L’Infiniti M35 Hybrid, oggi in listino col nome di Infiniti Q70 Hybrid, è sul Guinness dei Primati in qualità di auto ibrida dall'accelerazione più veloce al mondo: il suo propulsore, formato da un motore a benzina V6 da 3,5 litri abbinato a un motore elettrico, eroga la bellezza di 364 CV e assicura uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 5,5 secondi. Ma le sue qualità migliori sono altre.

 

 

Distinta ma non appariscente

Cominciamo dall’aspetto: la Q70 ha un design ricercato, a tratti sportivo, sempre raffinato. Non è un’auto che attira particolarmente l’attenzione anche a causa del blasone poco noto e questo, a seconda dei punti di vista, potrebbe essere un pregio oppure un difetto. L’imponente mascherina anteriore cromata contraddistingue le vetture del Marchio mentre le numerose le nervature della sua silhouette e il tetto spiovente che scende lentamente verso la coda, quasi fosse una coupé, conferiscono quell'aspetto dinamico che si apprezza anche su una berlina executive.  La Q70 non manca di personalità e, quando si è a bordo, forse anche per il fatto che è poco diffusa, ci si sente circondati da un’aura di esclusività.


Equipaggiamento al top

Si capisce premendo il pulsante dell’accensione che sull’Infiniti Q70 nulla è lasciato al caso: il sedile del guidatore avanza e il volante scende nella posizione preimpostata mentre quando si spegne la vettura e si apre la portiera il sedile arretra e il volante si alza. Tutto questo per rendere più agevole salire e scendere dall'auto.
Nell’abitacolo della Q70 si viene accolti da comodissimi sedili in pelle riscaldabili e anche refrigerati, regolabili elettricamente. Tutti i materiali, dalla radica alla pelle, sono di ottima qualità e le finiture sono di alto livello. Niente da invidiare alle concorrenti tedesche quindi. Anzi, la qualità dei dettagli è anche superiore a parità di categoria e l’equipaggiamento è ricchissimo: nell’allestimento GT Premium sono di serie, tra le altre cose, l’impianto audio Bose con 16 altoparlanti e il sistema Forest Air che purifica l’aria, mantiene il giusto livello di umidità e rilascia una leggera fragranza di foresta all’interno dell’abitacolo.


Comfort da vera ammiraglia

Una volta messa in moto la vettura non emette alcun rumore: per avanzare lentamente, se la carica delle batterie agli ioni di litio è sufficiente, viene utilizzata la propulsione del motore elettrico e solo quando serve si aziona automaticamente quello endotermico. Sulla Q70 il silenzio regna assoluto: procedendo in modalità EV (cioè esclusivamente elettrica), fino alla velocità massima di 100 km/h, si percepisce appena un leggero sibilo mentre il sornione V6, una volta in moto, emette un educato e piacevole suono rauco, merito anche dell’ottima insonorizzazione. Ma anche accelerando a fondo la Q70 stupisce per la sua silenziosità che, combinata alla comodità dei suoi sedili, alla dolcezza del cambio automatico e alle sospensioni morbide che fanno sembrare perfetta qualsiasi strada, rende piacevole e davvero poco stancante l’esperienza di viaggio. L'unico ad essere scomodo è il quinto passeggero, che trova poco spazio a causa del grosso tunnel centrale e di una conformazione del divano posteriore pensata per due persone. Limitato il bagagliaio (350 litri) a causa delle batterie agli ioni di litio della versione Hybrid.


Prestazioni da record, comportamento tranquillo

Le prestazioni sono elevate: i 364 CV di potenza si sentono tutti quando si affonda l’acceleratore, con la velocità che sale ad un ritmo sorprendente soprattutto nella modalità di guida Sport che tiene il motore sempre sull’attenti (ci sono anche le modalità Snow, Eco e Normal). Non aspettatevi però un comportamento sportivo: la stazza di oltre 1,9 tonnellate si fa sentire nei percorsi misti, i rapporti del cambio sono lunghi e lo sterzo ad assistenza variabile è piuttosto demoltiplicato. L’Infiniti Q70 non entusiasma nella guida sportiva e neanche vuole farlo: va guidata in modo rilassato o ad alta velocità sulle Autobahn tedesche, godendosi la qualità e il comfort dei suoi interni e lasciandosi coccolare dalle raffinatezze di cui è equipaggiata. Il cambio automatico a 7 rapporti non ha le palette dietro al volante per l’uso nella modalità manuale: per averle, insieme ad un assetto più rigido, ci sono gli allestimenti S ed S Premium, più votati alla sportività.


Capitolo consumi: il sistema ibrido fa la differenza?

Molto dipende dallo stile di guida e dal percorso. In città e nei percorsi extraurbani, se affrontanti senza fretta, il motore elettrico gioca un ruolo cruciale: facendo entrare in gioco il meno possibile il motore a benzina si possono anche superare i 15 chilometri con un litro di verde. Ma bisogna davvero essere delicati con l’acceleratore perché l’unità elettrica da 68 CV non può fare miracoli e se si chiede un po’ di sprint interviene immediatamente l’unità a benzina. Il motore elettrico si rivela meno utile in autostrada, dove il V6 è sempre in funzione e i consumi, di conseguenza, si fanno più sostenuti ma mai eccessivi se si tiene conto dell’elevata potenza della vettura.
Sfruttando appieno le prestazioni della Q70 Hybrid, invece, i due motori lavorano in simbiosi per fornire la massima spinta. Ma in questo caso i consumi sono da vera sportiva.


Prezzo e dotazione

Il prezzo della Q70, nell’allestimento top di gamma GT Premium, è di 66.520 euro. La qualità si paga, ma bisogna tenere conto del ricchissimo equipaggiamento che include proprio tutto di serie. L’unico optional disponibile? La vernice metallizzata. E anche nell’allestimento GT, in listino a 60.445 euro, la dotazione è particolarmente ricca.