Citroën E-Mehari: dalla spiaggia alla città, senza benzina

14-Feb-2018  

Senza tetto, senza porte, senza vetri: nasceva così la Citroën Mehari. Eravamo tra gli anni ’50 e ’60 quando finalmente si tornava a godersi la vita. La casa francese contribuì al mito della spiaggine, vetturette per il tempo libero estivo, con la Mehari. Un mezzo piccolo e spartano, ma di grande stile, imprescindibile per il ‘cumenda’ che scendeva in spiaggia a Saint Tropez... Un prodotto di nicchia, senza dubbio un’icona, emblema dell’ottimismo e della vitalità del dopoguerra. Tutte sensazioni suggerite anche dall’ultima versione dello storico modello. ll nome Mehari poi si sposa particolarmente bene con l’ultima nata: deriva dal dromedario da sella africano, capace di percorrere grandi distanze senza bere. Ecco, la nuova Citroën E-Mehari fa ancora meglio: non beve nemmeno una goccia, è 100% elettrica.
 

HARD TOP

Dopo la versione classica dove gli interni impermeabili erano riparati solo da parabrezza e tettuccio in tela, arriva la versione Hard Top. La Nuova Citroën E-Mehari cabriolet 4 posti 100% elettrica Hard Top viene sigillata in alto da un tetto rigido e da vetri laterali e lunotto. Così è possibile viaggiare 365 giorni l’anno con ogni condizione climatica. Anche in città, con un’altezza da terra maggiorata. Magari mancherà il vento sulla pelle e quello spirito vacanziero, ma una volta trovato posto saremo senza dubbio più tranquilli con la chiusura centralizzata del nostro abitacolo.
 

COLORE, COLORE, COLORE

Le 4 colorazioni permettono un tocco d’artista. La carrozzeria è rigorosamente in ABS, materiale leggero e resistente ai piccoli urti e alla corrosione. Possiamo pitturarlo con 4 varianti: ‘Into the blue’, ‘My funny Clementine’, ‘Say Yelllow’ e l’inedito ‘Stellar white’. Il tettuccio in tela offre la colorazione nera o arancione, mentre quello tradizionale è presente in nero lucido. L’opera si completa passando agli interni. Due le opzioni: un beige luminoso e naturale oppure l’arancione con stampa floreale. Una tinta forte che richiama gli sport nautici, Ça va sans dire.
 

AUTONOMIA DALLE OASI ELETTRICHE

Trattandosi di elettrica il pensiero va all’autonomia. Non sappiamo per quanti chilometri possa condurci un dromedario Mehari; è certo invece che a bordo della Citroën E-Mehari si viaggia per 195 Km nel ciclo misto (urbano/extraurbano). Una volta giunti a un’oasi elettrica sono necessarie 10 ore e mezzo collegandola a impianti di ricarica specifici a 16A. Mentre ci vogliono 16 ore e mezzo con prese domestiche a 10A. La coppia motore è cresciuta del 20% permettendo una velocità massima di 110 Km/h. Liberi da emissioni e inquinamento acustico. Un po’ come stare in barca vela.

Autore: Francesco Bagini
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy