Con il restyling di metà carriera della Mercedes Classe A si rinnova anche la rabbiosa Mercedes-AMG A 45 4Matic che adesso aggiunge 4Matic nella nomenclatura, tanto per precisare che fa parte della (grande) famiglia della Stella dotata di trazione integrale. Lanciata nel 2013, la A 45 AMG ha battuto due record diventando l’auto più potente nel segmento delle compatte sportive e quella con la potenza specifica più elevata tra le auto a 4 cilindri prodotte in serie. Ora il motore 2.0 4 cilindri sovralimentato ha ricevuto un upgrade di potenza e di coppia, che raggiungono rispettivamente quota 381 CV e 475 Nm.


Le doti del più piccolo motore firmato AMG

Con la A 45 AMG, la Casa della Stella ha proposto per la prima volta un motore a 4 cilindri firmato dal reparto AMG. Segno di un cambio dei tempi, ma non delle qualità sportive della divisione che si occupa delle auto ad alto carico emozionale, sempre al top.

Il 2.0 4 cilindri turbo che equipaggia la nuova Mercedes-AMG A 45 AMG 4Matic ha una potenza specifica di ben 191 CV/litro, un nuovo record tra i motori a 4 cilindri. La potenza complessiva, tanto per capire di cosa stiamo parlando, supera di 10 CV quella di una Porsche Carrera equipaggiata con il nuovo motore turbo da 3.0 litri. Inutile dire che le prestazioni sono degne di quelle di una supercar: 270 km/h di velocità massima (ma solo in abbinamento al Driver’s Package, in caso contrario è limitata elettronicamente a 250 km/h) e 0-100 km/h in 4,2 secondi, mentre in termini di consumo non cambia il valore dichiarato dalla Casa: 6,9 l/100 km con 162 g/km di CO2.

Il cambio è l’automatico a doppia frizione a 7 marce SPEEDSHIFT DCT AMG, rapido e anche discretamente morbido quando si desidera una guida rilassata, sempre che si selezioni la modalità di guida Comfort, ma non rapidissimo a rispondere ai comandi nell'uso manuale. Come la sorella maggiore C 63 AMG, infatti, la A 45 AMG 4Matic è equipaggiata con il DYNAMIC SELECT AMG che prevede quattro  modalità di guida (Comfort, Sport, Sport+ e Individual) che incidono su risposta del cambio, erogazione del motore e settaggio dell’ESP.

Con il pacchetto Dynamic Plus AMG, novità disponibile in sovrapprezzo (2.684 euro), la Mercedes-AMG A 45 guadagna un differenziale autobloccante all’avantreno che promette un handling di guida più affilato e si aggiunge la modalità di guida Race che setta motore e cambio per avere il massimo delle prestazioni e l’ESP per avere una maggiore libertà d’imbardata. Insomma, un accessorio indispensabile se si pensa di portarla in pista.


La A 45 AMG 4Matic su strada

Compatta, versatile e tutto sommato confortevole: la A 45 AMG non ha molte controindicazioni per essere una every-day-car, ovvero un’auto da tutti i giorni, per andare al lavoro, a far la spesa e in vacanza. È un po’ rigida di sospensioni e brusca nella risposta, ma nemmeno troppo perché si può selezionare la modalità di guida Comfort che, tra le altre cose, addolcisce il cambio e la risposta del motore. E poi è un po’ impegnativa nei costi di gestione: con 381 CV la tassa di possesso diventa pesante, e i consumi, che relativamente alla potenza sono contenuti, salgono se ci si lascia affascinare dalla spinta entusiasmante che incolla al sedile ad ogni affondo del pedale del gas.

Sì, perché la Mercedes-AMG A 45 AMG 4Matic scatta come un ghepardo, e non spreca nemmeno un cavallo di potenza grazie alla trazione integrale 4Matic.


Le versioni diesel della nuova Classe A

Saranno loro, in termini di vendite, a farla da padrona: la più venduta è da sempre la A 180 d, versione intermedia equipaggiata con l’affidabile e sobrio 1.5 di derivazione Renault da 109 CV e 260 Nm. Con l’ottimo cambio automatico a doppia frizione 7G-DCT consuma meno di 4 l/100 km, raggiunge i 190 km/h di velocità massima e accelera da 0 a 100 km/h in 11,3 secondi. Ottima per i grandi viaggiatori, non per chi cerca grandi prestazioni, anche se al volante non delude affatto. Agli alti regimi, però, la voce del motore non è delle più discrete.

Al volante della A 220 d 4Matic Automatic si sente subito la differenza di potenza (177 CV e 350 Nm). Questa è la versione giusta se si cercano le prestazioni (abbassa il tempo impiegato nello scatto da 0 a 100 km/h a 7,4 secondi) e la versatilità della trazione integrale 4Matic che, come sulla A 45 AMG, mantiene la coppia motrice sulle ruote anteriori nelle normali condizioni di marcia e la trasferisce al posteriore fino ad un massimo del 50% in caso necessità. Il piacere i guida aumenta, i consumi dichiarati restano sotto i 5 l/100 km.

Come prima, ci sono anche la A 160 d da 90 CV (guidabile anche dai neopatentati) e la A 200 d da 136 CV.


Allestimenti e prezzi della nuova Classe A

I prezzi della nuova Mercedes Classe A partono da 23.900 euro. Ma prendiamo come esempio la A 180 d, la più richiesta, e vediamo il suo prezzo nei vari allestimenti:

  • Executive (25.100 euro) allestimento “povero”, che però non lesina sulla sicurezza e offre di serie il Collision Prevention Assit Plus con frenata automatica e l’impianto audio;

  • Business (27.000 euro) allestimento perfetto per l’auto aziendale, che prevede navigatore GPS, Connect Me, telecamera posteriore, cerchi in lega e sedili in pelle;

  • Sport (27.610 euro) allestimento più amato dagli italiani, ora ancora più attraente grazie alla mascherina Matrix e ai fari alogeni;

  • Premium (30.360 euro) stile sportivo all’esterno e nell’abitacolo, con numerosi componenti firmati AMG tra cui il volante, il doppio terminale di scarico e i cerchi da 18” a 5 razze.


Prezzo della Mercedes-AMG A 45 4Matic

Il listino della nuova Classe A 45 AMG 4Matic parte da 46.676 euro, poi ci si può sbizzarrire con la dotazione a richiesta: alettone posteriore AMG (1.830 euro), Driver's Package AMG (2.318 euro), Pacchetto DYNAMIC PLUS AMG (2.684 euro) e tanti altri ancora. Di serie, invece, i nuovi fari a Led high performance, disponibili in sovrapprezzo sulle altre versioni della gamma.