Come riportato nell’ articolo sul rinnovo della patente di guida, questa scade ogni 10,5, 3 anni a seconda della fascia di età dell’individuo.

Ma cosa succede se si viene fermati a circolare con la patente di guida scaduta?

Per la guida con patente scaduta il codice della strada prevede due tipologie di sanzioni, una pecuniaria e una accessoria.

La sanzione amministrativa pecuniaria stabilisce che il conducente fermato a guidare con patente di guida scaduta sia soggetto ad una multa che va da 159 € a 639 €.

La sanzione amministrativa accessoria consiste invece nel ritiro della patente scaduta da parte delle autorità.
Il conducente avrà 10 giorni di tempo per procedere con la visita medica necessaria al rinnovo della patente, recarsi al comando della polizia locale e riavere la patente ritirata.
Se invece trascorrono più di dieci giorni, la patente scaduta verrà inviata alla prefettura del luogo in cui è stata accertata la violazione e sarà possibile ritirarla andando all’ufficio patenti della prefettura stessa, muniti di certificato medico che attesta l’avvenuto rinnovo.

Una buona notizia per chi si è dimenticato visita medica e rinnovo, il codice della strada non prevede che vengano tolti punti per chi guida con patente scaduta.