Renault Rafale: la rivoluzione parte da qui

02-Feb-2024  
  • Renault Rafale 2024 2
  • Renault Rafale 2024
  • Renault Rafale 2024 3
  • Renault Rafale 2024 4
  • Renault Rafale 2024 5
  • Renault Rafale 2024 6
Citroën C4 X

“Renaulution”, una rivoluzione che parte proprio da Rafale. Un nome che ricorda il vento, i cui riferimenti al mondo dell’aeronautica sono scritti nella storia di Renault, con i record del Caudron Renault Rafale che, nel 1934, raggiunse i 445 km/h.

La nuova Renault Rafale apre quindi un nuovo corso e introduce un nuovo linguaggio stilistico introdotto con l’arrivo di Gilles Vidal, il capo del Design Renault.

Raffaele Fusilli, l’amministratore delegato di Renault Italia, ha dichiarato: “Rafale rappresenta il manifesto della nouvelle vague di Renault, una ‘renaultion’ che si muove perché entriamo nel segmento D con un prodotto iperappassionante e iperemozionante, C’è la bellezza del design all’interno e all’esterno”.

Una vettura che punta a riconquistare il segmento D, e che unisce design, tecnologia e piacere di guida. L’auto si presenta come una SUV Coupé dotata di un alto grado di comfort e tanta tecnologia. Le dimensioni della Rafale sono da segmento D “pieno”: 4.71 metri di lunghezza, 1.86 di larghezza e un’altezza di 1.61, con una capacità di carico di ben 627 litri.

Motorizzazioni al lancio

Le motorizzazioni offerte inizialmente saranno le ibride E-Tech Hybrid da 200 Cv (con un consumo dichiarato di 4,7 l/100 m), e la E-Tech 4×4 da 300 Cv che arriverà in autunno. Il modello full-hyrbdi, quello presentato in anteprima, è in grado di raggiungere un’autonomia di 1.100 km combinando motore elettrico e a benzina. L’assetto dell’auto è pensato per esaltare il piacere di guida, con uno sterzo diretto e un assale posteriore sterzante 4Control Adavanced che garantisce un’agilità senza pari, arrivando fino a 5° in controfase e un 1° in fase.

Design e interni

Il design esterno della Rafale si discosta molto da quello che abbiamo visto sulle ultime Renault, rompendo di netto i ponti con il passato. Le linee sono spezzate, muscolose, con fiancate concave e spigolose e le spalle larghe, sottolineate da  cerchi in lega da 20 pollici Castellet. Un look sportivo, accentuato dai dettagli neri, dai retrovisori esterni in tinta tetto e dalle barre del tetto nere.

Gli interni, moderni e lussuosi, sono rivolti verso il guidatore e mostrano sulla plancia il doppio display OpenR che si distingue per le interfacce dalla nuova grafica. Uno schermo è orizzontale da 12,3 pollici (per la strumentazione) e uno schermo verticale da 12 pollici per il funzionamento del sistema multimediale.

Le sellerie anteriori hanno una firma luminosa in TEP/Alcantara e materiali parzialmente riciclati, con parti decorative in ardesia naturale, una pedaliera sportiva in alluminio e un volante dal design sportivo con impunture blu, bianche e rosse. Splendido il tetto panoramico Solar Bay, che vanta uno strato di cristalli liquidi che permette di opacizzarsi o diventare trasparente con l’utilizzo della voce tramite Google”.

Adas e sicurezza

Sul fronte tecnologia troviamo: i sensori di parcheggio anteriori, laterali e posteriori; indicatori di direzione dinamici con effetto 3D filigranato; sistema di ‘distance warning’ e ‘active driver assist’ e commutazione automatica abbaglianti/anabbaglianti.

Sul fronte della sicurezza la Renault Rafale vanta un ABS con assistenza alla frenata di emergenza AFU; airbag centrali, laterali e a tendina anteriori e posteriori; accensione automatica di fari e tergicristalli con sensore di pioggia; sistemi di ‘Driver attention alert’ (sullo stato di vigilanza del conducente), ‘emergency lane keep assist’ (per il mantenimento della corsia) e ‘rear cross traffic alert’ (per gli ostacoli in retromarcia).

Autore: Michele Neri