Cinquant’anni dopo la prima Citroën Mehari, fa la ricomparsa al Salone di Ginevra 2016 una della auto più iconiche di sempre. Citroën Mehari, così si chiama la vettura cabrio a 4 posti completamente elettrica che vedremo al Salone di quest’anno. Bianco, arancio: la Citroën E-Mehari styled by Courrèges rielabora le “vecchia” Mehari adattandola allo stile moderno.

La Citroën E-Mehari sarà visibile allo stand Citroën a partire dal primo giorno di marzo. Questa concept rappresenta una creazione tecnologica e di tendenza in puro stile Courrèges.

Le caratteristiche sono quelle della prima Citroën Mehari: decappottabile, 4 posti e sedili rialzati; ma questa volta il tetto fisso è in plexiglas e conferisce alla Citroën E-Mehari un effetto “ghiacciato” Il portellone mobile permette di accedere vano bagagli che ospita una linea di valige esclusiva: 3 modelli in pelle bianca e profilo in vinile arancione lucido, naturalmente in tinta con il veicolo.

La colorazione arancio è stata pensata appositamente per donare allegria all’abitacolo, caratterizzato da un pannello lucido in vinile che si estende lungo la plancia. La stessa colorazione bianca/arancione la troviamo sulle maniglie delle porte, mentre il volante monorazza è in tinta unita.


ECOLOGICA E ALLA MODA

La Citroën E-Mehari monta batterie LMP® (Lythium Metal Polymer) che permettono all’auto di raggiungere una velocità di 110 km/h e un’autonomia di 200 Km nel ciclo di omologazione urbano. Le batterie si ricaricano completamente in circa 8 ore con una presa da 16A, oppure in 13 ore se si utilizzano postazioni domestiche, pubbliche o con prese domestiche a 10A.

Il design della Citroën E-Mehari è frutto della collaborazione tra Citroën e la casa di moda Courrèges, che rivoluziona la moda degli anni 60 e 70. I due Marchi da sempre hanno come punti in comune la creatività e un’idea di stile colorato; per questo Citroën ha proposto a Courrèges di rivisitare E-Mehari per renderlo un’oggetto unico e luminoso