La gamma del crossover compatto si arricchisce di una nuova versione bifuel con impianto GPL di fabbrica. Il motore della Nissan Juke 1.6 GPL è il 1.6 litri 4 cilindri da 115 CV aggiornato per migliorare consumi ed emissioni; prezzo di listino uguale a quello della versione a gasolio.


Impianto GPL ad iniezione sequenziale

L’impianto GPL della Nissan Juke è ad iniezione sequenziale fasata in fase gassosa, ovvero quello più avanzato in termini di prestazioni ed efficienza; il passaggio da benzina a GPL avviene in automatico, ma può essere controllato manualmente attraverso un commutatore posizionato a sinistra del cruscotto. In ogni caso la partenza avviene sempre a benzina, per poi passare a GPL non appena la temperatura dell’acqua raggiunge la temperatura minima prestabilita. Il serbatoio ha una capacità di 44 litri e si trova al posto della ruota di scorta, ovvero nella parte inferiore del bagagliaio. In caso di foratura, quindi, è previsto un kit di riparazione.


Consumo e autonomia

Il serbatoio da 44 litri della Nissan Juke GPL può essere riempito fino all’80% della sua capacità, quindi la capienza effettiva si aggira intorno ai 35 litri. Con un consumo medio ottenuto nel ciclo combinato di omologazione pari a 7,6 l/100 km, l’autonomia stimata viaggiando a GPL è di 451 km, mentre sfruttando anche il serbatoio della benzina di 46 litri si possono percorrere circa 1.244 km.


Prezzo e garanzia

Per quanto riguarda il listino prezzi della Nissan Juke 1.6 GPL 115 CV, non vi sono differenze dalla versione turbodiesel: si parte da 18.550 euro nell’allestimento d’ingresso Visia e si raggiungono i 19.950 euro in quello intermedio Acenta.
L’impianto GPL gode della garanzia ufficiale Nissan di 3 anni o 100.000 km mentre i tagliandi sono previsti ogni 30.000 km, e richiedono pochi controlli specifici ai componenti dell’impianto GPL.