La guida con il foglio rosa, che si tratti di patente B, A, A1 e AM, prevede delle regole e dei limiti. E non rispettarli comporta delle sanzioni amministrative, con multe fino a 1.695 euro.

Vediamo quali sono le regole sulla guida con il foglio rosa per auto, moto e ciclomotori, le limitazioni di potenza e cilindrata, le regole sui passeggeri a la guida in autostrada.


REGOLE SULLA GUIDA CON IL FOGLIO ROSA

Il foglio rosa viene rilasciato dopo l’esame di teoria e prima dell’esame pratico. Ha una validità temporale di sei mesi, e consente di esercitarsi alla guida sul mezzo di trasporto per il quale si deve conseguire la patente. La guida con il foglio rosa prevede delle regole da seguire per evitare contravvenzioni.

Vediamo le regole e i limiti per categoria di patente: AM per ciclomotori, A1 e A per motocicli, B per automobili.


FOGLIO ROSA PATENTE B

In caso di conseguimento della patente B, l’esercitazione di guida con il foglio rosa prevede limiti di potenza dell’auto, l’affiancamento di un passeggero e limiti di velocità. Vediamo nel dettaglio tutte le regole.

Il foglio rosa per la patente B viene rilasciato all’età di 17 anni, ma solo nel caso in cui sono state già effettuate esercitazioni di guida in un’autoscuola per un minimo di 10 ore. In caso contrario viene rilasciato al compimento dei 18 anni di età.

La guida con il foglio rosa prevede la presenza in auto di un accompagnatore munito di patente B da almeno 10 anni e con età non superiore ai 60 anni. Età che passa a un massimo di 65 anni in caso di veicolo con doppi comandi (quelli di cui sono dotati le autoscuole, per intenderci).

Con questa autorizzazione temporanea si è tenuti a rispettare i limiti di velocità previsti per i neopatentati: 90 km/h sulle strade extraurbane principali e 100 km/h in autostrada.
Per quanto riguarda le caratteristiche dell’auto, invece, non vi sono alcune limitazioni di cilindrata e di potenza per la guida, purché il possessore del foglio rosa abbia 18 anni di età. L’importante è che sul veicolo, che può essere senza alcun problema una supercar, ci sia l’affissione della “P” secondo le regole previste.

I neopatentati, e i possessori del foglio rosa con 17 anni di età, non possono guidare auto con rapporto potenza/peso superiore ai 55 kW/t e con potenza massima pari a 70 kW nel caso di mezzi con immatricolazione M1 (ovvero per il trasporto passeggeri). 
 

FOGLIO ROSA PATENTE AM: CICLOMOTORI A 2, 3 O 4 RUOTE

Per quanto riguarda la guida con il foglio rosa in caso di conseguimento della patente AM, le regole cambiano se si tratta di ciclomotori a due ruote, oppure di ciclomotori a tre o quattro ruote. Per quanto riguarda i ciclomotori a due ruote, il limite riguarda i luoghi in cui si può circolare, che devono essere poco frequentati.

I luoghi “poco frequentati” non sono così definibili in modo permanente: la situazione va valutata di volta in volta in base alle condizioni del traffico. La trasgressione di questa regola viene punita con una sanzione amministrativa che prevede una multa di 78 euro. Il Codice della Strada non prevede invece alcun limite di orario nel quale si può circolare con il foglio rosa.

L’esercitazione alla guida con il foglio rosa di ciclomotori a 3 o 4 ruote con omologazione per il trasporto di un passeggero a fianco del conducente prevede, appunto, che sia presente a bordo una passeggero dotato di patente B da almeno 10 anni e che abbia un età non superiore ai 65 anni. È il caso dei quadricicli leggeri (le cosiddette microcar), mentre non è il caso della Piaggio Ape da 50cc, per fare un esempio.

L’utilizzo di ciclomotori a 3 o 4 ruote con il foglio rosa prevede, tra le altre regole, l’affissione del contrassegno con la lettera “P”.
 

FOGLIO ROSA PATENTE A1 E A

L’esercitazione di guida con il foglio rosa nel caso di conseguimento della patente A1 prevede l’uso di moto con le stesse caratteristiche che potranno condurre dopo ave conseguito la patente. Le limitazioni, in questo specifico caso, prevedono l’uso di moto con cilindrata massima di 125cc e potenza non superiore agli 11 kW.

Il foglio rosa rilasciato dopo il conseguimento dell’esame di teoria per la patente A (esame non necessario se si è già in possesso della patente B) non prevede invece limiti di cilindrata e di potenza massima. Anzi, per poter conseguire l’esame è necessario condurre una moto di almeno 600cc di cilindrata e con potenza uguale o superiore ai 40 kW.

Per la guida con il foglio rosa prima del conseguimento delle patenti A1 e A, valgono le stesse regole della guida con il foglio rosa per il conseguimento della patente AM sia per quanto riguarda il limite di guida in luoghi non trafficati, sia per quanto concerne il trasporto di passeggeri. Ovvero, se il veicolo è omologato per il trasporto di un passeggero a fianco del conducente (ad esempio un quadriciclo leggero) è necessario che sia presente una persona in possesso di patente B da almeno 10 anni e con età uguale o inferiore ai 65 anni. Su una moto, invece, i possessori di foglio rosa che non hanno compiuto la maggiore età non possono trasportare passeggeri.
 

LIMITI DI POTENZA E CILINDRATA

Per riassumere, la guida con il foglio rosa in caso di conseguimento della patente B per le auto non prevede alcun limite di potenza. A meno che il possessore del foglio rosa non abbia compiuto i 18 anni di età. Al contrario, per il primo anno di patente ci sono dei limiti specifici per i neopatentati.

La guida con il foglio rosa se si sta conseguendo la patente AM per i ciclomotori e A1 per le moto fino a 125cc non comporta limiti di cilindrata e  potenza diversi rispetto ai veicoli che si potranno guidare dopo aver conseguito la patente. Limiti che, nel caso della patente A, non ci sono.
 

LA GUIDA IN AUTOSTRADA

Con il foglio rosa è possibile guidare auto su anche in autostrada, sempre affiancati da un accompagnatore con i requisiti suddetti. 

Inoltre, l’articolo 122 del CdS stabilisce che il candidato alla patente debba a effettuare due ore di guida in autostrada (o in strade extraurbane) prima di poter accedere all’esame pratico per conseguire la patente B.