Siamo venuti a Roma per provare la nuova Smart. Anzi, per essere precisi, le nuove Smart, trattandosi di due modelli differenti: la nuova Fortwo, la più piccola citycar in commercio che mantiene la stessa lunghezza di quella precedente e la nuova Forfour, una 5 porte e 4 posti con motore e trazione posteriori.


Nuova Smart Fortwo

Piccola è piccola, la nuova Smart Fortwo: misura 269 cm di lunghezza, proprio come  il modello precedente, mentre in larghezza è cresciuta di 10 cm raggiungendone 166 in totale, non pochi ma assolutamente irrilevanti per la ricerca di un parcheggio, dove resta sempre la numero uno. Non solo, il raggio di sterzata incredibilmente contenuto, di 6,95 metri, rende le manovre ancora più facili di prima, dal parcheggio alle inversioni a U. La differenza però la si apprezza quando ci si accomoda nell'abitacolo. Un bell'abitacolo, spazioso, tondeggiante e colorato, ispirato a quello della prima Smart Fortwo, ma con una qualità percepita mai vista su una Smart. Inoltre 10 centimetri in più regalano anche una stabilità migliore, che ha consentito di montare ammortizzatori più morbidi. Il risultato? Uno dei principali difetti della piccola citycar era la rigidezza, ora scomparsa: le irregolarità delle strade del centro storico di Roma non ci hanno più di tanto infastidito.
A proposito di difetti, il vecchio cambio automatico era di una lentezza eccessiva anche per una citycar senza alcune velleità sportive. Da oggi tutto cambia: di serie c'è un manuale a 5 marce dagli innesti morbidi e dalla frizione leggera. Per intenderci, non affatica nemmeno nel traffico romano; mentre chi non vuole rinunciare alla comodità dell'automatico avrà a disposizione niente di meno che un doppia frizione by Getrag. I motori sono il 1.000 da 71 CV, quello che abbiamo provato e del quale abbiamo apprezzato la fluidità, e il più brillante 900  da 90 CV. A marzo arriverà anche il 1.000 da 60 CV guidabile anche dai neopatentati.


Prezzi e dotazione della nuova Fortwo

A guardare il prezzo di partenza di 12.750 euro sembra che la nuova Smart Fortwo sia diventata cara, ma non è così: la versione Pure, entry level del modello precedente è scomparsa dal listino, ma nessuno la rimpiange dato che solo un cliente su cento l'aveva scelta. Ora anche la base Youngster ha tutto quello a cui difficilmente si rinuncerebbe, dal climatizzatore ai cerchi in lega, passando per il sistema di infotainment con radio e Bluetooth che permette di collegare il proprio smartphone e sfruttarne le app, e il cruise control. Per non parlare dei 5 airbag – anche per le ginocchia del guidatore – e del sistema Crosswind Assist di serie, che garantisce stabilità in caso di forte vento.
Ci sono poi altre quattro versioni più ricche, ognuna con una personalità ben definita: l’accattivante Sport Edition 1, la colorata Passion che sarà apprezzata dal pubblico femminile, la ricca Proxy e la top di gamma Prime, quella “più Mecedes” di tutte, equipaggiata con sofisticate tecnologie.


Nuova Smart Forfour

Con i suoi 349 cm di lunghezza la nuova Smart Forfour vuole recuperare il pubblico – in gran parte femminile – che aveva conquistato con la prima Mercedes Classe A del 1998. Le analogie con la prima monovolume della Stella sono molte, a cominciare dalle dimensioni molto simili. La Forfour è un'auto compatta ma versatile, con 5 porte e uno stile chic a cui si aggiunge un raggio di sterzata di appena 8,65 metri (inferiore a quello della precedente Fortwo) che la rende maneggevole come nessuna della sua categoria. La nuova Forfour offre tanto spazio interno: l'88% della lunghezza è destinata all'abitacolo, tanto che anche quattro adulti non sono troppo sacrificati, mentre il bagagliaio è piuttosto piccolo.
La meccanica è la stessa della Smart Fortwo, ovvero motore e trazione posteriori con tre versioni a benzina 1.000 da 60 e 71 CV e 900 turbo da 90 CV. Anche sulla Forfour abbiamo testato il 1.0 da 71 CV, molto regolare, con pochissime vibrazione ma non molto brillante quando si cerca lo spunto ai semafori. Non sono invece previste unità turbodiesel.


Prezzi e dotazione della nuova Forfour

650 euro dividono la più piccola Fortwo dalla Forfour: quest'ultima parte da 13.400 euro nella versione da 71 CV nell’allestimento Youngster che, come abbiamo visto relativamente alla Fortwo, ha una dotazione di serie completa. Ci sono poi gli allestimenti Sport Edition 1, Passion, Proxy e Prime, e la possibilità di scegleier tra il buon cambio manuale a 5 rapporti e l’automatico a doppia frizione, offerto con un sovrapprezzo di 1.000 euro.