Non solo un semplice face-lift: la nuova Suzuki S-Cross potenzia le sue capacità, mettendo sul piatto una nuova estetica, nuovi motori e interni migliorati.

Per chi non la conoscesse già, la Suzuki S-Cross è l’ammiraglia della Casa giapponese: con 430 cm di lunghezza e 1,78 di larghezza infatti supera la Suzuki Vitara rispettivamente di 12 e 1 cm, mentre il bagagliaio da 430 litri è tra i migliori del segmento. È la crossover di casa, ora leggermente “suvvizzata” dal nuovo frontale, mentre la trazione, a seconda delle motorizzazioni, è anteriore o integrale All-GRIP. Le motorizzazioni sono tutte turbo - sia diesel sia benzina - e il cambio è disponibile sia manuale che automatico per tutta la gamma.


PIÙ SUV CHE CROSSOVER

Salta subito all’occhio la nuova calandra della Suzuki S-Cross, ora decisamente più piatta e schiacciata e caratterizzata da listelli cromati verticali. Il nuovo frontale, rafforzato anche da un nuovo cofano intagliato e muscoloso, stravolge non poco la linea della S-Cross, conferendole un’aria più da SUV. Anche i gruppi ottici a LED rinvigoriscono il look della Suzuki, soprattutto nella parte posteriore; inoltre la S-Cross monta nuove gomme più alte di 1,5 cm che ne migliorano le capacità offroad.

A completare le modifiche estetiche ci pensano il nuovo spoiler posteriore (optional) e degli interni migliorati caratterizzati da inserti in plastiche morbide e da un nuovo schermo del sistema di infotainment. La nuova Suzuki S-Cross guadagna anche 4 nuove tinte per la carrozzeria: Grigio Detroit, Orange Grand Canyon, Blu Capri e Rosso Siviglia.

La plancia ora sembra più omogenea nello stile, grazie al monitor integrato con una nuova cornice, mentre il pannello della plancia in plastica morbida aumenta la qualità percepita, ma tutta la parte superiore rimane ancora in plastica dura.


MOTORIZZAZIONI

Oltre al diesel 1.6 DDiS (in versione 2WD o 4WD ALLGRIP) sulla nuova Suzuki S-Cross sono disponibili anche i motori a benzina 1.0 BOOSTERJET da 112 CV e 1.4 BOOSTERJET da 140 CV (solo 4WD ALLGRIP), entrambi turbo. Il cambio automatico è disponibile per tutta la gamma: 6 marce automatico per i benzina e 6 DCT a doppia frizione per il diesel.


AL VOLANTE DELLA S-CROSS A BENZINA

Sono proprio i due propulsori a benzina che abbiamo voluto provare durante il nostro giro nei pressi del lago di Iseo con la nuova Suzuki S-Cross. La Casa giapponese d’altronde prevede di vendere circa il 40% delle S-Cross con propulsori a benzina, un numero molto alto rispetto alla concorrenza. 

Partiamo con il 1.0 BOOSTERJET con cambio manuale a 5 rapporti. Il piccolo tre cilindri eroga 112 CV e 170 Nm di coppia e permette alla crossover Suzuki di percorrere di media 100 km con 5,0 litri di carburante. Questo grazie ad un’iniezione diretta e ad un utilizzo di turbine a bassa inerzia. Al volante la differenza si vede: il 1.0 è brillante perla sua modesta cilindrata, offre una coppia quasi da diesel ai bassi e anche un discreto allungo. C’è qualche vibrazione attorno ai 4.000 giri tipica dei tre cilindri, ma nulla di fastidioso. I cinque rapporti del cambio manuale sono ben spaziati e il peso contenuto del motore rendono anche la guida più piacevole e il muso della vettura più agile in curva.

Il 1.4 BOOSTERJET invece l’abbiamo testato con il nuovo cambio automatico a 6 rapporti con paddle al volante. Il motore è elastico e lineare nell’erogazione, tanto da non avvertire la presenza del turbo. Il cambio è rapido e dolce, e ben si sposa con il carattere del motore. La spinta è così regolare da smorzare un po’ la potenza del 1.4, e da un certo punto di vista il 1.0 risulta quasi più brioso. Nonostante i 140 CV, i 220 Nm di coppia, e la trazione integrale ALLGRIP, il 1.4 BOOSTERJET tiene una media di 5,7 l/100 km del ciclo combinato ( con il cambio automatico) e arriva a 5,6 con il manuale.

Non abbiamo provato il 1.6 Diesel DDiS da 120 CV, ma solo perché lo consociamo molto bene. Si tratta del 1.6 Multijet di derivazione Fiat, appositamente messo a punto e perfezionato dai tecnici Suzuki e reso ancora più parco ed efficiente: lo dimostrano i consumi di 4,1 l/100 km (versione 2WD) e i 4,4 l/100 km (4WD) nel ciclo combinato.


ALLESTIMENTI E DOTAZIONE

La nuova Suzuki S-Cross è disponibile nei tre classici allestimenti: Easy, Cool e Top. Quello "Easy" prevede di serie il cruise control, l'impianto audio con comandi al volante, il Bluethooth, e gli specchietti in tinta regolabili elettricamente; quello “Cool” aggiunge i cerchi in lega da 17”, le luci diurne a LED, il sistema multimediale con schermo touch da 7”, Apple Cr Play e Mirror Link, la retrocamera posteriore, il volante in pelle, i sedili riscaldabili, il clima bizona, il sistema keyless e i sensori pioggia; l'allestimento “Top” aggiunge la frenata automatica di emergenza, il cruise control adattivo, il navi 3D, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori e i cerchi in lega da 17” bicolore.


I PREZZI DELLA NUOVA S-CROSS

La nuova Suzuki S-Cross con i motori BOOSTERJET parte da un prezzo di 18.990 euro con il 1.0 nell'allestimento Easy, mentre in quello Cool parte da 21.490 euro (22.990 con l’automatico). 

La S-Cross 1.6 DDiS con motore diesel parte invece da 24.190 euro nell'allestimento Cool, che diventano 26.390 euro con la trazione integrale ALLGRIP e 28.090 euro con trazione ALLGRIP e cambio automatico doppia frizione DCT. L’allestimento Top invece costa 25.790 euro e 27.990 euro nella versione ALLGRIP DCT.

La nuova Suzuki S-Cross è disponibile fin da subito e i concessionari apriranno le porte sabato 24 e domenica 25 settembre. Inoltre Suzuki quest’estate propone 23 controlli gratuiti e il 25% di sconto sulle parte di ricambio sia meccaniche che della carrozzeria.