Dacia Sandrider: pronta per la Dakar

31-Gen-2024  
  • dacia sandrider 4
  • Dacia Sandrider
  • Dacia Sandrider 2
  • Dacia Sandrider 3
Citroën C4 X

Dacia conferma la sua partecipazione all’edizione 2025 della Dakar e al Campionato Mondiale Rally Raid W2RC, e per l’occasione svela il suo prototipo: il Dacia Sandrider. Il partner del progetto è nientemeno che Prodrive, un mostro sacro del settore, e il debutto della vettura in gara è previsto per ottobre, al rally del Marocco. L’equipaggio è costituito da Sébastien Loeb con Fabian Lurquin, Cristina Gutierrez con Pablo Moreno Huete e Nasser Al-Attiyah con un copilota ancora da confermare.

Il progetto Sandrider

La Dacia Sandrider parteciperà nella categoria Regina della Dakar, la Ultimate T1+. La vettura vanta un telaio tubolare, una carrozzeria in carbonio. Il motore è alimentato a carburante sintetico prodotto dalla Aramco: si tratta di un V6 biturbo 3,0 litri da 360 Cv di potenza e 539 Nm di coppia abbinato alla trazione integrale e al cambio sequenziale sei rapporti.
Il design è molto simile a quello del concept Manifesto presentato nel 2022, ed è studiato per rende l’auto aerodinamica e per migliorare la visuale.

Gli sbalzi sono ridottissimi e l’auto misura solo 4,14 metri di lunghezza,  con un passo di 3 metri. L’auto è anche dotata di vernice antiriflesso con un sistema brevettato di pigmenti nella fibra di carbonio della carrozzeria per riflettere i raggi infrarossi.
I sedili sviluppati da Sabelt sono in tessuto antibatterico, capaci di regolare il grado di umidità e consentire all’equipaggio le migliori condizioni possibili. Infine vicino alle ruote ci sono delle barre magnetiche dove attaccare i bulloni delle ruote in caso di foratura.

Autore: Redazione