E’ stata approvata dalla Commissione dei Trasporti la proposta di legge che prevede alcune modifiche al Codice della Strada, chiamata anche Mini Riforma del Codice della Strada e di cui se ne attende l’esame in Aula entro settembre 2012. Volta allo snellimento ed alla semplificazione, vediamo come è suddivisa e in che cosa consiste.
 

Mini Riforma: il “Codice di Comportamento” e la parte tecnica.

La prima parte della Mini Riforma riguarda il “Codice di Comportamento” alla guida, ed è composta da un centinaio di articoli che interessano tutti i cittadini che circolano sulle strade. La seconda parte è la parte tecnica, di circa 150 articoli, che va ad interessare i professionisti della strada, ovvero i guidatori professionali, costruttori e manutentori di strade e infrastrutture stradali, oltre ai costruttori di veicoli.
 

Contravvenzioni

Le novità riguardano le contravvenzioni, con una riduzione della somma pari al 20% se il pagamento dell’importo viene fatto entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica. La multa può essere notificata attraverso la PEC (posta elettronica certificata) e pagata attraverso il POS, ovvero con moneta elettronica. Un vantaggio per il cittadino, con la riduzione della somma se paga la contravvenzione entro 5 giorni dalla notifica, e per la Pubblica Amministrazione, che in questo modo ottiene una riduzione dei tempi per gli incassi, meno procedure per il recupero dei crediti delle multe non pagate e uno sgravio di lavoro burocratico.
 

Revoca della patente in caso di omicidio colposo

In caso di incidente con accusa di omicidio colposo si è inasprita la revoca della patente, prevista prima della Mini Riforma del Codice della Strada solamente in caso di tasso alcolemico sopra la norma o di assunzione di sostanza stupefacenti, con la possibilità di riottenerla dopo 3 anni dalla data della revoca dopo aver sostenuto gli esami previsti. La Mini Riforma prevede una revoca della patente che va dai 5 fino ai 15 anni nel caso di tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l, utilizzo di sostanza stupefacenti o nel caso di omissione di soccorso e fuga dopo l’incidente.
 

Segwey, i veicoli a bilanciamento assistito

Le novità della Mini Riforma del Codice della Strada riguardano anche i Segwey, simpatici veicoli elettrici a 2 ruote che si muovono a seconda dell’inclinazione del guidatore, ora equiparati a biciclette elettriche. Di conseguenza è ammessa la loro circolazione sulle strade, ma non è ammessa la circolazione sui marciapiedi. Sono guidabili a partire dai 16 anni di età e non possono superare i 20 km/h di velocità massima.
 

Autocaravan

Per gli autocaravan è previsto dalla Mini Riforma del Codice della Strada un nuovo calcolo della massa, che non può superare a pieno carico il 15% di quella indicata sul libretto di circolazione. Calcolo che vale per gli autocaravan (veicoli M1)  Euro 5 e successivi, dotati di controllo elettronico della stabilità, impianto GPL/metano e pannelli solari.