Citroën, la ‘Ami - 100% ëlectric’ per la nuova micro mobilità

02-Mar-2020  

Citroën lo scorso anno svelò a Ginevra il prototipo avveniristico AMI ONE Concept. A distanza di 12 mesi il marchio del double chevron ha presentato la Ami - 100% ëlectric. Si tratta di un mezzo di micro mobilità accessibile senza la patente a punti e a partire da 14 anni.

UNA NUOVA SOLUZIONE DI MOBILITÀ URBANA ACCESSIBILE

Al volante della Ami - 100% ëlectric si può accedere a tutte le zone urbane grazie alla motorizzazione 100% elettrica. Il suo costo di utilizzo è molto ridotto e offre una guida fluida grazie all’assenza della frizione e all’accelerazione istantanea alla partenza. Il quadriciclo leggero riesce a raggiungere i 45 km/h e la sua autonomia è di 70 km.

La batteria agli ioni di litio da 5,5 kWh della AMI - 100% ëlectric si trova sotto al pianale e si ricarica facilmente con il cavo elettrico previsto a bordo. Sono necessarie 3 ore per una carica completa con una presa comune da 220 V. Il veicolo può essere ricaricato anche mediante una colonnina pubblica o una Wall Box con un cavo specifico.

COMPATTA E PROTETTIVA

La nuova Ami - 100% ëlectric vanta dimensioni ultra compatte. Le ruote sono da 14’’ mentre la lunghezza misura 2,41 m, la larghezza 1,39 m e l’altezza 1,52 m. Il suo diametro di sterzata è di 7 m. La sensazione a bordo non è però claustrofobica, anzi. La grande luminosità dovuta alle ampie superfici vetrate e al tetto panoramico di serie amplia l’abitabilità e i pratici vani porta-oggetti migliorano il benessere a bordo. Inoltre i vetri laterali sono ad apertura basculante e si aprono a mano come sulla mitica 2 CV.

UNA SOLUZIONE PIÙ VICINA AI NUOVI STILI DI CONSUMO

A bordo i 2 sedili simmetrici sono in posizione sfalsata per garantire più comodità nei movimenti. Il sedile del conducente scorre su guide mentre quello del passeggero è fisso. Inoltre è stata ricavata una nicchia ai piedi del passeggero e una nella parte posteriore per collocare dei bagagli. Insomma, pur essendo equiparabile a un altro mezzo della ‘mobilità leggera’, l’elettrica francese offre un livello di sicurezza e comfort simile a quello di una tradizionale city car.

STILE MINIMALISTA ED ESPRESSIVO

Il design della Ami - 100% ëlectric è minimalista, ma il suo frontale è espressivo in pieno stile Citroën. I proiettori e gli indicatori di direzione formano una firma su 2 livelli. Una caratteristica ripresa anche dalle luci posteriori. La vettura ha una livrea dedicata, ‘Ami Blue’. A seconda delle personalizzazioni possono variare i copriruota, la terza luce, il tetto e le fiancate che richiamano gli Airbump. L’elettrica presenta retrovisori esterni arrotondati e regolabili manualmente.

LO SMARTPHONE COME DISPLAY DI BORDO PRINCIPALE

Curiosamente le ampie porte prevedono un’apertura differenziata: antagonista per quella del conducente, classica per il passeggero. Il quadro strumenti è posizionato in linea con il volante e animato da grafiche specifiche a scacchi. Alla destra del volante si trova un alloggiamento specifico per lo smartphone, che diventa il display di bordo principale.

LE PERSONALIZZAZIONI

La Ami - 100% ëlectric si declina in 7 diverse versioni. Le personalizzazioni interessano la rete centrale di separazione, la rete di contenimento da fissare sulla portiera, i tappetini, il vano portaoggetti sulla parte superiore della plancia, l’appendi-borsa, il supporto per smartphone e il DAT@MI connesso all’applicazione My Citroën.

Diversi dettagli colorati si possono aggiungere sui copriruota, sulle modanature posteriori e nella parte inferiore della portiera. Infine ci sono 2 pack ulteriori: My Ami POP e My Ami VIBE. Contengono tutti gli elementi decorativi già elencati e gli adesivi di grande formato per arricchire gli esterni.

PRIME CONSEGNE A GIUGNO

Un’ennesima novità di questo modello è l’approccio commerciale. È infatti possibile scoprire, configurare e ordinare la Ami - 100% ëlectric 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Tutto può essere fatto con il tablet o lo smartphone partendo dal sito web Citroën. L’elettrica sarà presente anche in punti di interesse dove le persone potranno provarla con dei test drive. La consegna delle chiavi si effettuerà anche a domicilio.

L’apertura degli ordini è prevista per il 30 marzo in Francia, e qualche mese dopo in Spagna, Italia, Belgio, Portogallo e Germania. Prime consegne a giugno; il car-sharing inizierà in primavera a Parigi.

Autore: Francesco Bagini
Alfa Romeo Giulia vs Stelvio