Per tutti i ragazzi che devono prendere la patente e non vedono l’ora di mettersi alla guida, dal 22 aprile 2012 ci sarà un’importante novità: diventa effettiva la guida accompagnata, ovvero la possibilità di esercitarsi già a 17 anni alla prova pratica della patente, con un accompagnatore di fianco.

La guida accompagnata a 17 anni è uno dei tanti cambiamenti introdotti dal nuovo codice della strada approvato a luglio 2010.

E’importante ricordare che ci sono dei requisiti da rispettare per poter inziare a guidare a 17 anni con l’accompagnatore:  

- Essere in possesso della patente A1 e non aver subito la revoca di tale patente

- Frequentare un corso preliminare e obbligatorio di almeno 10 ore presso un autoscuola. Di queste 10 ore di guida, 4 saranno svolte su autostrada o strada extraurbana e 2 in condizioni di visibilità notturna. Le lezioni verranno annotate sul libretto delle lezioni di guida fornito dall’autoscuola.

- Presentare presso un ufficio della motorizzazione il  modulo compilato per l’autorizzazione alla guida accompagnata, firmato dal minore e da un genitore (o rappresentate legale)

- Guidare veicoli senza rimorchio e con una potenza non superiore a 55 kw/t e 70 kw

- Essere accompagnati da una sola persona, la quale deve avere un’ età inferiore ai 60 anni ed essere titolare di patente B da almeno 10 anni. Inoltre l’ accompagnatore non devono aver subito il ritiro della patente negli ultimi 5 anni.

- Applicare sul veicolo il contrassegno GA ovvero “guida accompagnata”, pena il rischio di subire una multa di 78 euro. La scritta “GA” deve essere in nero su sfondo giallo, al fine di garantire la massima visibilità del contrassegno.

Compiuti i 18 anni e completato il percorso di formazione, il candidato potrà iscriversi alla prima sessione valida per fare l’esame di pratica della patente b.