E’ stata svelata la versione scoperta della supercar V12 di sant’Agata Bolognese, l’Aventador LP 700-4 Roadster. La soluzione scelta per la copertura del tetto è la realizzazione di due pannelli in carbonio dal peso di 6 chilogrammi l’uno che, nel caso ci fossero le condizioni per guidare a cielo aperto, sono riponibili manualmente nel bagagliaio anteriore.

Per la progettazione della Lamborghini Aventador LP 700-4 Roadster sono stati ridisegnati i montanti posteriori, che garantiscono la sicurezza dell’abitacolo in caso di ribaltamento, sono stati progettati dei roll-bar e una nuova presa d’aria per il raffreddamento del motore. Modificato anche il cofano posteriore, che lascia intravedere parte del potente V12, e le portiere, sempre caratterizzate dall’apertura verticale ma dotate di un vetro smussato per adattarsi alla copertura in carbonio.

Per la carrozzeria è disponibile l’esclusiva tinta Azzurro Thetys, colore scelto per la concept Lamborghini Miura Roadster del 1968, mentre i nuovi cerchi in lega Dione permettono una riduzione del peso complessivo di ben 10 kg.

Rimane lo stesso dell’Aventador coupé il motore: il 6.5 V12 da 700 cv e 690 Nm, ora dotato di sistema Start & Stop e cilynder on demand per ridurre i consumi, garantisce all’Aventador LP 700-4 Roadster prestazioni da vera supercar, con una velocità massima di 350 km/h e un’accelerazione da 0-100 km/h coperta in 3 secondi netti, appena 0,1 secondi in più rispetto alla coupé.

Il prezzo della Lamborghini Aventador LP 700-4 Roadster è fissato a 300.000 euro tasse escluse.