Le SUV compatte sono auto versatili, pratiche, con una buona capacità di carico e con una posizione di guida che consente di dominare la strada. Ormai quasi tutte le case automobilistiche hanno una SUV in gamma, talvolta con prezzi equivalenti a quelli di un’utilitaria. Vediamo quali sono le 5 SUV più economiche del 2016.


DACIA DUSTER, LA PIÚ ECONOMICA 

Bastano solo 11.900 euro per mettersi in garage la più economica tra le SUV compatte. Tanto costa la versione d’ingresso della Dacia Duster, robusta SUV dal design personale e molto apprezzato: è di gran lunga l’auto più venduta del marchio low cost.

La Dacia Duster è robusta, spaziosa e ha un bell’aspetto, e per quanto riguarda il prezzo è imbattibile, perché nessun costruttore offre un’alternativa altrettanto economica. Certo, le finiture sono grossolane e la versione entry level da 11.900 euro non ha un equipaggiamento sufficiente (per intenderci non si può avere nemmeno l’aria condizionata), ma anche salendo con gli allestimenti la Duster resta una SUV economica, dall’ottimo “value for money”. Disponibile a benzina e diesel, a due ruote motrici o 4x4.


CITROEN C4 CACTUS

Più che una SUV, la Citroen C4 Cactus è una crossover economica. Almeno nella versione d’ingresso con motore 1.2 a benzina da 75 CV in listino a 14.950 euro, che comunque non è sottodimensionata grazie al peso complessivo contenuto. La C4 Cactus si distingue per originalità, ha degli interni ben fatti e uno schermo da 7” che racchiude tutti i comandi per controllare le funzioni dell’auto. Per avere un equipaggiamento completo, però, occorre spendere un po’ di più di 14.950 euro grazie ai quali è la seconda SUV più economica sul listino.

La Citroen C4 Cactus è disponibile solo a trazione anteriore, con motori a benzina o diesel, anche con un cambio automatico robotizzato. Molto bassi i consumi di carburante, soprattutto per la versione diesel.


MAHINDRA QUANTO E DR5

Con una differenza di soli 6 euro in favore dell’indiana, possiamo dire che la Mahindra Quanto e la DR5 sono pari merito nella classifica delle 5 SUV più economiche, ed entrambe sono a un soffio dalla seconda classificata Citroen C4 Cactus.

La Mahindra Quanto è in listino con un prezzo che parte da 14.974 euro, mentre la cinese DR5 parte da 14.980 euro. La prima è compatta (è lunga meno di 4 metri) e, nella versione 4x4 con marce ridotte, è una SUV economica con vocazione da fuoristrada poiché ha ereditato il telaio a longheroni della Mahindra Goa. Sotto il cofano trova posto un 2.2 turbodiesel da 120 CV. Di serie ci sono il climatizzatore e il cruise control.

La DR5 ha dimensioni più abbondanti (è lunga 4,39 metri, 7 cm in più della Duster) e una dotazione di serie molto ricca che include, tra le altre cose, il climatizzatore manuale e i sensori di parcheggio. La gamma di questa SUV economica comprende una versione a benzina e una a GPL, mentre il diesel non è previsto. La DR5 è solo a trazione anteriore.


PEUGEOT 2008

Come la Citroen C4 Cactus, anche la Peugeot 2008 appartiene di più alla categoria delle crossover piuttosto che a quello delle SUV, anche se spesso i due termini vengono usati come sinonimi. Con un prezzo di partenza di 15.810 euro, la Peugeot 2008 è la quinta SUV più economica sul listino. Non ha grandi velleità in off-road, ma offre una guidabilità su strada al top nella categoria e interni accoglienti.

La versione d’ingresso da 15.810 euro monta un motore 1.2 a benzina da 82 CV, mentre la dotazione, se ci si basa sulla versione d’ingresso, è limitata. La 2008 non prevede la trazione integrale, ma il sistema Grip Control – disponibile in sovrapprezzo solo su determinate versioni – abbinato a pneumatici M+S consente di avere una buona trazione anche in condizioni di bassa aderenza.