E’ stato annunciato l’ultimo restyling per la Mazda MX-5, la longeva spider giapponese nata nel 1989 famosa in tutto il mondo con il nome di Miata. In attesa del nuovo modello, su cui si baserà anche l’Alfa Romeo Duetto, la Mazda MX-5 restyling 2013 riceve un lieve aggiornamento estetico, una nuova griglia anteriore e un miglioramento della sicurezza attiva e passiva.

Più moderna, più raffinata ma sempre fedele a se stessa. La Mazda MX-5 restyling 2013 non tradisce le sue origini di piccola spider leggera e sbarazzina votata al piacere di guida, pur migliorando nei dettagli. Rivista l’aerodinamica e gli interni, dove si denotano piccoli ritocchi nella plancia, il volante con un nuovo design e nuovi rivestimenti per gli interni.

Nella versione dotata del cambio manuale della nuova Mazda MX-5 restyling 2013 debutta la gestione elettronica dell’acceleratore, per una risposta più rapida che aumenta la piacevolezza di guida nei percorsi guidati, mentre l’impianto frenante gode di una nuova messa a punto del servofreno che ripartisce al meglio la forza frenante tra le ruote anteriori e quelle posteriori. Il cofano anteriore è stato riprogettato per sollevarsi in caso di impatto con un pedone, in modo da assorbire l’energia dell’impatto e ridurre i danni al pedone.