezzi da 81.770 euro e tre motori 3.5 V6 sovralimentati da 351, 380 e 436 CV.

Lotus Evora

La Lotus Evora è una supercar a trazione posteriore nata nel 2009 con prezzi che partono da 103.100 euro. La gamma motori comprende tre unità 3.5 V6 sovralimentate da 405, 416 e 436 CV.

McLaren: la storia

La McLaren nasce nel 1963 come scuderia e oggi è il secondo team che ha vinto più GP di F1 dopo la Ferrari. Il palmarès nel Circus della squadra britannica comprende 12 Mondiali Piloti (1974, 1976, 1984, 1985, 1986, 1988, 1989, 1990, 1991, 1998, 1999, 2008) e 8 titoli Costruttori (1974, 1984, 1985, 1989, 1990, 1991, 1998) ma non vanno dimenticati i tre successi alla 500 Miglia di Indianapolis (1972, 1974, 1976) e la 24 Ore di Le Mans del 1995.

La McLaren inizia a produrre supercar stradali nel 1992 con la mitica F1 (la prima auto di sempre con scocca in fibra di carbonio): motore 6.1 V12 BMW da 627 CV e tre posti a sedere, con quello centrale per il guidatore. Solo in questo decennio, però, la Casa britannica realizza una gamma completa di sportive.

McLaren: i modelli in listino

McLaren Sports Series

La gamma McLaren Sports Series comprende tutte le supercar a trazione posteriorecoupé o spider - della Casa britannica dotate del motore 3.8 V8 biturbo benzina: la 540C da 540 CV, le 570S e 570GT da 570 CV e la 600LT da 600 CV. Una famiglia nata nel 2015 in vendita a prezzi da 176.000 euro.

McLaren 720S

La McLaren 720S è una supercar a trazione posteriore nata nel 2017 e disponibile nelle varianti Coupé e Spider. Prezzi da 252.620 euro e un motore 4.0 V8 biturbo benzina da 721 CV.

Mini: la storia

La Mini originale nasce nel 1959 e conquista il pubblico grazie alle dimensioni esterne compatte, al design riuscito e a una base tecnica moderna (motore anteriore trasversale e trazione anteriore). Un modello capace di conquistare persino tre Rally di Monte Carlo (1964, 1965, 1967) prodotto – con alcune lievi modifiche nel corso della carriera – fino al 2000.

Nel 2000 BMW acquista il marchio Mini e lancia, l'anno seguente, una versione completamente rinnovata della piccola britannica. La famiglia si espande rapidamente: nel 2005 è la volta della Cabrio mentre con la seconda generazione del 2007 arrivano la station wagon Clubman (2008), una nuova Cabrio (2009), la SUV Countryman (2011, capace di conquistare quattro vittorie consecutive alla Dakar tra il 2012 e il 2015), le poco apprezzate sportive Coupé e Roadster (2012) e la Sport Utility a tre porte Paceman (2013). Oggi la gamma del brand “british” è meno ricca rispetto al passato.

Mini: i modelli in listino

Mini 3 porte

La quarta generazione della Mini 3 porte è una piccola a trazione anteriore nata nel 2013 e sottoposta a un restyling nel 2018 in vendita a prezzi a partire da 18.150 euro. La gamma motori comprende otto unità sovralimentate: cinque a benzina (1.5 tre cilindri da 75, 102 e 136 CV e 2.0 da 192 e 231 CV) e tre diesel (1.5 tre cilindri da 95 e 116 CV e 2.0 da 170 CV).

Mini 5 porte

La Mini 5 porte – nata nel 2014 e sottoposta a un restyling nel 2018 – è la variante a cinque porte della piccola inglese. Prezzi da 19.000 euro e una gamma motori formata da sette unità sovralimentate: quattro a benzina (1.5 tre cilindri da 75, 102 e 136 CV e 2.0 da 192 CV) e tre diesel (1.5 tre cilindri da 95 e 116 CV e 2.0 da 170 CV).

