Cuscinetto ruota per auto: che cosa sono e come sostituirli

28-Mar-2022  
  • Immagine cuscinetto ruota

Il cuscinetto è un meccanismo utilizzato per ridurre al minimo l’attrito tra due oggetti. È dunque un componente meccanico indispensabile nella ruota, e nel caso delle automobili si trova nel mozzo.

Cosa è importante sapere sul mozzo della ruota? 

Il mozzo di un’auto è la parte centrale della ruota, e al suo interno prevede dei cuscinetti. È un componente fondamentale (proprio come il cuscinetto) in quanto è la parte rotante che trasmette il moto alla vettura, e che consente alle ruote di girare.

Tutte le auto prodotte negli ultimi 25 anni sono dotate di un mozzo per ogni ruota. In genere dura per tutta la vita dell’auto, ma come ogni componente può essere soggetta a usura o rottura.

I mozzi possono essere con aggancio al telaio o sospensioni di tipo monolaterale, quando si ha una forcella monobraccio (il cosiddetto “forcellone”), oppure bilaterale in caso di biciclette o motocicli. Nel primo caso il mozzo è ruotante e trasmette il moto, mentre nel secondo caso il mozzo è fisso e il moto viene trasmesso sul cerchione.

Un mozzo ruota difettoso si manifesta causando vibrazioni al volante, o addirittura il distacco dello stesso volante, e spesso il problema è causato a un cuscinetto deteriorato all’interno del mozzo.

Cuscinetto ruota anteriore: cos’è? 

Ogni ruota gira senza attrito grazie al cuscinetto, che è ricoperto di grasso e attraversato da perni giunti omocinetici. Il cuscinetto consente al giunto di ruotare nel fusello e di lasciare che il semiasse trasmetta il movimento rotatorio alla ruota stessa.

Gli elementi costitutivi del cuscinetto del mozzo: cosa sono? 

I cuscinetti anteriori si trovano nel mozzo, dove sono ancorati sia la ruota sia i freni, e sono composti dal cuscinetto stesso (un contenitore metallico con dentro delle sfere finalizzate a ridurre al minimo l’attrito) e dalla “gara”, ovvero una superficie molto liscia dall’attrito molto basso.

Immagine cuscinetto ruota tratta da tuttoautoricambi.it

I sintomi di un cuscinetto da cambiare 

Uno dei segnali che un cuscinetto potrebbe essere danneggiato, e quindi da sostituire, è dato dalla resistenza della ruota in accelerazione, oppure in curva.

Un altro sintomo di usura del cuscinetto è il suono da sfregamento tra due parti metalliche che emette un cuscinetto usurato, che potrebbe essere disallineato, incrinato, o privo di lubrificazione.

Se invece si sente un ticchettio, proveniente dalla pinza del freno che colpisce il cerchione, il cuscinetto potrebbe essere rotto.

Infine, se la ruota è ben fissata al mozzo ma comunque si muove lateralmente oppure dall’alto verso il basso, potrebbe trattarsi di una rottura del mozzo; questa situazione è riscontrabile da un gommista o da un meccanico, quando l’auto è sollevata. Volendo si può fare la prova sollevandola con un cric.

Sostituzione cuscinetto ruota anteriore 

Non c’è una regola riguardo alla vita utile di un cuscinetto: molto dipende dall’uso del veicolo, e dalla condizione delle strade percorse. La sostituzione di un cuscinetto sulle ruote anteriori richiede mani esperte: per chi non dovesse avere abilità meccaniche si consiglia di portare l’auto in officina.

Se invece avete esperienza al riguardo è possibile fare il cambio nel garage di casa. L’auto va parcheggiata in piano con la prima marcia e il freno a mano inserito.

L’auto va alzata con un cric in modo da sollevare la ruota anteriore dove si intende sostituire il cuscinetto, si svitano i bulloni, si sfila la ruota, si svitano i dadi della pinza del freno che va rimossa insieme al copripolvere, si stacca la copiglia che fissa il dado dentellato, si svita e si rimuovono sia il dado sia la guarnizione per staccare il disco del freno.

Dopo aver tolto il disco si svitano i bulloni del mozzo che va smontato per eliminare le ralle e il giunto. Infine si può procedere montando i nuovi cuscinetti e ripercorrendo il processo inverso per montare il mozzo, il disco, la pinza e, infine, la ruota.

Fiat 500 elettrica