Bugatti è una casa automobilistica francese di proprietà del Gruppo Volkswagen.
Ha prodotto l’auto più veloce al mondo omologata per la strada, la Bugatti Veyron da 1.200 CV, in grado di raggiungere i 415 km/h di velocità massima.
La Veyron è stata sostituita dalla ancora più potente  e veloce Bugatti Chiron da 1.500 CV e 420 km/h di velocità massima. Da ricordare che la velocità massima della Chiron è autolimitata e in base ad alcune simulazioni virtuali sarebbe in grado di raggiungere i 470 km/h.
 

Storia ed evoluzione di Bugatti

La Bugatti è francese perché fondata in Francia ma il suo fondatore, Ettore Bugatti, è italiano. Le prime auto Bugatti videro la luce nel 1900, ma l’azienda venne fondata ufficialmente nel 1909.
Si trattava di modelli molto performanti, costellati da successi nel mondo delle competizioni come la Targa Florio e il Campionato del Mondo dei Grand Prix.

Nel periodo della Seconda Guerra Mondiale, la Bugatti smise di produrre automobili. La società resistette fino agli anni Cinquanta, quando chiuse definitivamente i battenti.

Alla fine degli anni Ottanta, il finanziere italiano Romano Artioli ne acquistò i diritti e fondò la Bugatti Automobili SPA nel modenese, cuore della produzione di auto sportive come Ferrari e Lamborghini.

Nei primi anni Novanta vennero prodotti modelli come la EB 110 SS, la prima al mondo con telaio in fibra di carbonio. All’epoca l’aveva acquistata anche Michael Schumacher (che la distrusse dopo non molto tempo), ma il prezzo molto alto, superiore al mezzo miliardo di lire, ne fece un’auto per pochissimi e nel 1995 l’azienda dichiarò fallimento.

Nel 1998 la Bugatti venne acquistata dal Gruppo Volkswagen e il primo modello prodotto dal Gruppo fu la Veyron: l’obiettivo, tutt’altro che semplice, era quello di realizzare l’auto di serie più veloce al mondo.
Dopo anni di studi, con molto ritardo e con molti soldi spesi (la Veyron è stata fallimentare dal punto di vista economico), il risultato fu raggiunto e la Veyron venne lanciata sul mercato.