Esaminiamo i limiti di velocità in Italia nelle varie strade: città, strade extraurbane e autostrada, anche in caso di maltempo. E vediamo quali sono i limiti di velocità per i neopatentati, ovvero per gli automobilisti che hanno la patente da meno di tre anni.


Limiti di velocità in città, strade extraurbane e autostrada

Nelle strade urbane il limite di velocità è generalmente fissato a 50 km/h. Solo in alcune tratte, dove le condizioni lo permettono, il limite viene portato a 70 km/h e viene espressamente indicato dalla segnaletica stradale: si tratta delle strade urbane di scorrimento.

Nelle strade extraurbane secondarie e locali, ovvero su tutte le strade extraurbane ad eccezione delle superstrade, il limite di velocità è di 90 km/h. Sulle superstrade, ovvero le strade extraurbane principali, il limite è di 110 km/h.

Il limite di velocità in autostrada è di 130 km/h.

Il Codice della Strada prevede delle sanzioni per eccesso di velocità che variano in base al superamento del limite di velocità: fino a 10 km/h, da 10 a 40 km/h, da 40 a 60 km/h e oltre 60 km/h.


Limiti di velocità in caso di maltempo

Nel caso di precipitazioni atmosferiche il limite di velocità scende a 90 km/h sulle strade extraurbane principali e a 110 km/h in autostrada, mentre in caso di nebbia, se presente il cartello stradale con limite 50 km/h e il pannello integrativo con la scritta “in caso di nebbia”, il limite si abbassa, appunto, a 50 km/h.


Limiti di velocità per neopatentati

I guidatori che hanno la patente da meno di tre anni devono rispettare dei limiti differenti in autostrada e nelle strade extraurbane principali. Nel dettaglio, i limiti di velocità per neopatentati scendono rispettivamente a 100 km/h in autostrada e a 90 km/h in superstrada, mentre in città e nelle strade extraurbane secondarie restano gli stessi.

I limiti di velocità per neopatentati valgono anche in caso di cittadino straniero che consegue una nuova patente in Italia, nel caso di nuova patente dopo revoca di quella precedente e per i militari che hanno convertito la patente conseguita durante il servizio di leva.

Ricordiamo che anche il tipo di auto guidabile dai neopatentati deve rispettare il limite potenza/peso di 55 kW/tonnellata e non deve superare i 70 kW di potenza massima, a prescindere dal peso. Tale limitazione è prevista solamente per un anno da quando è stata fatta la patente.


Limiti di velocità per altri veicoli

Fin’ora abbiamo parlato di limiti di velocità relativi alle auto, ma ci sono altri mezzi di trasporto che devono rispettare limiti di velocità specifici. I ciclomotori, ad esempio, non possono superare i 45 km/h di velocità massima e le macchine agricole i 40 km/h (15 km/h se dotate di cingoli). Entrambi i mezzi non possono circolare in autostrada né nelle strade extraurbane principali. Limiti di velocità bassi anche per i autoveicoli che trasportano materiale esplosivo: 30 km/h nelle strade urbane e 50 km/h in superstrada e autostrada.

Le auto con roulotte, come gli autotreni, gli autosnodati, gli autoarticolati e tutti quei veicoli con rimorchio hanno un limite di velocità di 70 km/h nelle strade extraurbane e di 80 km/h in autostrada. Gli stessi limiti riservati ai mezzi industriali che superano le 12 tonnellate di massa complessiva.

I veicoli con peso complessivo superiore alle 3,5 tonnellate, invece, hanno un limite di velocità di 80 km/h nelle strade extraurbane e 100 km/h in autostrada.