Dopo aver provato la  Mitsubishi ASX 1.6 diesel 4WD  con il più piccolo motore di origine PSA, mi sono messo al volante della più potente versione 2.2 diesel 4WD con cambio automatico. 

L’allestimento top di gamma Instyle Panoramic fa della Mistubishi ASX restyling 2017 una SUV compatta ben equipaggiata, solida e senza fronzoli. Con un rapporto spazio-dimensioni invidiabile.


COME SI PRESENTA

SUV dalle dimensioni compatte - è lunga 4,36 metri, larga 1,77 e alta 1,63 - da poco rinnovata. L’impatto del restyling 2017 sulla Mitsubishi ASX è  subito evidente nel frontale, dove sfoggia una mascherina ridisegnata dallo stile vicino a quello della Outlander. Nuova anche l’antenna a pinna di squalo.

La plancia ha un aspetto un po’ datato, in compenso il restyling ha regalato alla Mitsubishi ASX un nuovo sistema multimediale con schermo touch a colori da 7 pollici che supporta Apple Car Play e Android Auto per viaggiare sempre connessi. La pedaliera in alluminio dà un tocco di sportività.

La ASX è  adatta alle famiglie grazie all'enorme quantità di spazio per le gambe a disposizione per i passeggeri posteriori, un po’ meno per la testa. Il tetto panoramico in vetro regala una piacevole luminosità all’abitacolo e una sensazione amplificata di spazio soprattutto per chi siede dietro.

La trazione integrale della Mitsubishi ASX è di tipo inseribile. È possibile privilegiare i consumi viaggiando con la sola trazione anteriore, oppure premere il tasto 4WD e avere a disposizione la trazione sulle quattro ruote nei casi in cui l’aderenza non sia delle migliori.
 

COME VA

Questa versione con motore 2.2 diesel ha una cilindrata che potrebbe spaventare, dato che il downsizing sembra essere particolarmente di moda (soprattutto in Italia). Alla fine dei conti, però, la potenza non è eccessiva, e di conseguenza nemmeno l’importo della tassa di possesso (che si paga in base alla potenza): l’unità a gasolio della Mitsubishi ASX 2.2 4WD automatica eroga una potenza di 150 CV.

La spinta è ovviamente ben più corposa che nella versione 1.6 diesel da 115 CV con cambio manuale. C’è più “schiena” ai bassi regimi, e soprattutto a pieno carico si sente la  differenza. Detto questo ho trovato la ASX 1.6 più che adeguata, e considerando che la 2.2 ha un prezzo sensibilmente più alto la consiglierei solo a chi desidera una SUV dalla dotazione completa, con cambio automatico e trazione 4WD (peraltro disponibile anche sulla 1.6). I consumi sono nell’ordine dei 14 - 15 km/l, e potrebbero essere migliori con un cambio più efficiente. Il rumore del 4 cilindri a gasolio si fa sentire in accelerazione.

La compattezza della Mitsubishi ASX è apprezzabile anche nel traffico cittadino, dove è cominciata la mia prova. È agile, si parcheggia bene, e il cambio automatico a 6 rapporti offre un buon livello di comfort. Un automatico non paragonabile per rapidità ai fulminei “doppia frizione”, e anche restando nel campo dei convertitori non spicca è dei più brillanti. In compenso l’andatura è fluida, e la poderosa coppia del 2.2 diesel di 360 Nm pensa al resto. In autostrada c’è una buona dose di potenza di riserva per aumentare la velocità. Unico appunto, i fruscii aerodinamici si fanno sentire.
 

QUANTO COSTA 

La versione 2.2 della Mitsubishi ASX si distacca dalla  gamma con motore 1.6 in quanto disponibile solo con trazione 4x4, cambio automatico e nei due allestimenti di alta gamma Intense e Instyle Panoramic. I prezzi, di conseguenza, partono da 31.690 euro. Tuttavia non si tratta di una cifra elevata considerando i contenuti e la dotazione di serie. La Mitsubishi ASX 1.6 DDiD 2WD nell’allestimento base parte da 22.140 euro.

La top di gamma in prova, ovvero la ASX 2.2 Diesel 4WD automatica Insyle Panoramic, costa 32.890 euro. La dotazione di serie prevede, tra le varie cose, il climatizzatore automatico, il cruise control, la chiave elettronica, il sistema Brake Assist System, lo schermo touch da 7 pollici con navigatore GPS e telecamera posteriore, il tetto in vetro panoramico, la pedaliera in alluminio e i cerchi in lega da 18 pollici.
 

POSSIBILI ALTERNATIVE

Le cosiddette B-SUV - che poi sono ben più grandi delle utilitarie del segmento B - come la Suzuki Vitara 1.6 DDiS 4WD DCT, la Fiat 500X Cross 1.6 Multijet 4x4 e la “cugina diversa” Jeep Renegade con la quale condivide la meccanica.
 

A CHI SI RIVOLGE

A chi desidera una SUV compatta col pacchetto completo: trazione 4x4, cambio automatico e una dotazione di tutto punto. Il prezzo supera i 30.000 euro, e non ci sono sorprese in termini di equipaggiamento: quasi tutto è di serie. Apprezzabile la garanzia di 5 anni fino a 150.000 euro.
 

PUNTI DI FORZA

- La ASX è compatta, ma lo spazio a bordo non manca
- La garanzia di 5 anni fino a 150.000 km
 

PUNTI DI DEBOLEZZA

- Il cambio automatico è lento
- L’insonorizzazione non è delle più curate