Per avviare un’attività di noleggio auto con conducente (NCC), guidare un taxi o un motoveicolo adibito a servizio pubblico di piazza superiore a 1,3 tonnellate è necessario conseguire il certificato di abilitazione professionale KB, mentre per la guida di motoveicoli con massa non superiore a 1,3 tonnellate è sufficiente il certificato di abilitazione professionale KA. I C.A.P. KA e KB possono essere conseguiti da soggetti in possesso della patente di guida che abbiano compiuto i 21 anni di età.


Certificati di abilitazione professionale KA e KB, i requisiti

Per ottenere i certificati di abilitazione professionale KA e KB è previsto un esame teorico orale. Al fine di essere ammessi all’esame per il certificato professionale KA è necessario essere in possesso di patente A, A2 o A1 mentre per l’ammissione al certificato professionale KB è richiesta la patente B o B1. Il titolare di certificato professionale KB può guidare i motoveicoli a servizio di piazza per i quali sarebbe sufficiente essere in possesso del certificato professionale KA.

Tutti i veicoli idonei al trasporto di persone possono essere guidati anche senza essere in possesso del certificato di abilitazione professionale purché non venga svolto il servizio professionale.


Durata e rinnovo dei certificati di abilitazione professionale KA e KB

Il certificato di abilitazione professionale ha una durata di 5 anni (solo per coloro che hanno superato i 65 anni di età la durata potrebbe essere ridotta in base a quanto disposto dalla commissione medica); il rinnovo prevede una visita medica che attesti la presenza dei requisiti psicofisici del titolare. In caso di sospensione o di revoca della patente, il certificato di abilitazione professionale perde automaticamente validità.


Cosa prevede l’esame

Gli argomenti dell’esame teorico per ottenere il certificato di abilitazione professionale KA e KB si dividono in due gruppi: la conoscenza della struttura di una veicolo e delle sue parti e conoscenze generali in materia di trasporti e amministrazione.

Nel primo gruppo rientrano la conoscenza della struttura e del funzionamento di motori a combustione interna (si spazia dall’impianto elettrico ai sistemi di lubrificazione e raffreddamento, per continuare col sistema di accensione, il sistema di trasmissione e l’impianto di alimentazione), le conoscenze per la sostituzione di ruote e di pneumatici (montaggio e smontaggio), la conoscenza dei dispositivi di frenatura e la loro manutenzione, la conoscenza dell’accoppiamento dei rimorchi, la capacità di individuare guasti del veicolo e di ripararne alcuni con gli utensili adatti, la manutenzione del veicolo.

Nel secondo gruppo rientrano le capacità geografiche per l’utilizzo di carte stradali, la conoscenza del comportamento da tenere in caso di incidente (che comprende anche il caso di incendio del veicolo), la conoscenza all’uso economico del veicolo, la conoscenza della legislazione nazionale in tema trasporto di persone, la conoscenza relativa alla responsabilità del conducente connessa con il trasporto di persone, la conoscenza dei documenti relativi a veicoli e viaggiatori all’interno del Paese e al passaggio della frontiera.

Dal programma di esame del certificato di abilitazione professionale sono esclusi gli argomenti che il candidato deve già conoscere in base alla categoria di patente e alle abilitazioni possedute. Argomenti che però possono essere oggetto di domande, oltre a quelle con argomento specifico relative al certificato di abilitazione professionale.