Noleggio, acquisto o leasing: quale conviene?

25-Gen-2024  
  • tesla model 3 noleggio
  • panda noleggio
  • BMW noleggio leasing
Citroën C4 X

Cosa conviene tra leasing, acquisto e noleggio? Come spesso accade, la risposta è: dipende.

In questo periodo storico le modalità di utilizzo di una vettura sono cambiate, l’offerta di servizi è diventata più ampia (parlo, appunto, di leasing e noleggi), e la tradizionale idea di “possesso” di un’auto sta lentamente (ma neanche troppo) cambiando.

acquisto, quando conviene

L’acquisto di un'auto risulta particolarmente conveniente quando si tratta di auto di piccola taglia come le utilitarie o le citycar, acquistabili tramite finanziamento o in contanti.

Queste vetture, rispetto alla maggior parte di quelle del segmento superiore, mantengono una valore residuo abbastanza elevato nel tempo, limitando al massimo la perdita economica sul lungo periodo e risultando quindi rivendibili sul mercato dell'usato a un prezzo più alto.

Tra i pro dell’acquisto dunque troviamo il fatto di avere una vettura di proprietà, con un valore “in mano” da poter gestire e, se siamo fortunati (e abili), rivendere molto bene. Questo discorso vale ancora di più in questo periodo, dove il prezzo delle vetture nuove è salito alle stelle e l’usato di conseguenza ha preso valore.

Tra i contro dell’acquisto invece troviamo il fatto che dobbiamo farci carico di tutti gli oneri, quindi assicurazione, bollo, cambio gomme, guasti e riparazioni, e poi considerare una possibile diminuzione del valore. Ma questa può anche essere un’opportunità, e prestando attenzione si può anche risparmiare molto (scelta delle gomme online, meccanico di fiducia, diversi preventivi di assicurazioni).

Per quanto riguarda il mercato dell’usato (che vale la pena prendere in considerazione) troviamo senza dubbio prezzi più bassi, con la possibilità affari interessanti. Chi percorre pochi chilometri, ad esempio, può optare per un’utilitaria usata a un prezzo basso, senza dover far fronte ai costi del nuovo.

Chi cerca un’auto più grande e lussuosa può trovare usati convenienti per via della grande svalutazione di queste vetture. Di contro, se il veicolo che si acquista è vecchio e fuori garanzia, le riparazioni e i guasti non sono coperti, e bisogna sperare che la vettura sia stata tenutsa con cura  dal precedente proprietario.

Specie sulle auto di alto livello, più sofisticate e tecnologiche, conviene sempre fare un esame accurato (magari con l’aiuto di uno specialista) e verificare i chilometri reali. Quindi, in soldoni, l’usato offre un prezzo d’accesso decisamente più basso, ma possibili imprevisti e costi di manutenzione più elevati (sul lungo periodo) sono elementi da tenere in considerazione.

Acquisto, i pro:

  • Si può pagare sia rate sia in contanti
  • Non c’è un limite di chilometraggio massimo annuo
  • Si può scegliere dove effettuare i tagliandi e la manutenzione straordinaria
  • Si può valutare anche il mercato dell'usato dove si possono fare buoni affari. La forte svalutazione iniziale fa scendere rapidamente il prezzo di una vettura, e tanto più costava da nuova tanto più sarà il risparmio 

Acquisto, i contro:

  • Bisogna considerare a parte i costi di gestione (assicurazione, bollo, manutenzione e cambi gomme)
  • Non si ha una vettura nuova, dunque, in base all'età, potrebbe avere carenze in termini di ADAS
  • Le restrizioni nella circolazione e il periodo di transizione rischiano di rendere più difficile la vendita futura del veicolo

Leasing, quando conviene

Il leasing dal punto di vista fiscale assomiglia molto al noleggio a lungo termine.

La principale differenza tra queste due soluzioni è che il leasing non gode di un pacchetto “all inclusive” (come il noleggio) ma allo scadere del contratto offre 4 opzioni differenti:

  • Riscattare l’auto con un prezzo basato sul valore futuro garantito
  • Restituire la vettura senza costi
  • Restituire la vettura per stipulare un nuovo contratto di leasing
  • Rinnovare quello già esistente

Tra i vantaggi troviamo, come nell’acquisto, la possibilità di scegliere un’auto dalla svalutazione bassa, quindi con un valore interessante al momento della fine del contratto. Che, in genere, dura dai 3 ai 4 anni.

Troviamo poi un pacchetto di assicurazione e manutenzione, quindi i costi di possesso sono spesso inclusi (manutenzione ordinaria e vari servizi) e una personalizzazione di questi pacchetti molto alta.

È pensato per quei clienti che hanno un elevato grado di incertezza, come i professionisti in partita IVA o le aziende. Ma anche per i privati che preferiscono cambiare l’auto ogni 4 o 5 anni, con la possibilità di riscattare l’auto alla fine del contratto o, visto il valore alto dell’usato in questo periodo storico, sfruttare l’acconto per l’acquisto di un’auto nuova.

Le possibilità da questo punto di vista sono tante. Tra i lati negativi invece troviamo interessi molto alti (TAEG dall’8% a salire) e un rischio della svalutazione del veicolo. Inoltre, rispetto al noleggio a lungo termine, le coperture sono in genere inferiori (quelle assicurative, ad esempio).

Leasing, i pro

  • Vantaggi fiscali per le partite Iva e le aziende
  • Varie soluzioni possibili alla scadenza (nuovo contratto, riscatto, rinnovo, restituzione)
  • Alta personalizzazione del pacchetto

Leasing, i contro

  • Interessi molto alti
  • Rischio di svalutazione
  • Coperture inferiori rispetto al noleggio a lungo termine

Noleggio a lungo termine, quando conviene

I vantaggi del noleggio a lungo termine sono principalmente la certezza del costo e un servizio “all inclusive” personalizzabile, che include sia la manutenzione ordinaria sia straordinaria.

È una formula che conviene sia a chi vuole avere un'auto "sempre nuova", sia a chi non vuole preoccuparsi di scadenze e manutenzioni varie. Solitamente conviene con vetture di fascia media e alta, che soffrono di una maggiore svalutazione e che, se acquistate, obbligano all'esborso si una cifra cospicua, che sia l'anticipo in caso di finanziamento o l'acquisto "cash". 

Noleggio a lungo termine, i pro:

  • Formula "tutto compreso" che include assicurazione (in genere con Kasko), bollo e manutenzione ordinaria e straordinaria
  • Certezza del costo
  • Servizi personalizzabili
  • Tempi di gestione brevi

Noleggio a lungo termine, i contro:

  • Occorrono un anticipo e una cauzione
  • Percorrenza chilometrica annua limitata, con estensioni costose
  • Durata “sensata” di 60 mesi

Quale scegliere?

Una formula perfetta per tutti non esiste, e non esisterà mai.

Bisogna prima di tutto capire quali sono le proprie esigenze, le proprie intenzioni, la propria disponibilità e... la propria attitudine.

L’imprenditore trarrà vantaggio da una formula diversa rispetto all’impiegato, così come il professionista che percorre un gran numero di chilometri rispetto a chi utilizza l’auto raramente per le gite fuori città.

Valutare tutte le varie opzioni è importante, così come fare i conti sulla carta e ipotizzare diversi scenari. Insomma, informarsi prima adeguatamente è la chiave per scegliere la formula più adatta a quelle che sono le proprie esigenze personali.

Autore: Francesco Neri