La nuova Dacia Sandero, proprio come il modello precedente, è l'auto più economica del listino. E non si tratta di una minuscola citycar, ma di una vettura del segmento B a 5 porte con dimensioni generose e un bagagliaio ai vertici della categoria che, con il nuovo modello, ha dalla sua parte diverse carte vincenti. Noi abbiamo provato la nuova Sandero 1.2 GPL Lauéate da 75 CV, una scelta ancora più improntata al risparmio in un periodo in cui il prezzo della benzina è alle stelle.
 

Design, finiture e comandi

Il design della nuova Dacia Sandero, ora più attuale e con linee più sinuose, è stato rivisto soprattutto nel frontale: nell’allestimento Lauréate della vettura in prova con i fendinebbia di serie e le alette della calandra cromate, la nuova Sandero ha un aspetto accattivante.
Anche l’abitacolo, pur con finiture spartane e plastiche della plancia non proprio piacevoli al tatto, è, tutto sommato, gradevole e ben assemblato, anche meglio di quanto ci si aspetti da una vettura low cost. Carine le cornici in “Fumo Metal” che contornano la consolle centrale e le cromature presenti sul volante, sul pomello del cambio, intorno alle bocchette di aerazione e intorno alla strumentazione, quest’ultima un po’ carente nella quantità di informazioni ­­– sulla versione GPL manca il computer di bordo – ma molto chiara e ben leggibile. Non sono a portata di mano i pulsanti per gli alzacristalli elettrici, posizionati nella parte inferiore della consolle centrale vicino al comando che permette di predisporre l’accensione del cruise control, mentre ci è piaciuto il sistema di infotainment Dacia Media Nav (optional) con display touch screen da cui è possibile controllare l’autoradio, il Bluetooth e la navigazione in modo semplice e veloce.


Spazio abbondante e bagagliaio ai vertici della categoria

Una volta saliti a bordo della nuova Dacia Sandero 1.2 GPL si ha una piacevole sensazione di spaziosità, e anche chi siede sui sedili posteriori ha spazio in abbondanza sia in larghezza sia in altezza grazie alla forma squadrata della vettura. Il posto di guida piuttosto alto – anche con il sedile regolato nella posizione più bassa – favorisce l’accesso all’interno dell’abitacolo, e lo spazio sopra la testa è elevato anche per le persone di alta statura. Peccato solo che non si possa regolare il volante in profondità.
In termini di comfort la nuova Sandero 1.2 GPL viene promossa con buoni voti grazie anche alla capacità di sopperire alle asperità dell’asfalto, mentre la rumorosità meccanica del motore, che a 130 km/h è al regime di 4.000 giri/min, si fa sentire alle andature sostenute.
Ai vertici della categoria il bagagliaio, non compromesso dal serbatoio toroidale del GPL alloggiato al posto della ruota di scorta sotto il bagagliaio, che ha una capienza di 320 litri che diventano 1.200 con i sedili posteriori abbattuti. Insomma con la nuova Sandero 1.2 GPL è possibile viaggiare con tutta la famiglia e fare la scorta per la settimana al supermercato senza problemi di sorta.


415 km con 23 euro di GPL

Per chi ha fretta la nuova Dacia Sandero 1.2 GPL non è proprio la vettura più indicata. Intendiamoci, nell’uso urbano le sue prestazioni sono assolutamente adeguate grazie ai rapporti del cambio piuttosto corti e alla rotondità del motore, molto elastico ma poco propenso ad allungare, mentre nelle salite la carenza di brio del piccolo 4 cilindri in linea aspirato si fa sentire a prescindere dal fatto che si viaggi a GPL o a benzina, e le prestazioni dichiarate lo confermano: per il passaggio da 0-100 km/h sono necessari 14,5 secondi a benzina e 15,1 a GPL, mentre non cambia la velocità massima raggiunta di 162 km/h. In compenso la nuova Sandero GPL è l’auto adatta a chi vuole risparmiare: durante la nostra prova su strada siamo riusciti a percorrere 415 km con un pieno di GPL di circa 30 litri effettivi – con una percorrenza media di quasi 14 km/l –  che, con un prezzo del gas di 0,776 euro al litro, si paga alla pompa poco più di 23 euro. Un risparmio superiore a quanto non si ottenga dalla parca versione diesel di analoga potenza della nuova Sandero, con consumi dichiarati dalla Casa di 3,8 l/100 km, che presenta anche un prezzo di listino di 750 euro più alto. Inoltre il passaggio da benzina a GPL avviene automaticamente e in modo inavvertibile, senza strappi.


Su strada

Il motore tranquillo e lo sterzo piuttosto demoltiplicato della nuova Dacia Sandero 1.2 GPL Lauréate non invogliano ad andare forte. D’altronde la vettura in questione non ha velleità sportive, anche se la tenuta di strada e ancor di più la stabilità sono di buon livello: la nuova Sandero è in grado di affrontare le curve ad una discreta velocità, e, in caso di brusco rilascio dell’acceleratore in curva o di manovre di emergenza, rimane sempre composta. In ogni caso c’è sempre il sistema ESP (offerto di serie su tutta la gamma della nuova Sandero) pronto ad intervenire.
La frizione e il cambio morbidi, la capacità degli ammortizzatori (col contributo della spalla alta degli pneumatici) di assorbire le irregolarità del terreno e la buona visibilità la rendono ideale per il traffico cittadino, dove potrebbe deludere solamente l’ampio raggio di sterzata nelle manovre.


Prezzo e dotazione: difficile trovare di meglio

La nuova Dacia Sandero 1.2 GPL Lauréate ha un prezzo di listino di 9.700 euro con una dotazione di serie che include 4 airbag, sistema ESP, attacchi Isofix, chiusura centralizzata con telecomando, vetri elettrici anteriori, impianto audio con lettore CD/MP3 e Bluetooth, sedile di guida e volante regolabili in altezza e retrovisori esterni in tinta con la carrozzeria elettrici e sbrinanti. L’esemplare della nostra prova su strada è stato arricchito con: climatizzatore (690 euro) – accessorio indispensabile escluso dal prezzo ­–, alzacristalli elettrici posteriori (110 euro), sistema infotainment Dacia Media Nav (100 euro), cruise control (200 euro), sensori di parcheggio posteriori (250 euro), volante in cuoio (80 euro), kit fumatori (30 euro), cerchi in lega da 15” (400 euro) e vernice metallizzata (390 euro). Così equipaggiata la Sandero 1.2 GPL Lauréate raggiunge un prezzo di 11.950 euro.
Per chi volesse spendere ancora meno c’è anche la più spartana Sandero 1.2 GPL Ambiance, che non rinuncia alla dotazione di sicurezza ed è in listino al prezzo di 8.900 euro.


Perché comprare la nuova Sandero GPL

Come abbiamo già detto, il prezzo, insieme alle spese di gestione particolarmente contenute, è l’elemento decisivo che potrebbe spingere ad acquistare la nuova Dacia Sandero GPL. Certamente non ha l’appeal di alcune utilitarie della concorrenza, a cominciare dalla “parente stretta” Renault Clio, ma chi acquista questa vettura cerca un mezzo di trasporto economico e funzionale. E la nuova Sandero GLP, oltre ad avere queste caratteristiche, è anche comoda, ben costruita e offre 3 anni di garanzia fino a 100.000 km.