Con il nuovo motore 1.5 dCi la crossover compatta Nissan Juke diventa più efficiente e più scattante. Il propulsore più apprezzato dai clienti della Juke infatti – scelto dal 40% degli acquirenti – è stato aggiornato con una serie di novità tecniche che influiscono sulla guidabilità della vettura e sul consumi di carburante.


Più coppia e consumi inferiori

Il nuovo propulsore  passa da 240 a 260 Nm di coppia massima, di cui l’80% già disponibile ad un regime di 1.500 giri/min, mentre i consumi nel ciclo combinato calano dai 4,8 ai 4,2 l/100 km, confermandosi l’unità più efficiente e più “verde” della gamma con emissioni pari a 109 g/km. La Nissan Juke col nuovo 1.5 dCi sviluppa sempre la stessa potenza di 110 CV e le prestazioni restano invariate: 175 km/h di velocità massima e 11,2 secondi nello scatto da 0-100 km/h.


Le modifiche tecniche

Lunga la lista di modifiche tecniche apportate al 1.5 dCi della Juke: adozione di iniettori piezoelettrici a 7 fori, nuovo turbocompressore a geometria variabile, nuovo collettore di aspirazione più diretto, nuovo k9k con sistema EGR a bassa pressione con PDF, nuova pompa dell’olio a portata variabile e riduzione degli attriti grazie al rivestimento DLC (Diamond-like Carbon) – tecnologia derivata dalla Formula 1 –.
Inoltre, per migliorarne la piacevolezza di guida e abbassarne i consumi, sono stati rivisti i rapporti del cambio in questo modo: la prima e la seconda sono ora più ravvicinate, mentre le altre quattro marce sono state allungate.


Il Nissan Dynamic Control

In base allo stile di guida è possibile selezionare tre modalità di guida attraverso il Nissan Dynamic Control: ECO, Normal e Sport. La prima, votata al risparmio, limita la coppia massima a 220 Nm, mentre la modalità Sport varia la risposta del pedale del gas per una guida più briosa.