Nuova Mini JWC GP: motore, prestazioni e prezzo della versione da 306 Cv

11-Mag-2020  
  • Mini JWC GP 2020
  • Mini JWC GP 2020 alettone
  • Mini JWC GP 2020 anteriore
  • Mini JWC GP 2020 foto
  • Mini JWC GP 2020 posteriore
  • Mini JWC GP 2020 interni
  • Mini JWC GP 2020 abitacolo
  • Mini JWC GP 2020 immagine profilo

Lo scorso novembre è stato annunciato l’arrivo della Mini più potente mai prodotta, la JWC GP. Si tratta di un’edizione limitata prodotta in soli 3.000 esemplari, di cui 150 per l’Italia, al prezzo di 45.900 euro.

VESTITO RACING

Questa è la terza generazione Mini JWC GP. In pratica ne è stata realizzata una per ogni generazione di Mini: della prima prima del 2006 e della seconda del 2012 sono state prodotte 2.000 unità. Da sempre è il modello più estremo, e questo non fa eccezione: 2 posti secchi, appendici aerodinamiche pronunciate e alettone dalle dimensioni abbondanti con il badge “GP” sui lati esterni. 

Rispetto alla JWC standard ci sono molte differenze che la rendono subito riconoscibile, dall'alettone ai passaruota allargati con l’aggiunta delle spats in fibra di carbonio, passando per le prese d’aria sul cofano. È vistosa, certo, ma tutto è giustificato dalle performance.

I cerchi in lega della Mini JWC GP sono più leggeri (meno di 9 kg cadauno), l’assetto è stato ulteriormente ribassato di 10 millimetri, e l’impianto frenante vanta dischi da 360 millimetri con pinze in alluminio  quattro pistoncini all’anteriore.

L’unica tinta disponibile per la carrozzeria è il Racing Grey con tetto e calotte degli specchietti retrovisori in Melting Silver. Le maniglie, il contorno dei gruppi ottici e altri dettagli sono in nero lucido, mentre alcuni elementi - come le pinze dei freni - sono di colore rosso.

Gli interni si caratterizzano per l’assenza del divano posteriore - elemento comune a tutte le generazioni di Mini JWC GP - e per la strumentazione digitale proiettata su uno schermo da 5 pollici. Il cambio automatico a 8 marce prevede paddle in alluminio

MINI JWC GP, MOTORE E PRESTAZIONI

Sotto il cofano della Mini JWC GP trova posto un 2.0 turbo 4 cilindri da 306 CV e 450 Nm (disponibili tra i 1.750 e i 4.500 giri), scaricati sulle ruote anteriori grazie a un differenziale autobloccante meccanico. Le prestazioni sono le più alte mai registrate su una Mini: 265 km/h di velocità massima e 5,2 secondi per l’accelerazione 0-100 km/h. Il cambio è automatico a 8 marce: il manuale non è disponibile.

Autore: Michele Neri
Fiat 500 elettrica