Tornano gli incentivi auto per l’installazione di un impianto GPL oppure a metano. Sono gli unici incentivi auto previsti nel 2016, e sono disponibili dal 22 marzo fino a esaurimento scorte in 674 comuni d’Italia. L’ammontare complessivo degli incentivi è di un milione e 800 mila euro.


INCENTIVI AUTO GPL E METANO, COME AVERLI

Per poter usufruire degli incentivi auto per l’installazione di un impianto GPL o a metano è sufficiente rivolgersi a un installatore che aderisce all’iniziativa: sarà lui a verificare la disponibilità dei fondi e a prenotare l’ecobonus necessario alla trasformazione dell’auto. È anche necessario che il proprietario dell’auto sia residente in uno dei 674 comuni che aderiscono all’iniziativa - lo stesso vale per una persona giuridica, che deve avere la sede legale in uno di questi comuni.

La verifica e la prenotazione dell’incentivo viene fatta dall’officina sul sito web del Consorzio Ecogas (www.ecogas.it). I fondi disponibili ammontano a un milione e 800 mila euro, che dovrebbero essere sufficienti all’installazione di 4.500 impianti tra GPL e metano.


GLI IMPORTI PER AUTO GPL E AUTO A METANO

Una parte degli incentivi è destinata alla trasformazione di auto Euro 2 ed Euro 3 immatricolate dopo l’1 gennaio 1997. L’ammontare dell’incentivo per il GPL è di 500 euro, mentre per il metano la cifra sale a 650 euro di cui 150 euro (in entrambi i casi) a carico dell’officina. Di conseguenza l’ecobonus erogato effettivamente dall’ICBI, acronimo di Iniziativa Carburanti a Basso Impatto, è di 350 euro per il GPL e 500 euro per il metano.


GLI IMPORTI PER VEICOLI COMMERCIALI LEGGERI

L’altra parte degli incentivi per impianti a GPL e metano è destinta alla trasformazione di veicoli commerciali leggeri (3,5t) di categoria Euro 2, anche in questo caso immatricolati dopo l’1 gennaio 1997. L’ecobonus ammonta a 750 euro per l’impianto a GPL e 1.000 euro per quello a metano; in entrambi non è previsto alcun contributo da parte dell’officina.

Come per le auto, l’incentivo per la trasformazione di un veicolo commerciale a GPL o metano viene richiesto ed eventualmente bloccato dall’installatore aderente all’iniziativa attraverso il sito web del Consorzio Ecogas. Anche in questo caso è necessario, per poter aderire agli incentivi, che la persona fisica o giuridica proprietaria del veicolo sia residente/abbia la sede legale in uno dei comuni che aderiscono all’iniziativa.


INCENTIVI DUAL FUEL: DIESEL/GPL E DIESEL/METANO

Gli incentivi sono rivolti anche alla trasformazione a GPL e metano di veicolo alimentati a gasolio, con lo scopo di sperimentare i benefici ecologici di tale trasformazione attraverso l’installazione di un dispositivo portatile che misura le emissioni reali del veicolo nell’uso quotidiano. In particolare verrà tenuta sotto controllo l’emissione del particolato.

L’incentivo per l’installazione di un impianto GPL su un veicolo diesel ammonta a 750 euro, mentre per l’installazione di un impianto a metano ammonta a 1.000 euro.