Il decesso dell’intestatario di un veicolo fa cadere tutti i suoi beni - automobile inclusa - nell’asse ereditario. Questo significa che tutti i suoi eredi avranno pari diritti sul veicolo e potranno decidere se mantenerla o liberarsene velocemente consultando, per esempio, un sito internet che offra la possibilità di vendere auto usate o ereditate. Prima di far questo, però, sarà importante effettuare correttamente il passaggio di proprietà obbligatorio ovvero l’intestazione agli eredi di tutti i veicoli intestati al de cuius e registrati a suo nome al PRA.


Come intestare l’auto agli eredi

Per prima cosa occorre autenticare la firma dell’erede sull’atto di accettazione dell’eredità e registrare l’atto all’ufficio provinciale dell’ACI - il Pubblico Registro Automobilistico (PRA)- entro sessanta giorni dall’autentica, il quale rilascerà il certificato di proprietà aggiornato (cdp). Successivamente è importante richiedere l’aggiornamento all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC).


Documenti necessari per l’intestazione agli eredi

Per l’intestazione è necessario consegnare:  libretto di circolazione, certificato di proprietà del veicolo, atto di accettazione dell’intestazione dell’auto, documenti personali e delega in caso di assenza degli eredi al PRA per la trascrizione.
 

Se si desidera intestare l’auto a un solo erede o venderla

In questo caso sarà necessario prima registrare l’atto di accettazione di eredità intestando il veicolo a tutti gli eredi e poi registrare l’atto di vendita a favore di uno degli eredi o dell’acquirente.


Sanzioni

Il mancato aggiornamento del cdp e della carta di circolazione comporta sanzioni monetarie e il ritiro della carta di circolazione ai sensi dell’art. 94 del Codice della Strada.