In pochi se le potranno permettere ma alimentano i sogni di tanti appassionati: le supercar presentate al Salone di Ginevra 2014 rappresentano l’eccellenza nostrana e non in termini di design e prestazioni. La nuova Ferrari California T, ad esempio, è stata completamente ridisegnata e monta un nuovo motore biturbo. In casa Porsche arriva la 911 Targa su base 991, la Lamborghini sostituisce la Gallardo con la nuovissima Huracàn e McLaren presenta la sua terza supercar da quando, nel 2009, ha presentato ma MP4-12C.
 


Nuova Ferrari California T

Il design della coupé 2+2 di Maranello, che in 14 secondi si trasforma in una spider, è stato completamente rivisto dal Centro Stile Ferrari. Ma la novità più eclatante della nuova California T è l’introduzione del nuovo motore V8 biturbo da 560 CV e 755 Nm (rispettivamente 60 CV e 265 Nm in più del precedente modello con motore aspirato da 4.3 litri). Il caratteristico – e spiacevole – turbo-lag dei motori sovralimentati? Completamente sparito, grazie all’adozione di due turbine di piccole dimensioni derivate dalla tecnologia della Formula 1. La Ferrari California T raggiunge i 316 km/h e impiega 3,6 secondi per passare da 0-100 km/h.


Porsche 911 Targa

In Casa Porsche debutta a livello europeo la 911 Targa. Del modello originale, che ha debuttato negli anni Sessanta, ha tenuto il meglio: il roll-bar a vista sul quale poggia il tetto asportabile. Naturalmente il tetto in cristallo, che nei tempi lontani doveva essere rimosso manualmente, scompare sotto il lunotto posteriore con un movimento spettacolare per chi lo osserva, il tutto semplicemente premendo un bottone. La classe della 911 Targa è da manuale e la sua versatilità è garantita dalla trazione integrale permanente. Due, infatti, sono le versioni disponibili: 911 Targa 4 da 350 CV e 911 Targa 4S da 400 CV.


Lamborghini Huracàn

La Lamborghini Huracàn LP 610-4 rimpiazza la supercar più venduta di Sant’Agata Bolognese: la Gallardo. Il suo motore V10 5.2 aspirato da 610 CV abbinato ad un nuovo sistema di trazione integrale con prevalenza al posteriore, insieme al peso di soli 1.422 chilogrammi, le permettono di accelerare da 0-100 in 3,2 secondi e da 0-200 in 9,9 secondi, fino a raggiungere i 325 km/h di velocità massima. Sulla Huracàn debutta il primo cambio automatico a doppia frizione della Casa e l’assetto può essere settando nelle modalità Strada, Sport e Corsa. Tra le tante chicche, la Lamborghini Huracàn dispone di serie dell’impianto frenante carboceramico.


McLaren 650s

E’ una evoluzione della MP4-12C ma non la sostituisce, ponendosi nel mezzo tra lei e la P1: la McLaren 650s h una deportanza più marcata, il PCC è stato aggiornato e il suo motore V8 biturbo da 3,8 litri sviluppa 641 CV. I suoi numeri? Da vera supercar: 333 km/h di velocità massima, 0-100 in 3 secondi netti e 0-200 in 8,4 secondi. Ma la 650s è stata pensata anche per coccolare i suoi passeggeri con sedili rivestiti in Alcantara e un sistema di infotainment con Bluetooth, radio satellitare, wifi, streaming audio e sistema a riconoscimento vocale.