L’Alfa Romeo Giulietta 2.0 JTDm 150 CV non è la versione diesel più potente della gamma, eppure la risposta alla pressione dell’acceleratore è quasi rabbiosa: nella modalità di guida Dynamic, selezionabile tramite il selettore D.N.A., la Giulietta scatta in avanti con decisione già dai regimi più bassi. Non stupisce, dando un’occhiata alla scheda tecnica, che il nuovo propulsore 2.0 Multijet II sviluppi 380 Nm di coppia già a partire da 1.750 giri.


Più bella con il Pack Sportiva

Il Pack Sportiva presente sulla Giulietta 2.0 JTDm in prova ne esalta l’aspetto accattivante con minigonne, badge “Sportiva” sui lati della carrozzeria, calotte degli specchietti retrovisori satinate, pedaliera in alluminio, sedili contenitivi in pelle e tessuto, batticalcagno in alluminio con logo Quadrifoglio Verde, vetri oscurati e “Black interior” con finiture Grigio Scuro. Offerto in opzione al prezzo di 2.100 euro, mette in mostra gli aspetti salienti della compatta del Biscione oltre a offrire pneumatici 225/40 montati su cerchi da 18” a turbina e impianto frenante maggiorato Brembo. Chi pensa che sia troppo per la Giulietta JTDM 150 CV significa che non l’ha provata: il suo motore sembra ben più prestante di quanto le specifiche tecniche non lascino pensare.


Accogliente e ben rifinita

L’interno è ben realizzato, i materiali sono di buona qualità e il display da 6,5” del sistema di infotainment, dopo il restyling dell’anno scorso, è integrato nella console centrale. Gli amanti del Marchio non resteranno indifferenti ai sedili in pelle e tessuto con badge Alfa Romeo, così come apprezzeranno le cuciture a vista su volante e cuffia del cambio. Pazienza se lo spazio per mettere gli oggetti personali è limitato e il bracciolo centrale, se non viene sollevato, infastidisce durante le cambiate; davanti si viaggia comodi e anche chi siede sui sedili posteriori non ha nulla di che lamentarsi. Dietro, tra l’altro, c’è anche una bocchetta d’areazione. E non manca lo spazio per i bagagli, con una capacità del vano che va da 350 a 1.150 litri.


Motore prestante

Che i moderni turbodiesel siano elastici e prestazionali non è una novità, ma quello della Giulietta 2.0 JTDM 150 CV è sorprendente. Il selettore D.N.A., acronimo di Dynamic, Natural e All Weather, permette appunto di scegliere fra le tre modalità di guida che influiscono sul carico dello sterzo, sulla risposta dell’acceleratore, sulla curva di coppia del motore, sui controlli di trazione e stabilità e sul differenziale Q2. Nella Modalità Dynamic la Giulietta offre un'esperienza di guida coinvolgente: lo sterzo meno servoassistito regala un feedback migliore, i controlli di trazione e stabilità sono meno invasivi, i freni sono più reattivi e il motore si sveglia non appena si sfiora il pedale del gas. In Natural lo sterzo si ammorbidisce e la guida risulta più rilassata mentre la modalità All Weather è pensata per offrire più sicurezza in caso di fondo a bassa aderenza. In termini di consumo la Giulietta 2.0 JTDm 150 CV si accontenta di poco, con un valore medio ottenuto nel corso della nostra prova su strada – senza neanche rinunciare troppo alle prestazioni del Multijet – pari a 16 km/l.


Divertente, ma anche confortevole

L’Alfa Romeo Giulietta 2.0 JTDm 150 CV è in grado di coniugare costi di gestione contenuti e piacere di guida. Insomma, il tragitto casa-lavoro, se si ha la fortuna di lavorare fuori città e il percorso è ricco di curve, può diventare una motivazione in più per svegliarsi presto la mattina. Il motore, come abbiamo già detto, è vigoroso fin dai bassi regimi e dotato di una buona progressione, ma è anche discreto in termini di rumorosità; il cambio si manovra molto bene e il comando dello sterzo è pronto e comunica bene quando si sta per raggiunge il limite anche se, nella modalità Dynamic, risulta piuttosto pesante in manovra e alle basse velocità. L’inserimento in curva della Giulietta è veloce, il retrotreno segue fedelmente la traiettoria e la frenata è ottima: la sicurezza non viene a mancare neppure nelle situazioni d’emergenza. In termini di comfort, poi, non è necessario scendere a compromessi con la sportività: il tono del motore è piacevole e discreto e l’assetto, pur avendo un’impronta sportiva, non è di quelli che ti fanno sobbalzare nemmeno quando le strade sono dissestate.


Prezzo e dotazione

Il prezzo di listino della Giulietta 2.0 JTDm parte da 27.650 euro. La versione in prova nel ricco allestimento Executive costa 29.100 euro, ai quali bisogna aggiungerne 2.100 per il Pack Sportiva e 2.600 per l’irresistibile vernice metallizzata tristrato Rosso Competizione, per un totale di 33.800 euro.