La nuova Fiat 500 è stata presentata al Lingotto il 4 luglio 2015, esattamente 50 anni dopo il lancio della prima Fiat 500. Il restyling apporta lievi cambiamenti alla carrozzeria della citycar torinese lanciata nel 2007, e all’interno debutta un display touchscreen da 5” del sistema di infotainment Uconnect presente di serie sulla nuova 500 Lounge. 


LE VERSIONI DELLA FIAT 500

I motori della nuova Fiat 500 sono gli stessi di prima. La versione equipaggiata con l’1.2 4 cilindri da 69 CV che deriva dal Fire rappresenta una scelta intelligente per spostarsi prevalentemente in città. Si tratta della versione d’ingresso in termini di prezzo di listino e vanta costi di gestione contenuti. Le prestazioni sono tranquille, i consumi contenuti.

Per chi cerca più brio - e un sound che richiama quello della prima Fiat 500 - la versione equipaggiata con il bicilindrico 0.9 TwinAir Turbo è quella giusta. La 500 0.9 TwinAir Turbo è disponibile in due varianti da 85 e 105 CV. Quella più potente ha una bella grinta, ma i consumi variano molto in base allo stile di guida. 

La nuova Fiat 500 può essere equipaggiata con il cambio robotizzato Dualogic.
 

ANCHE DIESEL E GPL

Per chi fa molta strada ci sono due possibilità: la 500 1.3 Multijet da 95 CV, brillante e davvero parsimoniosa nei consumi, e la 500  GPL, più “seduta” (si basa sulla versione 1.2 da 69 CV) ma ancora più economica in termini di costi di percorrenza grazie al prezzo contenuto del GPL.

Tra la 500 diesel e la 500 GPL, la prima è più adatta per i lunghi tragitti, la seconda va bene anche per l’uso cittadino.
 

UNO STILE UNICO

La Fiat 500 è una citycar dallo stile inconfondibile. Tra le varie generazioni che ne hanno ripreso l’idea e il nome, l’ultima è quella che meglio reinterpreta il design della creatura di dante Giacosa.

La 500 non è senz’altro la piccola più pratica in commercio. La Panda, ad esempio, ha 5 porte, offre più spazio per i passeggeri posteriori e ha un bagagliaio più sfruttabile. Ma chi compra una Fiat 500 compra un’emozione, un oggetto di design.

Gli interni della Fiat 500 restyling sono molto curati, e le finiture sono le migliori del segmento. Tra i difetti, la posizione di guida poco regolabile, piuttosto alta e con il volante inclinato. Il comportamento su strada, invece, è molto piacevole.

Le personalizzazioni sono tantissime, e al top di gamma c’è la Fiat 500 Riva, un vero e proprio gioiellino da sfoggiare nei luoghi più in. La tenuta del valore della Fiat 500 è molto alto. Anche perché le sue forme retrò sembrano non invecchiare mai. A quasi 10 anni dal lancio e dopo un restyling, la 500 è cambiata pochissimo. Un privilegio riservato a poche auto al mondo.