Dopo il restyling Opel introduce una nuova versione crossover dell’Insigna Sports Tourer denominata Country Tourer. Altezza da terra superiore di 20 mm, fascioni paracolpi e trazione integrale permanente sono alcune delle caratteristiche che contraddistinguono il nuovo modello che andrà a fare concorrenza all’Audi A4 Allroad e alla Volvo XC70.


Solo con la trazione integrale

La nuova Opel Insigna Country Tourer sarà presentata al Salone di Francoforte 2013 insieme alle altre versioni fresche di restyling. Modello pensato per chi apprezzala libertà in grado di garantire un crossover, la Country Tourer non si limita a sfoderare un look off-road – tanto apprezzato dagli automobilisti – ma offre contenuti che possono fare la differenza. Non parliamo chiaramente di fuoristrada estremo. Anzi, la vettura in questione vuole esse prima di tutto una vettura ben sfruttabile su strada, ma la trazione integrale basata su schema Haldex con differenziale elettronico autobloccante garantisce un’ottima trazione sia sulle superfici asfaltate sia su fondi innevati o sterrati e la maggiore altezza da terra rispetto alle altre versioni permette di superare con nonchalance tratti di strada irregolari.


Due turbodiesel per il mercato italiano

Esclusa la versione 2.0 SIDI a benzina da 250 CV, non importata in Italia per evidenti ragioni di mercato, l’Insigna Country Tourer è offerta con due motorizzazioni turbodiesel: 2.0 CDTI da 163 CV e 350 Nm (380 con overboost) con trasmissione manuale a 6 rapporti (automatica in opzione) e 2.0 CDTI BiTurbo da 195 CV e 400 Nm con turbocompressore sequenziale bifase e trasmissione automatica a 6 rapporti di serie.