L’auto preferita da Walter de Silva tra quelle nate dalla sua matita si rinnova dopo nove anni dal lancio. La nuova Audi A5 resta fedele nel design alla prima serie, ma si aggiorna per essere al passo coi tempi. Tutta nuova, invece, nella sostanza: è più leggera, più efficiente e più veloce.


LE VERSIONI

Nel 90% dei casi la nuova Audi A5 Coupé verrà scelta nella versione 2.0 TDI da 190 CV, disponibile sia a trazione anteriore sia integrale Quattro (scelta nel 70% dei casi), col cambio manuale oppure automatico doppia frizione a 7 marce S Tronic (scelto nell’80% dei casi). Dunque la bestseller sarà la A5 Coupé 2.0 TDI Quattro S Tronic.

Restando sul gasolio c’è anche la A5 Coupé 3.0 TDI V6 Quattro declinata in due varianti di potenza, 218 CV con cambio S Tronic (resta fuori dal superbollo) e da 286 CV con cambio Tiptronic, che poi è quello a 8 marce con convertitore di coppia.

Passiamo ai benzina: 2.0 TFSI da 190 CV, disponibile a trazione anteriore o integrale, manuale o con l’S Tronic; 2.0 TFSI da 252 Quattro S Tronic. La top di gamma è la S5 Coupé 3.0 TFSI Quattro Tiptronic da 354 CV e 500 Nm, la più sportiva finché non verrà svelata la RS5 Coupé.


LE NOVITÀ ESTETICHE

Squadra che vince, non si cambia. L’Audi A5 Coupé ha fatto scuola per pulizia delle linee ed eleganza, e nonostante siano passati ben nove anni dal suo lancio avvenuto al Salone di Ginevra del 2007, la prima generazione di A5 Coupé fa ancora la sua figura.

Il nuovo modello parte da un’ottima base, che non viene stravolta ma semplicemente aggiornata. Tra le modifiche si notano la griglia anteriore più basse e larga, i fari più sottili (allo Xeno quelli anteriori, a LED quelli posteriori), sbalzi ridotti e un passo più lungo.

Completamente nuovo l’abitacolo della A5 Coupé, ripreso da quello della nuova Audi A4. Un esempio di lusso moderno e funzionale, con finiture di alto livello e una nuova strumentazione digitale (Audi Virtual Cockpit) con schermo da 12,3 pollici, disponibile a richiesta in vista di quella analogica. 

I posti sono quattro, di cui quelli anteriori confortevoli al pari di quelli di una berlina, mentre quelli posteriori sono adatti a chi non è troppo alto - al massimo un metro e settanta - e a chi non ha problemi di agilità per accedervi. Grande il bagagliaio da 465 litri.


AL VOLANTE DELLA A5 3.0 TDI QUATTRO TIPTRONIC

Questa versione non sarà ordinabile da luglio come le altre, ma alla presentazione internazionale era già presente e noi ne abbiamo approfittato. Si tratta della A5 Coupé diesel più potente della gamma, con 286 CV e 620 Nm di coppia, la trazione integrale e il cambio automatico. 

Forse la scelta ideale per un’auto elegante e sportiva come la A5 Coupé, confortevole per macinare chilometri e allo stesso tempo sportiva. Con 620 Nm sotto il piede la A5 Coupé 3.0 TDI schizza in avanti non appena si preme il pedale del gas, e la facilità con cui si riesce ad andare forte quando la strada si fa tortuosa lascia esterrefatti. Merito del nuovo telaio più leggero e più rigido, nonché della trazione integrale Quattro. Il cambio automatico Tiptronic non è immediato come il doppia frizione S tronic, in compenso garantisce una dolcezza e una fluidità superiori.

L’ottimo isolamento dai rumori e la buona capacità di assorbire le buche anche selezionando la modalità di guida Dynamic attraverso Audi Drive Select (quella più sportiva tra le cinque selezionabili Comfort, Auto, Dynamic Efficiency, Individual) ne fa una coupé confortevole.


… E DELLA S5 3.0 TFSI QUATTRO TIPTRONIC

Se i costi di percorrenza non sono un problema e la tassa di possesso nemmeno (e quest’ultima considerazione vale, purtroppo, anche per la 3.0 TDI da 286 CV), la S5 Coupé è quanto di meglio si possa avere se il piacere di guida è una priorità. Sia chiaro, la S5 resta pur sempre una confortevole ed elegante coupé a quattro posti, non è affilata né tantomeno estrema, ma basta il sound per risvegliare l’attenzione.

Il suo compito è quello di offrire prestazioni di alto livello assicurando allo stesso tempo un posto comodo dove viaggiare. Compito che svolge alla grande. Lo scatto è felino (passa da 0 a 100 in 4,7 secondi) e la trazione non è mai messa in discussione, neppure spalancando il gas in seconda fuori da una curva stretta.

Rispetto all’A5 Coupé 3.0 TDI da 286 CV mancano 120 Nm di coppia, ma i 500 nm della S5 Coupé sono costanti dai 1.370 ai 4.500 giri, e la progressione fino alla zona rossa del contagiri è senza buchi di erogazione. Senza contare che solo sulla S5 c’è il Torque Vectoring che ripartisce più coppia alla ruota postriore esterna alla curva per aiutare l’inserimento in curva.


I PREZZI E PREVENDITA

I prezzi per il mercato italiano saranno comunicati a breve, visto che la prevendita avrà inizio nel mese di luglio ad eccezione che per la A5 3.0 TDI da 286 CV che arriverà successivamente.

In Germania la nuova Audi A5 avrà un prezzo di partenza di circa 38.000 euro.