Sul mercato da 60 anni e con 13 milioni di unità vendute, la Mercedes Classe E è la vettura della Stella a Tre Punte più conosciuta al mondo nonché l’auto business per eccellenza, scelta dai clienti prevalentemente nelle motorizzazioni diesel a 4 cilindri. Noi abbiamo provato la nuova E 250 CDI 4Matic con trazione integrale permanente.


Meno austera che in passato

La nuova Mercedes Classe E esprime autorevolezza, proprio come il modello precedente, ma gli interventi sul design l’hanno un po’ “svecchiata”, rendendola più attraente e più sportiva soprattutto negli allestimenti Sport e Premium, nei quali la Stella si trova al centro della mascherina anteriore invece che sul cofano nella sua classica versione tridimensionale. L’altra novità che spicca è il design dei gruppi ottici anteriori, ora racchiusi in un unico vetro ma che, una volta accesi, appaiono come i classici quattro fari che da diverse generazioni contraddistinguono la Classe E. In generale le linee si sono ingentilite, ma non hanno stravolto i connotati della vettura.
Classici anche gli interni, comodi e realizzati con materiali di qualità, che hanno uno stile molto diverso da quelli più moderni delle ultime nate a Stoccarda.
 

Un’ampia scelta di versioni 4 cilindri diesel

Ormai ci siamo abituati al fatto che la sigla non corrisponda alla cilindrata, e la vettura oggetto della nostra prova non fa eccezione: le versioni E 200 CDI, E 220 CDI, E 250 CDI sono tutte equipaggiate con lo stesso 2.1 litri 4 cilindri turbodiesel ma in tre diverse varianti di potenza di rispettivamente 136, 170 e 204 cv, quest’ultima disponibile anche in abbinamento alla trazione integrale permanente 4Matic. Non manca la versione ibrida diesel E BlueTEC Hybrid, che utilizza lo stesso propulsore nella variante da 204 cv abbinato ad un motore elettrico, per un totale di 231 cv. Una scelta quasi d’obbligo il downsizing per il mercato italiano, che a causa dello spauracchio dei controlli fiscali rende i pregiati 3.0 litri V6 poco appetibili e di conseguenza poco venduti. Mercedes ha risposto offrendo una vasta gamma 4 cilindri diesel, ben più articolata rispetto a quella che offre la concorrenza diretta.
 

La Mercedes E 250 CDI 4Matic su strada

Fino a qualche anno fa chi possedeva una berlina di rappresentanza con un motore a 4 cilindri diesel poteva essere etichettato come il classico caso “vorrei ma non posso”. Oggi, in un’epoca in cui lo stesso 2.1 turbodiesel viene utilizzato anche per la Classe S - che nella versione 250 CDI parte da poco meno di 80.000 euro - non è più così. Potrà sembrare strano, ma con un peso di oltre 1.700 kg la E 250 CDI 4Matic della nostra prova su strada si muove piuttosto bene e con un comfort acustico degno di nota, dato che all’interno del comodo abitacolo il rumore del 4 cilindri non è affatto invadente. Nella versione con trazione integrale lo scatto da 0-100 km/h è coperto in appena 7,9 secondi (8,1 la Station Wagon), mentre la velocità massima raggiunta è di 238 km/h. Il cambio automatico 7G Tronic Plus - con variatore di coppia - è di serie, e se non lo fosse sarebbe un accessorio indispensabile su una vettura che tra le sue qualità principali spicca il comfort. Le cambiate sono dolci senza e strappi, e i tempi di cambiata sono rapidi pur non trattandosi dell’unità a doppia frizione utilizzata su altre vetture della Casa. E si vuole più grinta è possibile selezionare la modalità Sport o cambiare manualmente con le palette dietro al volante. Nelle curve il peso della E 250 CDI 4Matic si sente, ma lo sterzo progressivo e le sospensioni morbide ma non cedevoli la rendono sicura e stabile in curva. La trazione integrale 4Matic, ripartita secondo lo schema 45:55 tra anteriore e posteriore, non compromette affatto il comfort di marcia grazie alla silenziosità del sistema e all’assenza di vibrazioni. In compenso garantisce un’elevata sicurezza di marcia anche in condizioni di bassa aderenza del manto stradale.


Nuova Classe E BlueTEC Hybrid

Il vantaggio del downsizing lo si apprezza anche da benzinaio. La E 250 CDI 4Matic della nostra prova su strada ha un consumo medio dichiarato di 5,5 l/100 km, che scendono a 4,8 l per la versione a trazione posteriore. Ma in questo campo la regina è la versione ibrida diesel: la nuova E BlueTEC Hybrid. Questo modello sfrutta la sinergia tra il motore endotermico 2.1 da 204 cv e il motore elettrico da 27 cv, per una potenza massima di 231 cv e un’esorbitante coppia che raggiunge quota 750 Nm. Un’accoppiata vincente, dato che coniuga prestazioni interessanti - 242 km/h e 0-100 coperto in 7,2 secondi - a consumi da citycar, con una media dichiarata di 4,1 l/100 km. E interessante anche il prezzo, che si discosta da quello della E 250 CDI di soli 2.500 euro.


Gli allestimenti e i prezzi della nuova Classe E berlina e Station Wagon

Tre gli allestimenti disponibili per la nuova Classe E: Executive, pensato per gli utenti business, con Bluetooth di serie, predisposizione per navigatore Becker e cerchi in lega da 16” o da 17” a seconda della versione; Sport, più moderna e aggressiva, con fari a Led, rivestimenti pregiati, doppio terminale di scarico e cerchi da 17”; Premium, l’allestimento top di gamma con navigatore multimediale COMAND Online, Fari Full Led e cerchi da 18”. Di seguito i prezzi nella versione Executive berlina e tra parentesi della versione Station Wagon, offerta nelle versioni 4Matic - AMG esclusa - e BlueTEC Hybrid allo stesso prezzo della berlina:

Versioni a benzina

E 200:  42.360 euro (44.660)
E 350:  56.791 euro (59.090)
E 350 4Matic:  59.450 euro (59.450)
E 500:  73.700 euro (75.389)
E 500 4Matic:  76.491 euro (76.491)
E 63 AMG:  109.410 euro
E 63 AMG 4Matic:  113.400 euro (116.060)
E 63 AMG S 4Matic:  128.410 euro (131.070)

Versioni a gasolio

E 200 CDI:  39.980 euro ( 42.280)
E 220 CDI:  45.280 euro (47.580)
E 250 CDI:  50.590 euro (52.889)
E 250 CDI 4Matic:  53.230 euro (53.230)
E 350 BlueTEC:  57.460 euro (59.760)
E 350 BlueTEC 4Matic:  59.218 euro (59.218)
E BlueTEC Hybrid:  53.090 (53.090)