Volkswagen, la nuova crossover sportiva T-Roc R

18-Ott-2019  

Volkswagen T-Roc a ottobre aggiunge la R e non è certo la R di retromarcia... E’ invece la lettera che caratterizza la versione più ‘spinta’ della crossover di Wolfsburg.

LA PIÙ POTENTE VERSIONE DELLA CROSSOVER DI WOLFSBURG

Non si può non partire dalle prestazioni per parlare della Volkswagen T-Roc R. La sua potenza di 300 CV la porta a scattare da 0 a 100 km/h in soli 4,8 secondi. La massima è di 250 km/h, limitata elettronicamente. L’unità 2,0 litri offre la tecnologia TSI e la trazione integrale intelligente 4Motion.

L'impianto frenante ad alte prestazioni, il cambio DSG a 7 marce, il Launch Control e la disattivazione manuale del controllo elettronico della stabilità ESC sono altri elementi sportivi di cui è dotata la nuova T-Roc R.

UNA SPECIALE FIRMA LUMINOSA

Alle alte prestazioni corrisponde un’estetica aggressiva. La T-Roc R sfoggia il paraurti R-Styling, le prese d’aria con listelli neri e il logo ‘R’ sulla griglia del radiatore nera e sul portellone. Di notte si accendono i fari Full LED, anche al posteriore, mentre le luci diurne creano una firma ad hoc. Dalla parte opposta ci sono 2 terminali di scarico doppi cromati.

Opzionale è l'impianto di scarico in titanio R Performance Akrapovic. Sempre a richiesta si possono oscurare i vetri. Le minigonne sottoporta sono nel colore della carrozzeria, mentre i gusci degli specchietti sono cromati opachi. I cerchi in lega completano il look racing: sono da 19’’ Pretoria in Nero Grafite opaco, avvolti da pneumatici 235/40 R 19.

FINITURE 'RACING' DENTRO E FUORI

Il conducente è avvolto dai sedili sportivi anteriori regolabili in altezza, con supporto lombare e fianchetti interni. I tratti R si ritrovano sulla pedaliera in acciaio spazzolato, nell’illuminazione ambiente bianca, nel cielo nero, nelle finiture cromate sugli interruttori per luci, alzacristalli e regolazione elettrica degli specchietti esterni.

Il quadro strumenti, la console centrale e i rivestimenti porta sono dotati di inserti decorativi in Piano Black. Sui listelli battitacco anteriori è presente il logo ‘R’. Sull'ampio bracciolo centrale c'è spazio per appoggiare i gomiti sia per il guidatore che per il passeggero.

CONTATTO DIRETTO CON LO STERZO PROGRESSIVO

Pur avendo la R, la Volkswagen T-Roc resta una vettura pratica e facile da guidare. Per ampliare la capacità di carico si può abbattere lo schienale del sedile posteriore per un massimo di 1.237 litri.

Il volante sportivo multifunzione è rivestito in pelle e ha la parte inferiore piatta con cuciture in rilievo in grigio cristallo e logo ‘R’. L’imbottitura spessa del volante permette una presa capace di trasmette una sensazione di contatto diretto con lo sterzo progressivo: insieme al telaio sportivo con assetto ribassato, di serie, il dinamismo in curva e il comfort di guida della T-Roc R sono molto coinvolgenti.

VOLANTE SPORTIVO MULTIFUNZIONE

Restando sul volante, si segnalano dietro di esso 2 palette per la selezione manuale dei rapporti. In alternativa si può utilizzare la leva del cambio come selettore, oppure affidarsi totalmente al cambio automatico DSG.

A fronte delle prestazioni, la T-Roc R è una vettura efficiente: il consumo di carburante in ciclo combinato in base ai valori WLTP è compreso tra 8,6 e 8,8 litri ogni 100 km. Le emissioni di CO2 nel ciclo combinato sono comprese tra 195 e 199 g/km.

I SISTEMI DI AIUTO ALLA GUIDA

Tra i numerosi sistemi di sicurezza, c’è il rilevatore di stanchezza del conducente Fatigue Detection, di serie: il sistema è in grado di emettere allarmi ottici e acustici non appena parametri come comportamento di sterzo, durata del viaggio e orario indicano una diminuzione dell'attenzione del guidatore.

C’è poi il servizio di chiamata d’emergenza automatico, l'assistenza alla partenza in salita e in discesa, il cruise control adattivo ACC Stop&Go, l'assistente al mantenimento di corsia Lane Assist e l'assistente alla frenata di emergenza Front Assist. In opzione si possono aggiungere il Traffic Jam Assist e l'assistente di uscita dal parcheggio con il sensore per l’angolo cieco Blind Spot.

L’APP-CONNECT DI SERIE

La connettività è garantita al massimo livello con il touchscreen TFT da 8’’ del sistema Composition Media. Tramite App-Connect di serie, alcune app per Android e iOS possono essere visualizzate e comandate sulla superficie dello schermo. L'interfaccia telefonica Comfort, disponibile come optional, permette la carica induttiva.

In alternativa i PC tablet e gli iPad possono essere collegati anche tramite WLAN. Attraverso l'Active Info Display a colori è possibile selezionare diversi profili e visualizzazioni.

Autore: Francesco Bagini

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy