Aeroporto Internazionale di Miami. Invece dei “soliti” aerei, il 29 gennaio 2013 si è tenuto libero per una special guest: la Lamborghini Aventador LP 700-4 Roadster. La versione aperta della supercar di Sant’Agata Bolognese, presente all’evento in 5 esemplari, ha percorso la pista di decollo dell’aeroporto a tutto gas raggiungendo una velocità più elevata di quella che i jet raggiungono nella fase di decollo.

Per potere nell’impresa sono state necessarie le autorizzazioni sia della FAA (Federal Aviation Administration) sia della Contea di Miami-Dade. Ma si sicuramente ne è valsa la pena. Nella pista di decollo, dove normalmente prendono il volo jet provenienti da ogni parte del mondo, le supercar, durante la loro prova di velocità, hanno raggiunto i 338 km/h.

Una velocità di gran lunga superiore a quella di un jet in fase di decollo, che comincia a staccare le ruote da terra ad una velocità compresa tra i 240 e i 290 km/h. L’evento non ha causato alcuno spostamento di orari di arrivi e partenze, grazie ad una organizzazione perfetta risultato di una collaborazione con la FAA e con la Contea di Miami-Diade.

La Lamborghini Aventador LP 700-4 Roadster rappresenta la versione aperta della più prestazionale supercar della Casa del Toro. Il suo motore 6.5 litri V12 aspirato sviluppa una potenza massima di 700 cv che le permette di raggiungere una velocità massima di 350 km/h e coprire lo scatto da 0-100 km/h in appena 3 secondi. Rispetto alla versione chiusa, la Roadster presenta un tetto realizzato in fibra di carbonio, completamente amovibile, composto da due elementi separati, per un peso totale inferiore ai 12 chilogrammi.

Questo evento è il primo di un programma di prove spalmato in 10 giorni, dedicato alla rete vendita e ai media, che si è aperto con la presentazione ufficiale della nuova Lamborghini Aventador LP 700-4 Roadster tenutasi a Lummus Park, Miami Beach, al quale era presente il Presidente e AD di Automobili Lamborghini Stephan Winkelmann, il Direttore Ricerca e Sviluppo Maurizio Reggiani, il Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne Raffaello Porro e il Responsabile Centro Stile Filippo Perini.

Tra le foto dell’evento, che ritraggono anche una parata di 50 Lamborghini che hanno sfilato lungo Collins Avenue, South Beach, vi è ritratto anche un Boeing 777 della compagnia American Airlines, che prima del test di velocità si è unito alle vetture per scattare alcune foto.

Con una produzione di soli 500 esemplari all’anno e un prezzo di 362.000 euro la LP 700-4 Roadster si conferma la Lamborghini più esclusiva e costosa sul listino, superando di oltre 35.000 euro la versione coupé.