Mini Cabrio

La terza generazione della Mini Cabrio – nata nel 2015 e sottoposta a un restyling nel 2018 - è la variante cabriolet della piccola britannica. La gamma motori è composta da sei unità sovralimentate – quattro a benzina (1.5 tre cilindri da 102 e 136 CV e 2.0 da 192 e 231 CV) e due diesel (1.5 tre cilindri da 116 CV e 2.0 da 170 CV) – e i prezzi partono da 24.500 euro.

Mini Clubman

La seconda generazione della Mini Clubman – variante station wagon della piccola inglese nata nel 2015 – è disponibile a trazione anteriore o integrale ed è realizzata sullo stesso pianale della Countryman. Prezzi da 23.500 euro e una gamma motori formata da sei unità sovralimentate: tre a benzina (1.5 tre cilindri da 102 e 136 CV e 2.0 da 192 CV) e tre diesel (1.5 tre cilindri da 116 CV e 2.0 da 150 e 190 CV).

Mini Countryman

La seconda generazione della Mini Countryman – nata nel 2016 – è una SUV disponibile a trazione anteriore o integrale realizzata sullo stesso pianale della Clubman. Prezzi da 25.800 euro e una gamma motori composta da sette unità sovralimentate: tre a benzina (1.5 tre cilindri da 102 e 136 CV e 2.0 da 192 CV), un 1.5 tre cilindri ibrido plug-in benzina da 224 CV e tre diesel (1.5 tre cilindri da 116 CV e 2.0 da 150 e 190 CV).

Morgan: la storia

La Morgan nasce nel 1909: inizialmente specializzata nella realizzazione di vetture a tre ruote (due davanti e una dietro), si converte alle quattro ruote nel 1936. Nota soprattutto per le sue spider dallo stile retrò caratterizzate dal telaio in legno, appartiene dal 2019 al fondo di private equity Investindustrial dell'italiano Andrea Bonomi.

Morgan: i modelli in listino

Morgan Classic

La gamma Morgan è composta da due modelli: la Plus 4 (motore 2.0 da 156 CV) e la Roadster (motore 3.7 V6 da 284 CV). Prezzi da 53.829 euro.

Rolls-Royce: la storia

La Rolls-Royce nasce ufficialmente nel 1906 e conquista immediatamente gli automobilisti facoltosi grazie alla Silver Ghost del 1907, probabilmente la migliore auto dei primi anni del XX secolo. Nel 1911 debutta sui radiatori delle vetture della casa britannica la mitica statuetta Spirit of Ecstasy e risale a vent'anni dopo l'acquisto della Bentley.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale inizia un periodo di crisi che porta il marchio inglese – nel 1971 - a essere salvato dal governo e nazionalizzato. La sezione auto di Rolls-Royce viene venduta a Vickers ma il rilancio del brand arriva solo nel 1998 quando Rolls e Bentley vengono cedute a Volkswagen. La Casa tedesca non possiede però i diritti sul nome Rolls-Royce e sullo stemma RR (di proprietà della sezione motori aeronautici del marchio “british”) e cede quindi il brand a BMW nel 2003.

Grazie al colosso bavarese Rolls-Royce risorge, tornando a essere uno dei costruttori più esclusivi in circolazione.

Rolls-Royce: i modelli in listino

Rolls-Royce Ghost

La seconda serie della Rolls-Royce Ghost – nata nel 2014 – non è altro che un restyling dell'ammiraglia britannica a trazione posteriore svelata nel 2009. Prezzi da 285.000 euro e due motori 6.6 V12 sovralimentati da 571 e 601 CV.

Rolls-Royce Wraith

La Rolls-Royce Wraith – variante coupé della Ghost – è una supercar a trazione posteriore nata nel 2013 dotata di un motore 6.6 V12 sovralimentato da 632 CV. Il prezzo? 300.000 euro.

Autore: Marco Coletto

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy